Contenuto Principale

Al via il monitoraggio di ponti e sottopassi in città

È stato avviato in luglio e affidato nei primi giorni di agosto l'incarico ad una società specia...

Patto di collaborazione per le aree cani

E’ stato approvato dalla Giunta comunale il documento che disciplina l’utilizzo delle aree verdi ri...

L’omaggio di Monza al grande Rossini

Il 2018 è stato dichiarato “Anno Rossiniano” nel 150esimo anniversario della morte del gra...

Ability Day & 5K Ability Run

  Domenica 30 settembre - dalle ore 9.00 alle ore 18.00 - Piazza Trento e Trieste L’evento Ability...

Artisti ed Aziende si incontrano a “Indart” tra Monza e Monaco

 “Indart - Industries Join Art” è il progetto di Vision Plus e VS Arte per fare incontrare artisti e...

  • Al via il monitoraggio di ponti e sottopassi in città

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Patto di collaborazione per le aree cani

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • L’omaggio di Monza al grande Rossini

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Ability Day & 5K Ability Run

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09
  • Artisti ed Aziende si incontrano a “Indart” tra Monza e Monaco

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Presentata la prima squadra del Monza Roller 2017 PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Domenica 05 Novembre 2017 19:35
A una settimana dall’inizio del campionato di Serie B Girone A è stata presentata alla stampa, nella “casa” del PalaRoller, la prima squadra del Monza Roller 2017, la neonata società di hockey su pista che nel nome e nei colori sociali, il bianco e l’azzurro, intende attrarre quella parte di tifoseria cittadina che negli anni ’80 e ’90 sostenne il pluriscudettato Roller Monza.
Sabato 11 novembre sarà una giornata storica anche perché il calendario ha voluto subito regalare agli appassionati brianzoli della disciplina il derby comunale coi “cugini” del Monza, un evento - una “stracittadina” di campionato seniores - che non si verifica dal 1991. La partita si disputerà al PalaRoller alle ore 18, anziché alle 20.45, per evitare la concomitanza con la gara a Biassono del Monza di Serie A1.
 
La prima squadra biancazzurra è stata dunque presentata nell’ex palestra dello Sport Village Monza, che ora ha un pavimento in legno e balaustre in ferro grazie all’accordo stipulato con la società che gestisce il centro sportivo sito in via Tommaso Campanella 2. Principale artefice di questo ritorno dell’hockey nel territorio comunale di Monza è stata la presidente, nonché responsabile del settore giovanile del neonato sodalizio, Antonella Luise: “È per me una grande emozione riportare l’hockey in città dopo 4 anni. Il PalaRoller è un sogno che si è realizzato. Abbiamo dato una nuova struttura alle società rotellistiche, e non solo, della Brianza. Ora l’auspicio è che la nostra squadra venga seguita dal pubblico dell’ex Roller Monza. Ci ha fatto piacere che durante gli allenamenti siano venuti a trovarci alcuni tifosi del ‘grande Roller’: speriamo che ritornino in occasione delle partite casalinghe. Abbiamo allestito una squadra composta prevalentemente da giovani del territorio perché l’obiettivo è quello di far giocare a hockey i nostri ragazzi e di far crescere i nostri talenti. A questo scopo abbiamo avviato la scuola di pattinaggio finalizzata alla pratica dell’hockey su pista, in modo che i bambini di adesso diventino un domani gli atleti della prima squadra. Inoltre, la prossima settimana entreremo negli istituti primari grazie al progetto di educazione motoria ‘Sport per te’.
 
Il vicepresidente, direttore tecnico e allenatore dell’attività non agonistica Fabio Uboldi è consapevole che la strada da percorrere è molto lunga: “Abbiamo assemblato una prima squadra molto giovane, che ha bisogno non solo di crescere tecnicamente e tatticamente ma anche di amalgamarsi. Rispetto a quando ha iniziato ad allenarsi due mesi fa ho comunque notato una decisa crescita della condizione fisica. Vogliamo dare fiducia a questi ragazzi che in pista stanno mettendo l’anima. Contemporaneamente proseguiamo il lavoro della scuola di pattinaggio e hockey, dove insegniamo
prima le tecniche di pattinaggio con e senza bastone e poi la gestione della pallina senza tralasciare l’aspetto ludico della disciplina: per i bambini l’hockey dev’essere prima un gioco che uno sport”.
 
Allenatore, e giocatore, del Monza Roller 2017 è l’ex difensore della Nazionale italiana, Luca Marchini: “In questi primi due mesi di lavoro ho notato notevoli miglioramenti anche da parte dei più giovani della squadra. Mi sento di dire che, pur non conoscendo bene le squadre avversarie, se in pista metteremo la testa potremo giocarci tutti gli incontri. Certo è che prima di pensare a vincere le partite dovremo avere la mentalità giusta per vincere le partite. Mi aspetto di terminare il campionato almeno a metà classifica del Girone A”.
 
A proposito di Girone A, in seguito all’accettazione del ripescaggio in Serie A2 da parte del Seregno 2012 il calendario del raggruppamento è stato variato. Dal momento che il numero delle squadre del girone si riduce da 10 a 9, quelle che dovevano incontrare il Seregno 2012 effettueranno un turno di riposo. Il nuovo calendario completo della Serie B è visionabile a questo indirizzo web: http://www.fisr.it/hockey-pista/comunicati-uff-campionati/category/257-2017-18.html.
La formula del campionato di Serie B è la solita: le squadre sono state divise in 4 gironi territoriali dai quali usciranno le 8 compagini che si contenderanno nella final eight le 2 promozioni. Il Monza Roller 2017 è stato appunto inserito nel Girone A, assieme al CSA Agrate, al Roller Lodi, all’UVP Modena e alle seconde squadre del Monza, dell’Amatori Wasken Lodi, dell’Azzurra Novara, del Correggio e del Roller Scandiano. La regular season si concluderà il 15 aprile con 5 soste (23 dicembre, 30 dicembre, 6 gennaio, 24 febbraio, 31 marzo). La final eight si svolgerà in una sede unica venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 maggio.
Successivamente al campionato la squadra biancazzurra disputerà la prima edizione della Federation Cup, una sorta di Coppa Italia allargata a quasi tutte le formazioni iscritte ai campionati seniores.
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Il nuovo gioco dei ragazzini incoscienti.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). Prima fu la moda dei treni in corsa da evitare, poi arrivò quella dei selfies scattati su “abissi” aperti come voragini ai loro piedi, adesso il nuovo “gioco” degli adolescenti si potrebbe chiamare “come ti schivo gli autobus”.

Un video caricato su youtube ha messo alla gogna l'autista di un bus francese che, dopo aver schivato uno studente che attraversa, intenzionalmente, è stato ripreso mentre schiaffeggia l'adolescente, reagendo ai suoi insulti.

Il fatto si svolge in una trentina di secondi, appena il tempo di una brusca frenata, la presa di coscienza di non aver schiacciato nessuno e la reazione da padre di famiglia dell’autista, egli stesso genitore di due figli.

Il tutto avviene ormai sotto l’occhio del “grande fratello” smartphone di un altro studente.

Ovviamente scoppia la polemica tra chi prende le parti dell'autista, che rischia il licenziamento, e chi quelle del ragazzo. La Società per cui lavora, ha avviato un'indagine disciplinare perché, affermano, contrario ai principi e ai valori di chi lavora nei servizi pubblici".

Ma per favore!

Ragazzi scesi in un inferno senza futuro, stupidi, arroganti, abituati in casa a dare del cretino ai genitori che invece giocano a fare gli amici più che i genitori stessi.

Genitori imbecilli, che gareggiano con la propria prole, trasformandosi in ridicoli “ragazzi di 40/50 anni”, che per evitare l’insulto o la “scocciatura” di un perentorio NO non reggono il confronto, perché si è ragazzi a 13 anni ma a 50, si dovrebbe essere adulti e maturi.

Leggi tutto...

Grazie a tutti: la F1 come lezione di vita

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(di Mattia Mauri). Ci sono tre parole che, più delle altre, ho sentito in questi tre giorni passati a Monza in Autodromo a vivere il weekend della formula 1, bellissimo nonostante il sogno del venerdì e del sabato si sia bruscamente interrotto trasformandosi nell’incubo domenicale di un’altra occasione mondiale sprecata da Seb Vettel.

Leggi tutto...