Contenuto Principale

Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

(Laura Giulia D'Orso) Per favore basta dirci bugie. Un intero popolo chiede che le Istituzioni non...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

(Paolo Mariani) Fermo restando il massimo rispetto per tutti coloro che si sono prodigati e ancora s...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

  • Coronavirus, gruppo FS Italiane: misure e iniziative

    Domenica 23 Febbraio 2020 20:55
  • Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Sport
Ottimi risultati per il Teamservicecar B e le giovanili PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Febbraio 2020 10:41

hockey2019Week molto positivo per le giovanili del Teamservicecar. Ferma l'Under 15, sono scese in pista al PalaSomaschini sia i più piccoli dell'Under 11 che l'Under 13. Ottima anche la prova della Serie B, uscita vittoriosa dal derby contro l'Agrate.

Partiamo dai ragazzi dell'Under 11, che hanno chiuso la loro partita sul punteggio di 1-1, contro un avversario assai combattivo. La rete del vantaggio porta la firma della dolcissima Sofia Borgonovo, mentre il pareggio seregnese è stato realizzato da Elia Bellotti.

Convincente la prestazione dell'Under 13, trascinata dall'estro di un incontenibile Marco Gariboldi, autore di tutte e 5 le marcature con cui i ragazzi di Zucchetti, Olivieri e del "supervisore tecnico" Lobasso hanno sconfitto il Seregno.

Bravissimi i ragazzi della B, che con Farinola alla loro guida stanno migliorando sensibilmente il loro rendimento. Ad Agrate l'HRC ha giocato una gara gagliarda, recuperando lo svantaggio iniziale con Mirco Mariani, poi, dopo la doppietta di Appiani, erano Schena e Luppi con due reti a testa ad allungare, mentre Arnau e il giovane Massimo Angarita chiudevano i conti sull'8-5.

In classifica il Teamservicecar B occupa la seconda piazza in compagnia delle due formazioni lodigiane dietro all'imprendibile Engas Vercelli.

Prossimo appuntamento sabato 9 alle 18.00 in un altro importante e sentito match contro il Seregno.

 
A Desio va di scena il grande Basket PDF Stampa E-mail
Lunedì 03 Febbraio 2020 13:33

Cantuveneziaazione1Al Pala Banco Desio va di scena una delle partite più al cardiopalma della 21 giornata del campionato della LNA. Cantù torna a vincere battendo i campioni d'Italia della Reyer Venezia. Grande prova fisica e mentale dei due lunghi canturini, Hayes e Wilson.

Nella serata il grande tributo a Kobe Bryant al PalaDesio, si parte con un' infrazione di 8 secondi da parte del Venezia e un'infrazione di 24 secondi da parte del Cantù:inumeri del Black Mamba al Los Angeles Lakers, il minuto di silenzio ed un lunghissimo applauso ha fatto da cornice nostalgica all'inizio partita.

Turno di campionato targato LBA: match tra Cantù e Venezia.

La squadra di Pancotto torna al successo grazie all’ottima prova dei propri lunghi Hayes e Wilson dominando a rimbalzo 49 contro 34 degli avversari. Per la Reyer non bastano i 25 punti di Watt ed è la terza sconfitta consecutiva tra campionato e coppa.

Primo periodo

Quintetti di partenza con i padroni di casa che schierano: Clark, Young, Pecchia, Wilson, ed Hayes. Gli ospiti rispondono con: De Nicolao, Chappell, Bramos, Mazzola e Watt.

In avvio di gara Venezia subito avanti 5-0. Cantù reagisce con Pecchia e Young che colpiscono dalla lunga distanza, 10-10 al 5’. La squadra di Pancotto è già in bonus di falli dopo 6 minuti di gioco. Gli orogranata allungano sul 12-16 grazie al talento di Watt. Nel finale di periodo Hayes impatta sul pari 19. Cantù passa a condurre con la tripla del giovane Procida 22-21 con cui si chiudono i primi 10 minuti.

Secondo periodo

La truppa di Pancotto parte fortissimo con un parziale di 7-0 in poco meno di due minuti trascinata dal giovane Procida e da Burnell interrotto solo dalla tripla di Austin Daye. Cantù allunga in modo deciso arrivando sul +11 con il canestro da oltre l’arco ancora di Procida, 35-24 al 14’. Gli ospiti si affidano a Bramos e Daye ricucendo il gap sino al 37-34 al 17’, subito dopo Bramos trova la tripla del pareggio con un parziale complessivo di 13-2, costringendo Pancotto al timeout. Il break dei campioni d’Italia continua con due canestri di pura classe di Watt, 37-41, Pecchia ferma il parziale con un canestro dalla media distanza. Il primo tempo termina 39-41

Terzo periodo

Si rientra in campo e il primo canestro arriva grazie alla forte determinazione di Mazzola, dalla parte opposta, dal medio angolo, replica Clarke.

La Reyer allunga sul 44-50 grazie a Watt e Chappell, ma Cantù non demorde e con quattro punti di fila di Pecchia trova il pareggio sul 50 pari al 25’. I padroni di casa tornano avanti con la bomba di Wilson e poi Young da sotto sigla il +3, Un gioco da 2+1 di Daye rimette il match ancora in parità, 55-55 al 28’. Venezia soffre a rimbalzo difensivo e consente agli avversari di avere seconde possibilità in attacco. Un ottimo Wilson sigla il canestro del +3.

Finisce il terzo quarto 60-57.

Quarto periodo

I primi due punti sono di Cerella in contropiede. Umana che torna avanti con Chappell ma Clark risponde prontamente dalla lunga distanza, 63-61 al 32’. SI entra negli ultimi 5 minuti di gara sul pari 68. Venezia allunga di tre lunghezze con tripla di Daye, Poco dopo la stessa alla dell’Umana esce per il quinto fallo. Hayes segna i liberi del 74-73 a 1’12” dalla sirena e sul fronte opposto Bramos sbaglia il tiro del possibile vantaggio. Clark mette altri due liberi per il 76-73.

A 27 secondi dalla fine Hayes mette il canestro del +5. L’ultimo ad arrendersi è Watt che a 9” dalla sirena mette i punti del -2 79-77.

La partita termina con i due liberi seganti da Clark. Finisce 81-77.

 
#OnelastShot: il mondo del basket onora Kobe Bryant PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Lunedì 03 Febbraio 2020 11:29

vigevanoSi è tenuto ieri in tutta Italia e nel mondo One Last Shot: dalle 15, su 90 campetti in 17 regioni, oltre 6mila persone hanno indossato una maglietta o qualsiasi cosa ricordasse Kobe Bryant e hanno giocato a basket con amici e conoscenti in sua memoria. Questo è stato il modo spontaneo per rendere omaggio alla leggenda dell’Nba scomparsaCantùVenezia tragicamente nell’incidente in elicottero di una settimana fa insieme alla figlia Gianna e ad altre sette persone nei cieli della California.

Per un appassionato di basket il campetto è tutto, c’è la palla, c’è il canestro ci sono gli amici, è il luogo dove i sogni si possono avverare …. da Montecavolo all’NBA questo miracolo semplicemente è avvenuto dove il giocatore statunitense, che sentivamo anche “un po’ nostro” è cresciuto seguendo il padre cestista della palAso San Rocco Monza1lacanestro reggiana. Tutti i campetti d’Italia, sia quelli di periferia sia quelli delle squadre dilettantistiche che professionistiche ricordano il numero 24 dei Los Angeles Lakers scomparso una settimana fa con l’hashtag “onelastshot”.

Da Trieste ad Agrigento, passando ovviamente per Pistoia, Monza, Vigevano, Cantù, San Benedetto del Tronto, Reggio Calabria e Reggio Emilia, di ora in ora l’elenco delle adesioni Campo Parrocchiale di Montecavolo amatori1delle città si è allungato … un abbraccio collettivo che non si affievolisce anzi continua a prendere slancio: piangeva la stella Lebron James che ne raccoglierà l’eredità come migliaia di ragazzi nel mondo, forse, noi ci speriamo.

Perché Bryant non era solo un personaggio, un campione di pallacanestro, l’uomo dei record: era un modo di essere e non per niente ha lasciato la “Mamba Mentality”. Un personaggio da capire e da spiegare, soprattutto ai più giovani. Perché per parlare ai ragazzi servono gli esempi, non bastano le parole. E quale esempio migliore di uno come lui se vuoi raccontare cosa significgerardiana1hi etica professionale o cosa siano l’ossessione, l’impegno, la resilienza?

D’altro canto lo diceva anche Kobe, parlando di se stesso come genitore: “As a parent you can’t just talk the talk, you’ve got to walk the walk”. Come genitore non devi parlare e parlare ma continuare ad accompagnarli passo per passo con l’esempio.”

Si ringraziano:

asd lasvegasplayground - Parma

Campo Parrocchiale di Montecavolo - amatori

Aso San Rocco – Monza

Gerardiana Basket – Monza

Elachem Vigevano – Vigevano (L. Marmonti) – Serie B

Pallacanestro Cantù – LBA serie A

 
La Vero Volley Monza torna a vincere: Cisterna battuta 3-1 PDF Stampa E-mail
Lunedì 27 Gennaio 2020 09:59

vero schiacciatoriVero Volley Monza: Louati 9, Yosifov 10, Kurek 21, Dzavoronok 26, Beretta 8, Orduna; Goi (L). Galassi, Sedlacek 1. N.e. Calligaro, Federici (L), Capelli, Ramirez Pita, Buchegger. All. Soli

Top Volley Cisterna: Van Garderen 14, Szwarc 7, Patry 21, Palacios 16, Rossi 4, Sottile; Cavaccini (L). Peslac, Elia 1, Onwuelo, Rondoni. N.e. Rossato. All. Tubertini.

Durata set: 37', 30', 24', 31'. Tot. 2h02'.

Vero Volley Monza: battute vincenti 9, battute sbagliate 12, muri 6, errori 18, attacco 55%

Top Volley Cisterna: battute vincenti 6, battute sbagliate 15, muri 6, errori 22, attacco 52%

Impianto: Candy Arena di Monza

Spettatori: 1051

MVP: Riccardo Goi (libero Vero Volley Monza)

MONZA, 25 GENNAIO 2020 – La Vero Volley Monza torna alla vittoria dopo tre stop consecutivi regalandosi una serata ricca di soddisfazioni. Prova corale di grande intensità, grande reazione di carattere dopo aver perso il primo gioco e vittoria da tre punti, la prima del 2020, contro la Top Volley Cisterna nella quarta giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca 2019-2020. I monzesi partono sottotono, subiscono l'approccio determinato degli ospiti, guidati da un preciso Sottile in regia e dagli ottimi Patry e Palacios in fase offensiva, bravi a chiudere il primo set a proprio favore. Dal secondo gioco in poi è però la Vero Volley ad imporre un ritmo alto, con Orduna a smistare bene per le sue bocche fa fuoco Dzavoronok e Kurek, trovando nelle difese di Goi (MVP del match) e nei turni al servizio di Yosifov e Louati le armi per complicare la ricostruzione dei pontini. Sono però i break conquistati nei prologhi di secondo, terzo e quarto set a spianare la strada ai lombardi, in grado di gestire con lucidità il vantaggio e chiudere positivamente una sfida ostica.

Riccardo Goi (libero Vero Volley Monza): “Oggi siamo partiti un po' contratti, ma poi abbiamo fatto una buona partita: sono contentissimo. E' una vittoria che ci dà fiducia: i 3 punti erano fondamentali. Molte volte abbiamo dimostrato che siamo una squadra che può rimontare spesso.”

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 79
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

“Potevano scegliere fra il disonore e la guerra …”

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso)
Historia magistra vitae. Non dovremmo mai dimenticarlo ed invece, senza lungimiranza, dagli errori o dagli avvenimenti passati, sembra si resti estrani e non si impari nulla!
 
29 - 30 settembre 1938, Monaco, Germania. L'oggetto della Conferenza, tenutasi circa l’anno precedente lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, verteva sulle rivendicazioni tedesche della regione dei Monti Sudeti, posta in territorio cecoslovacco, ma abitata prevalentemente da popolazione di etnia tedesca. L’“Accordo di Monaco” con il quale Francia e Regno Unito cedevano alle richieste della Germania di Hitler, fu siglato dai principali uomini politici dell’epoca, Daladier e Chamberlain.

Leggi tutto...