Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Vox populi, il Monza di Mister Zaffaroni: tanta roba PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Martedì 29 Agosto 2017 05:13
170828 monza piacenza(Laura Giulia D’Orso) Per la prima volta da quando siede sulla panchina del Monza Calcio, al termine della partita contro il Piacenza, vinta per 2 a 0,  Mister Zaffaroni ha sorriso. Il “Generale” che ha fatto della modestia e del lavoro tenace, duro e concreto il suo punto di forza è rilassato e sornione. La prestazione della squadra, alla prima del campionato della nuova serie C ha convinto. Certo, è solo l’inizio e tutti lo sanno, in primis proprio il Mister che da subito richiede concentrazione e lavoro ai suoi ragazzi.
Il Monza Calcio, sotto gli occhi attenti del presidente Colombo, del neo sindaco Allevi e dei vertici del club biancorosso ha portato a casa una difficile vittoria contro il Piacenza Calcio, una delle candidate ai vertici di questa nuova stagione.
Sotto un sole cocente che poco ha di fine estate ed una temperatura assestata sui 37°, i giocatori del Monza hanno trovato la quadratura del cerchio arrivando sempre primi sulla palla, tenaci su ogni scontro, determinati e sicuri nei fraseggi. Quello che è piaciuto maggiormente ai tifosi è stata la razionale gestione di ogni fase della partita, in tutti i momenti. Andare a prendere il vantaggio, mantenerlo, gestirlo, non forzare le giocate, giocare sulle punte quando era necessario.
 
Ottime e sicure le parate del nuovo portierone Liverani, buoni i suoi interventi nel primo tempo e due le parate strepitose nella ripresa. Capace di coordinarsi e coordinare con sicurezza la difesa nel rimanere chiusa e compatta nel controllo del risultato e mostrarsi diligente ed ordinata nelle fasi di attacco. Buone le prestazioni di Riva e Caverzasi a supporto dei centrocampisti.
Tentardini, Giudici, Perini e D’Errico risultano esemplari nei cross e nella sicurezza del fraseggio. Buona la loro forma fisica sotto il solleone!
 
Immenso in attacco il numero 9 Cori, supportato da Barzotti nel secondo tempo, standing ovation al 38’ del s.t. per la sua sostituzione. Fisico potente, tiene alta la squadra, fa da sponda ai suoi compagni. Lucido sul dischetto quando gli viene concesso un rigore su fallo di mano piacentino. Sfiora il raddoppio negatogli da una grandiosa parata del portiere Fumagalli, uno dei migliori in campo per il Piacenza. E’ anche l’artefice del passaggio in contropiede del Monza che permette a Giudici di insaccare il pallone nella rete avversaria assestando il risultato sul 2 a 0.
Per il Mister tanti applausi e grandi cori dalla curva. Dietro ogni buon risultato c’è sempre un “grande uomo”.
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>