Contenuto Principale

“I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

(Laura Giulia D'Orso). Il 7 Aprile 2004 viene ritrovato l’aereo di Antoine de Saint-Exupéry abbatt...

Giovannini 2019

Si terrà lunedì 24 giugno come da tradizione alle ore 12.00 in Piazza Roma, sotto i portici dell’Are...

La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

Niki Lauda, la leggenda della Formula 1, si è spento il 20 maggio in una clinica svizzera. Aveva 70 ...

In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

Gli articoli 20 e 27 del Regolamento del Parco di Monza e dei Giardini Reali sono chiari: i cani dev...

SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

Sabato 8 giugno, con il Corteo storico, inizia la seconda edizione del «Summer Monza 2019», il gra...

  • “I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Giovannini 2019

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50
  • SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

    Sabato 07 Ottobre 2017 10:00

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cambiando l'ordine dei addendi, il risultato non cambia: Monza Ternana 1 – 4 PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 05 Novembre 2018 10:50
monza arzachena 2La Ternana cala il poker in terra brianzola, la squadra di Mister De Canio gioca, corre, fraseggia, spinge e mette in difficoltà un Monza che sembra aver perso lo smalto e la coesione del gruppo che l’ormai ex Zaffaroni aveva creato. Un Monza che sta ancora cercando di adattarsi alle idee di Cristian Brocchi, il nuovo modulo 4 3 1 2 penalizza le fasce che erano state le colonne portanti delle azione di Mister Zaffaroni. In tribuna Bobo Vieri, Paolo Monelli e Daniele Massaro guardano un po’ sorpresi le incertezze dei biancorossi dell’amico Brocchi. A passare per primo è il Monza, ma la Ternana, squadra creata per giocare la B è più fresca con 4 partite ancora da recuperare ribalta subito il risultato: al 21’ Nicastro impatta, al 35’ Marilungo fa bis di testa su cross di Lopez. Il Monza, nella ripresa, lascia campo agli ospiti che aiutati dalle incertezze di Liverani, vanno ancora a segno con Marilungo e Frediani. Importanti differenze sul piano tecnico pesano e non poco sul risultato, il Monza non finalizza quasi mai, la Ternana sembra un cecchino.

In sala stampa Mister Brocchi sembra accusare il colpo. Le ambizioni societarie sono importanti, ed è provabile che anche lo stesso Mister senta il peso del risultato a tutti i costi. “abbiamo anche detto che in questo momento non siamo ancora al livello di avere una squadra già pronta per poter vincere il nostro girone, e oggi ne abbiamo avuto dimostrazione. Ma noi abbiamo l'obiettivo di crescere, migliorare e lavorare per far sì che in brevi tempi noi ce la si possa giocare ad armi pari con una squadra forte come la Ternana o altre che affronteremo".

Il tabellino

MONZA (4-3-1-2) Liverani 5; Adorni 5 (58' Giudici 6), Negro 5,5, Riva 5, Origlio 5; Palesi 6 (83' Giorno sv), Guidetti 5, D'Errico 6,5; Iocolano 6 (83' Tomaselli sv); Ceccarelli 5,5 (74' Otelè sv), Reginaldo 5,5. (Sommariva, Galli, Brero, Caverzasi, Brignoli, Andreoli). All. Brocchi 5,5

TERNANA (4-3-1-2) Iannarilli 6,5; Fazio 6, Diakitè 6,5, Bergamelli 6,5, Lopez 6,5; Defendi 7 (68' Frediani 6,5), Callegari 6,5, Salzano 6 (68’ Giraudo 6); Furlan 6,5 (83' Hristov sv); Nicastro 7 (74’ Bifulco sv), Marilungo 7,5 (74’ Vantaggiato sv). (Vitali, Gagno, Gasparetto, Butic, Cori, Filipponi). All. De Canio 7

Arbitro: Camplone di Pescara 6,5.

 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Io sto con la Legge Italiana :#io NON sto con Carola

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso). Sarà che sono stata “tirata su” a pane, studio, sport e disciplina. Sarà che se vìoli le regole dello sport che pratichi sei fuori dai giochi. Sarà che è sempre più facile per chiunque dire sì che opporre un divieto, sarà che in uno Stato di Diritto quale l’Italia è, si presuppone che l’agire dello Stato sia sempre vincolato e conforme alle Leggi vigenti e lo Stato stesso sottopone esso medesimo al rispetto di Codici e di Costituzioni scritte, sarà per questo che #io NON sto con Carola! Si chiamasse pure Paola o Cristina e fosse francese o italiana non farebbe alcune differenza per me.
Trasformata da imbellettati e ricchi esponenti di sinistra in paladina, la signorina in questione ha violato la legge italiana. Intenzionalmente e volutamente. Riprendendo il tormentone della sinistra di qualche tempo fa (ma non gli è bastata la batosta elettorale!?!) del “senza se e senza ma” … in Italia si applica in maniera pragmatica la legalità e non si pretenda perciò di forzare il Codice di diritto del Mare e della Navigazione, il cui codice ho avuto modo di leggerlo già all’epoca dei Marò detenuti illegalmente in India.