Contenuto Principale

Come comportarsi in caso di precipitazioni nevose

Per la stagione invernale 2019 il Comune ha disposto le procedure di comportamento in caso di ghiacc...

potenziamento del servizio di trasporto pubblico a Monza

  E' questa la principale novità per Monza introdotta dal Programma di Bacino del Trasporto Pubblic...

L’omaggio di Monza al grande Rossini

Il 2018 è stato dichiarato “Anno Rossiniano” nel 150esimo anniversario della morte del gra...

Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019

In occasione della prossima Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019, anche i...

Al via il Piano freddo per i senza dimora

Anche quest'anno il Comune, in collaborazione con le associazioni di volontariato, ha predisposto ...

  • Come comportarsi in caso di precipitazioni nevose

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • potenziamento del servizio di trasporto pubblico a Monza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • L’omaggio di Monza al grande Rossini

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09
  • Al via il Piano freddo per i senza dimora

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Sport
Rugby femminile: nasce il Trofeo Sforza PDF Stampa E-mail
Giovedì 25 Ottobre 2018 06:42
ASD Rugby Monza 1949, Chicken CUS Pavia e CUS Milano Rugby insieme per promuovere il rugby femminile nel territorio lombardo

L’unione fa la forza: è questo che ha spinto le tre realtà lombarde protagoniste del Campionato nazionale di Serie A femminile, ASD Rugby Monza 1949, Chicken CUS Pavia e CUS Milano Rugby, a ritrovarsi attorno a un tavolo per dar vita a una competizione interna che vuole valorizzare il movimento rugbistico femminile della Regione.
Da quest’anno infatti, oltre alla classifica finale del campionato, in Lombardia si competerà anche per il Trofeo Sforza, challenge annuale che premierà la squadra che meglio si comporterà nei 6 derby previsti dal calendario di questa entusiasmante competizione sportiva.
 
“A nome di tutto il Consiglio del Comitato Regionale Lombardo esprimo un forte compiacimento per l’istituzione del Trofeo Sforza, dedicato alle tre squadre femminili della Lombardia: alle ragazze, agli allenatori e ai dirigenti auguro una stagione di alto livello e soprattutto di grande soddisfazione”, ha commentato il presidente Angelo Bresciani.
 
Leggi tutto...
 
Teamservicecar HRC Monza - H. Thiene 4-2 (3-0) PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Ottobre 2018 13:36
 
Teamhockeyservicecar: Zampoli, Zucchetti, Martinez (C), Franci, Olle' - Nadini, Galimberti, Lazzarotto, Schena, Uboldi - All. Colamaria Thiene: Pertegato, Sperotto (C), Piroli, Casarotto, Ardit - Sola Torres, Brendolin, Dalle Carbonare, Luotti, Dalla Vecchia - All. Casarotto Marcatori: 1t: 5'12" Zucchetti (M), 10'26" Ollè (M), 19'58" Nadini (M) - 2t: 2'51" Brendolin (T), 12'01" Nadini (M), 14'54" Brendolin (T), 23'48" Franci (M), Arbitri: Enrico Uggeri di Lodi, Mauro Giangregorio di Giovinazzo (BA)
Prima vittoria stagionale per i ragazzi di Tommaso Colamaria, che battono l' Hockey Thiene 4-2. Primo tempo dominato, con una pressione e un'intensità costanti da parte dei biancorossoblu, chiuso avanti 3-0. Nella ripresa la stanchezza per il viaggio di Lisbona si fa sentire e il Thiene rientra grazie al solito Brendolin, ma Zampoli nel finale chiude ogni varco. Primo tempo Al 6’ il Monza passa con la rete di Matteo Zucchetti, che festeggia al meglio il suo 21° compleanno. Il biondo difensore è un pericolo costante per Pertegato, impegnato spesso dalle sue bordate, una delle quali si stampa clamorosamente contro la traversa. I brianzoli dominano e sfruttano al meglio l'arma del contropiede, colpendo anche un palo con Ollé, mentre Pertegato viene impegnato costantemente.
Leggi tutto...
 
Mutatis mutandis e l’ufficializzazione di Cristian Brocchi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Mercoledì 24 Ottobre 2018 09:52
brocchi(Laura Giulia D'Orso). Non usa mezzi termini l’A.D. del Monza Adriano Galliani in conferenza stampa ad Assolombarda. Cristian Brocchi, ex allenatore del Milan, 2013/16, del Brescia 2017 e vice di Capello allo Jangsu Suning per pochi mesi, è stato chiamato sulla panchina dei biancorossi dopo l'esonero di Mister Zaffaroni. Al Milan …. ops “lapsus freudiano” come continua a sottolineare l’A.D., ritrova il proprietario Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e fa la conoscenza del presidente Nicola Colombo, figlio di Felice anche lui ex presidente del Milan anni 77/80.
Non avremmo conosciuto il Berlusconi “monzese” se non avesse salutato il Milan e si può anche scendere di categoria calcistica, ma non si possono dimenticare i propri riferimenti: vincere e gioco “champagne”. E in quanto a riconoscibilità, l’A.D. Galliani non ha tradito. Come un uragano ancora una volta ha ripescato dal cilindro magico, da cui estrae giocatori, procuratori e dirigenti, Mister Christian Brocchi, che nel cuore deve essergli rimasto pur avendolo licenziato dopo una poco fortunata conclusione del campionato rossonero nel 2016. Pietro Lietti arriva come preparatore atletico, sempre gentilmente concesso dal Milan e con lui anche Alessandro Lazzaroni, il suo vice da sempre. Il resto dello staff di Zaffaroni è confermato. E per il momento tutti tirano un sospiro di sollievo ….. tutti tranne gli over 23, che dovranno prepararsi ad una “selezione naturale”.
Leggi tutto...
 
Navigazione messaggio Messaggio 6 di 2601 Precedente Successivo change-formatchange-format Oggetto: Benfica - Teamservicecar Monza 3-1 PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Ottobre 2018 20:44
Benfica: P. Enriques, D. Rafael, Adroher, M. Rochaa, Vieira, V. Neves, Casanovas, Nicolia, Ordonez, Barros All. Pedro Nunes
HRC Monza: Zampoli, Zucchetti, Lazzarotto, Ollè, Martinez, Franci, Nadini, Schena, Uboldi, All. Colamaria.
Reti ST 2' e 12' Ordonez, 17' Rocha, 22' Zucchetti (Rig).
 
Ad un passo dal miracolo. Il Teamservicecar Monza perde 3-1 con il Benfica, uscendo dal Pavillhao Fidelidade di Lisbona tra gli applausi scroscianti del pubblico di fede Benfiquista. Una prestazione maiuscola, che consente ai brianzoli di tornare a casa con zero punti in tasca, ma con una immensa dose di fiducia.
Gli uomini di Pedro Nunes hanno avuto la colpa di sottovalutare la giovane squadra biancorossoblu e i suoi giocatori senza ancora un curriculum importante alle spalle. Un dettaglio non da poco, che ha portato i lusitani a soffrire praticamente fino all'ultimo secondo, contro un Monza che ha saputo mantenere un'intensità costante per 50 minuti.
 
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 68
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Nomen Omen - Sanremo 2019

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Non ne faccio sicuramente una questione di italiano o non italiano, il pezzo di Mahmood poteva cantarlo anche un fiorentino con l'accento toscano incallito, o romano “de” Trastevere, solo che il motivo che ha vinto questa edizione del festival è di una bruttezza assoluta. Questo è il mio parere da “giornalista”, ma visto che il parere della Stampa e della Giuria tecnica (decisamente poco competente per quel compito), vale un …. sacco (anche se non si è capito quanto), allora mi permetto di giudicare. Se si pensa che adesso rappresenterà l’Italia all’Eurofestival, beh gli faccio proprio gli in bocca al lupo.
Ultimo è piaciuto al pubblico, questo è un dato di fatto! Visto che Dandini, Bastianch & company al limite si limiteranno a comprare un cd, vedo più commercializzabile il pezzo del ragazzo romano che ….. scusate tanto non è proprio l’ultimo dei “barlafüs” e accettate il mio lombardismo.
Nato a Roma ha seguito tutto il percorso di studi al Conservatorio Santa Cecilia, fondata nel 1556, incentrato sullo studio del pianoforte e poi della composizione, inizia a scrivere e comporre canzoni già all'età di quattordici anni. Il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, conosciuto in tutto il mondo accademico musicale, opera in ambito nazionale ed internazionale, svolge un’opera attenta, seria, e professionale nello sviluppo dei talenti sul territorio, realizza attività di formazione.
Il tempo è un ottimo misuratore di torti e ragioni. Basta aspettare. Diceva già tempo addietro Mark Twain: «se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare».
 

Siamo sicuri che la Supercoppa Juventus -Milan sia progresso?

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso).Jean-Jacques Rousseau, nel suo Discorso sulle scienze e sulle arti (1750), denunciava il carattere illusorio e mendace della civilizzazione. Dal suo punto di vista, l’unica qualità che poteva distingue i popoli più evoluti era l’abilità nell’occultare, che significava evitare la brutalità dei rapporti sociali. “La raffinatezza, scriveva, è un velo steso sopra la barbarie”. Il Discorso sulle scienze e sulle arti è un capolavoro di retorica. Si apre con un panegirico del progresso umano che riprende e porta all'apice i valori illuministi: l’eroica vittoria su ciò che è brutale, l’uscita dell’umanità dalle tenebre, lo slancio prometeico verso una conoscenza che abbracciava sia il mondo fisico, sia il progresso tecnologico sia il mondo morale.

Il mito del progresso sull’emancipazione delle donne a Gedda viene svuotato dietro la gloriosa apparenza tecnologica del settore per le donne, nelle piccole giocatrici che scendono in campo con i più grandi calciatori del mondo. La Supercoppa diventa perciò un potente effetto retorico, si compie in una società dove la cultura ammanta l’oppressione politica e dove le convenzioni impongono l’ipocrisia, rendendo impossibile ogni comunicazione autentica.

Eppure lo spirito ha anche i suoi bisogni al pari o forse superiori a quelli del corpo. Questi sono il fondamento della società, l’ornamento primario di un vero progresso. Mentre il governo e le leggi provvedono alla sicurezza e al benessere delle persone.

“La ricchezza dell’adornamento può rivelare un uomo opulento e la sua eleganza un uomo di gusto; ma l’uomo sano e robusto si riconosce da altri segni: sotto l’abito rustico d’un agricoltore, non sotto la doratura di un cortigiano si troverà la forza e il vigore del corpo. L’adornamento non è meno estraneo alla virtù, la quale è la forza e il vigore dell’anima. L’uomo dabbene è un atleta, che si compiace di lottar nudo; egli disprezza tutti quei vili ornamenti che impaccerebbero l’uso delle sue forze, e che per la maggior parte non son stati inventati che per nascondere qualche deformità.”

Fino a quando i giornali scriveranno …”che allo stadio sono attesi 62mila tifosi ed anche 15mila donne … e non …”sono attesi 77mila spettatori, continueranno ad edulcorare un primario ordinamento di progresso.