Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Il Monza sbanca il Rocchi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 10 Ottobre 2017 05:50
(Laura Giulia D’Orso) Il Monza Calcio di Mister Zaffaroni, spinto dai tre punti siglati dalla rete di testa del bomber Cori alla Viterbese dell’ex dirigente brianzolo Diego Foresti, direttore oggi del club laziale, pone fine alla serie di pareggi un po’ stentati ottenuti nelle ultime partite dai biancorossi.
 
Per la squadra di Zaffaroni è finalmente la prima vittoria esterna che dimostra una crescita di carattere e, a differenza del match di Olbia, questa volta il Monza ha da subito imposto i suoi ritmi non accontentandosi di tenere a bada gli avversari.
 
La sfida con i gialloblù risultava particolare sotto diversi profili: innanzitutto perché le due squadre non si erano affrontate in campionato e non esistevano precedenti, secondo perché i laziali, guidati da mister Bertotto, avevano portato a casa già 15 punti in 7 partite, cioè più del doppio del Monza, ed erano primi in classifica rispetto ai gol segnati. Oggi i gialloblù hanno perso senza neppure segnare mentre il Monza avrebbe potuto arrotondare il punteggio in diverse occasioni.
 
Intorno al 35° del p.t., il Monza spreca due semplici azioni in contropiede con Ponsat e Tentardini mentre, al 45° non viene fischiato al biancorosso Cori un rigore per una trattenuta nell’area piccola avversaria.
In avvio di ripresa il possesso palla resta quasi sempre gialloblù. Al 2° s.t., Peverelli da ottima posizione sbaglia fortunosamente non centrando la porta biancorossa.  Successivamente all’11° Jefferson ci prova di testa da distanza ravvicinata ma manda a lato. 22° Tortora da fuori area calcia alto.
Cominciano i cambi, entrano Galli e Barzotti. C’è da rialzare il baricentro ed è ciò che Zaffaroni riesce a costruire. Un Monza forte combattivo che attacca fino a quando il Monza passa in vantaggio. D’Errico dalla bandierina destra batte corto per Guidetti che crossa per Cori ed il grande Sacha non si smentisce, lasciato solo dai difensori viterbesi, incorna spiazzando il portiere Iannarilli.
Tre ottimi punti che fanno scalare la classifica ai biancorossi che tornano tra i vertici del girone.
 
Robur Siena 18, Livorno (-1) 17, Pisa 15, Viterbese 15, Olbia 14, Piacenza 13, Monza 12, Arzachena 12, Carrarese (-1) 12, Lucchese 11, Arezzo 10, Cuneo 9, Pistoiese (-1) 9, Giana Erminio (-1) 8, Alessandria (-1) 7, Pro Piacenza (-1) 6, Pontedera 5, Prato (-1) 5 Gavorrano (-1)
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>