Contenuto Principale

Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

(Laura Giulia D'Orso) Per favore basta dirci bugie. Un intero popolo chiede che le Istituzioni non...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

(Paolo Mariani) Fermo restando il massimo rispetto per tutti coloro che si sono prodigati e ancora s...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

  • Coronavirus, gruppo FS Italiane: misure e iniziative

    Domenica 23 Febbraio 2020 20:55
  • Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Sport
La Vero Volley Monza centra il successo: Ravenna superata 3-1 PDF Stampa E-mail
Martedì 19 Novembre 2019 10:24
verovolley3Beretta e compagni risalgono con carattere dopo aver perso il primo set e si portano a casa la prima vittoria dell'annata sportiva. Kurek: "Finalmente i tre punti. Avanti così". 13 NOVEMBRE 2019 – Ci voleva l'atmosfera di casa, il ritorno di Santiago Orduna in cabina di regia e la determinazione delle giornate migliori alla Vero Volley Monza per portarsi a casa la prima vittoria della stagione 2019-2020. A fare le spese della buona serata della prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley, nel turno infrasettimanale della quinta giornata di andata della SuperLega Credem Banca, è la Consar Ravenna. I romagnoli, vittime preferite dei monzesi in Lombardia (non vincono dalla stagione 2015-2016), cadono sul mondoflex del PalaYamamay di Busto Arsizio 3-1. Eppure era stata proprio la squadra ospite ad accendere, con le fiammate di Ter Horst e Vernon-Evans (anche 3 ace per lui), una gara partita decisamente sottotono da entrambe le parti. Gli ospiti, bravi a costruire un break importante nella fase centrale del primo gioco, approcciano con la stessa convinzione anche il secondo. A cambiare marcia per prima nel punto a punto delle prime battute questa volta però è Monza che, con i muri di Beretta e le accelerazioni di Kurek (MVP della gara con 27 punti, 1 ace e 2 muri con il 57% in attacco) e Dzavoronok (15 punti, 2 ace), accende l’entusiasmo ed inizia a martellare forte. Vinto il terzo parziale grazie al buon impatto di Galassi (1 ace e 3 muri), Federici e Goi, tra ricezione e difesa, Monza non cala più, tirando fuori grinta e orgoglio e chiudendo una sfida certamente non semplice.
LE DICHIARAZIONI POST PARTITA Bartosz Kurek (schiacciatore Vero Volley Monza): “Finalmente è arrivata questa vittoria. Ci siamo andati vicino nelle ultime due gare, dove però alla fine ci è mancato qualcosa. Stasera abbiamo fatto un passo avanti, prendendoci tre punti che penso non saranno gli ultimi in questo palazzetto e in questa stagione. Cosa mi è piaciuto? Direi la reazione. Siamo partiti spenti ma poi con l’aiuto di tutta la squadra siamo saliti d’intensità, insieme, portandoci a casa questo importante successo. Ora continuiamo così”.
 
Pala Radi di Cremona la Saugella Monza passa contro Casalmaggiore stesa 3-2 PDF Stampa E-mail
Martedì 19 Novembre 2019 10:13
saugella1CREMONA, 17 NOVEMBRE 2019 – La Saugella Monza trova la prima vittoria esterna stagionale, espugnando 3-2 il difficile campo di Casalmaggiore nella settima giornata di Serie A1. Brave le ragazze di Dagioni a rimanere sempre in partita nei set cominciati in svantaggio, e a dare la spallata decisiva nel tiebreak, conquistato 15-10. Dopo un primo parziale bellissimo, andato a Monza in volata, è stata brava Casalmaggiore a tornare in parità nel secondo set, appoggiandosi alle giocate di Popovic e Carcaces. Si riporta avanti la Saugella nel terzo grazie ad una grande Floortje Meijners, ma ancora una scatenata Carcaces manda la partita al tiebreak. La maggior freddezza di Monza nel quinto parziale fa la differenza, con Heyrman e Meijners sugli scudi. Chiude il match un incredibile ace di Ilaria Bonvicini, che permette a Monza di trovare la seconda gioia consecutiva in campionato.
PRIMO SET Inizia forte Casalmaggiore, che sale 4-0, con due punti a testa per Popovic e Carcaces: Massimo Dagioni è costretto subito a chiedere timeout. Al rientro dalla pausa, si sblocca la Saugella, che accorcia grazie ai colpi di Danesi, Ortolani e Meijners: l’ace dell’olandese riporta sotto le sue, sul 6-7. Si mette in partita anche Orthmann, ma Casalmaggiore mantiene tre punti di vantaggio, con i primi tempi implacabili di Mina Popovic. L’ace di Cuttino porta le casalasche sul 14-11, poi si mette in partita Bosetti: Casalmaggiore prova a scappare, portandosi sul 19-15. Monza si aggrappa a Ortolani: due bordate della capitana brianzola riportano Saugella a -2. Timeout Casalmaggiore, che sortisce gli effetti sperati: 21-17 sull’errore di Meijners. Monza non molla, ma il murone di Stufi su Orthmann porta la Pomì sul 23-20. Fast di Heyrman, doppio errore di Cuttino: Saugella torna in parità. Vantaggio Monza sul 24-23 con l’errore di Stufi, ma Antonijevic e l’errore di Heyrman danno il nuovo vantaggio alle padrone di casa. Ace di Squarcini e poi Bosetti: 26-26. Invasione di Cuttino e poi errore dello stesso opposto americano: Monza chiude uno spettacolare primo set 28-26. SECONDO SET Inizio all’insegna dell’equilibrio: primo break di Casalmaggiore grazie all’ace di Popovic e all’errore di Meijners. In casa Monza fa il suo ingresso in campo Mariana, che si fa subito murare da Scuka. 7-4 Pomì dopo l’errore al servizio di Ortolani, ma Monza è lì grazie all’asse Skorupa-Heyrman. Fase disordinata di gioco, con errori da una parte e dall’altra: due muri perentori di Danesi danno il primo vantaggio del set a Monza: 11-10. La più in forma di Casalmaggiore è Bosetti: lei e Carcaces danno il nuovo vantaggio a Pomì sul 14-13. Errore di Meijners e ace di Popovic: Casalmaggiore scappa sul 17-14. Monza rientra bene dal timeout: con Ortolani al servizio si torna sul 17-17. Veglia scuote le padrone di casa: è il suo muro a dare il 20-18 alla Pomì; a Monza non basta Parrocchiale: Casalmaggiore vola sul +3 grazie all’errore di Ortolani. Tocca a Bosetti chiudere il set: mani-out per lei e 25-20 Pomì.
Leggi tutto...
 
Decide un gol di Finotto. Pistoiese - Monza 1-0 PDF Stampa E-mail
Martedì 19 Novembre 2019 09:56
monzapistoiese(Foto AC MONZA CALCIO)
Sempre più in vetta alla classifica, i biancorossi di Mister Brocchi, passano anche a Pistoia grazie alla rete di Finotto al 77'. Adesso i punti in classifica dopo 15 giornate sono 36, nove in più del Renate secondo Un successo importante, perché i ragazzi di Pancaro avevano perso solo una volta nelle sette gare giocate davanti ai propri tifosi. La Pistoiese si ferma dopo un periodo molto positivo, che l'aveva vista imbattuta negli ultimi cinque match (tre pareggi e due vittorie). Parte subito forte il Monza, con Iocolano che dopo appena 4' impegna Pisseri. All'ottavo minuto D'Errico perde un pallone velenoso e Cerretelli parte in contropiede prima di essere chiuso dalla difesa avversaria. Poi, al 18', lo stesso D'Errico si riscatta e calcia di prima intenzione senza però essere troppo pericoloso. Alla mezz'ora ci prova ancora il classe 1992, ma il suo cross teso in mezzo all'area viene allontanato. I ragazzi di Brocchi non si fermano, sanno che devono portare a casai tre punti. Lepore spinge forte e trova Gliozzi, che però non centra la porta. Risponde la Pistoiese, con Tempesti che supera Fossati con un tunnel trovando però Gucci a respingere.
Leggi tutto...
 
Alejandro Paletta, tesserato fino al 30 giugno 2022 PDF Stampa E-mail
Venerdì 08 Novembre 2019 10:00
131021 monza virtus01Monza, mercoledì 6 novembre 2019 L'A.C. Monza S.p.A comunica di aver acquisito le prestazioni del calciatore Gabriel Alejandro Paletta, tesserato fino al 30 giugno 2022. Nato il 15 Febbraio 1986 a Buenos Aires il difensore naturalizzato italiano ha indossato la maglia Azzurra in tre occasioni nel 2014. In carriera ha vestito maglie di assoluto livello: uscito dalle giovanili del Banfield, a 19 anni viene convocato dalla nazionale Albiceleste Under 20 insieme a Messi e vince i mondiali di categoria.
Dopo una breve esperienza al Liverpool, Paletta torna in Argentina al Boca Juniors dove gioca la finale di Coppa del Mondo per Club contro il Milan nel 2007. Nel 2010 il difensore approda in Serie A nel Parma e con i ducali colleziona oltre 130 presenze. Nel 2014 si trasferisce al Milan dove vi resta fino al 2018, con prestito all’Atalanta condito da 24 presenze e un gol. Nel 2018, alla fine del suo contratto con il Milan, viene ingaggiato dal Jiangsu Suning, club guidato all'epoca da Fabio Capello, che milita nella massima serie cinese.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 79
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

“Potevano scegliere fra il disonore e la guerra …”

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso)
Historia magistra vitae. Non dovremmo mai dimenticarlo ed invece, senza lungimiranza, dagli errori o dagli avvenimenti passati, sembra si resti estrani e non si impari nulla!
 
29 - 30 settembre 1938, Monaco, Germania. L'oggetto della Conferenza, tenutasi circa l’anno precedente lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, verteva sulle rivendicazioni tedesche della regione dei Monti Sudeti, posta in territorio cecoslovacco, ma abitata prevalentemente da popolazione di etnia tedesca. L’“Accordo di Monaco” con il quale Francia e Regno Unito cedevano alle richieste della Germania di Hitler, fu siglato dai principali uomini politici dell’epoca, Daladier e Chamberlain.

Leggi tutto...