Contenuto Principale

Come comportarsi in caso di precipitazioni nevose

Per la stagione invernale 2019 il Comune ha disposto le procedure di comportamento in caso di ghiacc...

potenziamento del servizio di trasporto pubblico a Monza

  E' questa la principale novità per Monza introdotta dal Programma di Bacino del Trasporto Pubblic...

L’omaggio di Monza al grande Rossini

Il 2018 è stato dichiarato “Anno Rossiniano” nel 150esimo anniversario della morte del gra...

Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019

In occasione della prossima Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019, anche i...

Al via il Piano freddo per i senza dimora

Anche quest'anno il Comune, in collaborazione con le associazioni di volontariato, ha predisposto ...

  • Come comportarsi in caso di precipitazioni nevose

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • potenziamento del servizio di trasporto pubblico a Monza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • L’omaggio di Monza al grande Rossini

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09
  • Al via il Piano freddo per i senza dimora

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Sport
Hockey: UVP Bassano – Teamservicecar HRC Monza 7-7 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 20 Febbraio 2019 19:46
PT 2' Franci, 15' Barbieri, 17' Nadini, 24' Franci (Pun). ST 1'45" Crespo, 2'41" Scuccato, 3' Zucchetti, 4' Franci, 11' Nadini, 11'15" Panizza, 17' D. Neves, 21' Baggio, 22' Franci.
Il Teamservicecar pareggia 7-7 a Bassano e guadagna un punto che lo mantiene ampiamente in corsa verso l'ottava posizione, anche alla luce del pareggio ottenuto dal Trissino nel derby con il Valdagno. Per i ragazzi di Colamaria si è trattato di una gara difficile, dettata anche dalla questione "psicologica" di avere in porta Lorenzo Uboldi, debuttante assoluto nella categoria. La sua prestazione è stata positiva ed anche grazie all'aiuto dei compagni è riuscito a superare la crisi di metà ripresa.
 
Leggi tutto...
 
Hockey: Teamservicecar HRC Monza – H. Sandrigo PDF Stampa E-mail
Lunedì 11 Febbraio 2019 07:36
Vince e convince il Teamservicecar, che batte 6-2 il Sandrigo e si mantiene in ottava posizione, raggiungendo il Trissino, con il Sarzana lì a due sole lunghezze. Per i ragazzi di Colamaria è un risultato che consente di lavorare con tranquillità in vista della gara contro il Benfica, il big match stagionale che si giocherà il prossimo sabato al PalaRovagnati.
 
La partita contro i Veneti non verrà certo ricordata per la spettacolarità del gioco, ma regala ampi spunti d'interesse. Innanzitutto la ritrovata vena offensiva di Nadini, che realizza la seconda tripletta stagionale dopo quella al Montreux e si mostra in ottime condizioni. Bene anche Pol Franci, che infila la rete del pareggio al termine di una sua "classica" incursione laterale. Da segnalare con il circoletto rosso anche i debutti di Sebastiano Schena e Lorenzo Uboldi. L'attaccante, che aveva già trovato spazio con il Montreux, ha rimediato un blu e fallito un paio di nitide occasioni, frutto di un'evidente emozione. Ottimo invece l'esordio del portiere, che a freddo si è esibito in un grande intervento su Cacau, parandone il tiro diretto.
 
Leggi tutto...
 
Il Monza stellare risale la classifica PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Febbraio 2019 10:48

brocchi

Il nuovo Monza targato Berlusconi sembra finalmente aver trovato la quadratura del cerchio in questa seconda parte di campionato. Dopo la vittoria contro la Sambenedettese nella 24^ giornata, gli uomini di Cristian Brocchi si sono insediati prepotentemente in zona play off a -4 dalla Triestina seconda in classifica. Come la partita precedente, la vittoria biancorossa sulla Sambenedettese è arrivata all'ultimo respiro grazie ad una prodezza di Anastasio, quando si diceva “in zona Cesarini”, e così i biancorossi salgono a -5 dalla seconda in classifica.

Di fatto il giudice Marini di Trieste concede cinque i minuti di recupero ma la partita è andata avanti lo stesso ed al 96’, è svanito il sogno della Samb pareggiare contro  un ottimo Monza. La bordata di Anastasio dai 25 metri è imparabile quanto imprevedibile per il portiere Pegorin.

La  Samb che ha il merito di aver lottato alla pari con i brianzoli, che dopo il mercato di gennaio sono una vera e propria corazzata: i sedici acquisti effettuati nel mercato di gennaio fanno la differenza.

Leggi tutto...
 
Hockey Roller Club Monza: Oggetto: Intervista a Julian Martinez PDF Stampa E-mail
Venerdì 01 Febbraio 2019 15:21
Martinez lancia il Monza in vista della sfida di Vercelli - La trasferta di Vercelli sarà l'ennesimo arduo passo di un cammino verso i playoff che si presenta arduo e ricco d'insidie. Per avere un quadro attuale della situazione ci siamo rivolti al capitano dei biancorossoblu, Julian Martinez, che ha analizzato la sfida persa martedì scorso con il Forte dei Marmi e disegnato il punto della situazione in vista della trasferta al Palapregnolato.
Per il "Dottore di Mendoza" il ko contro il Forte ha lasciato anche qualcosa di positivo "Martedì sera abbiamo iniziato benissimo - racconta Julian -, calando però alla distanza. Loro hanno una superiorità tecnica e fisica che in pista si è vista, soprattutto con il passare dei minuti, dove loro sono cresciuti e noi abbiamo fatto sempre più fatica. E in questo devo toccare ancora il punto dell'inesperienza che si manifesta certe situazioni. E non sto parlando di una mancanza di attitudine dovuta all'età, ma al vivere determinate situazioni. Ci manca proprio un baglio d'esperienza collettiva nell'affrontare certe partite. E voglio sottolineare che il primo a sbagliare sono stato io, che ho giocato in maniera nervosa, rimediando due cartellini che hanno messo in difficoltà la squadra".
 
La sconfitta ha però lasciato un segno importante nelle memorie dei ragazzi di Colamaria "Da questa partita abbiamo certamente imparato come dobbiamo gestire certe situazioni – afferma il capitano - . Anche se dobbiamo dire che rispetto all'andata quello di martedì è stato un Monza completamente differente per la gestione delle situazioni e approccio alla gara. Questo significa che abbiamo avuto una crescita. Abbiamo perso troppe palline e concesso occasioni importanti agli avversari: questo è il primo particolare su cui dovremo lavorare".
 
Accantonato Forte, nell'immediato orizzonte c'è Vercelli e le distrazioni non saranno ammesse "Noi dovremmo essere concentrati partita per partita - continua Martinez - , perché questo è un campionato molto complesso e di difficile lettura. Non esiste una partita semplice e anche Sandrigo sarà ricca d'insidie. Al Benfica ci penseremo a tempo debito. C'è un detto che recita «Non dobbiamo pranzare la cena», ebbene, inizieremo a dedicarci ai portoghesi dalla prossima domenica".
 
In vista di Vercelli le sensazioni sono comunque positive. Il Teamservicecar dall'inizio dell'anno ha subito solo due ko, contro la seconda e la terza in graduatoria. Due situazioni negative per il punteggio, ma positive per le competenze acquisite dal gruppo "Siamo la squadra più giovane d'Italia – conclude l'argentino -, ma anche una delle più lunghe: significa che dobbiamo sfruttare maggiormente la fortuna di avere rotazioni ampie. Fisicamente stiamo bene, a parte Marc Ollè, che ha un problema fisico che speriamo lo abbandoni in fretta. In Piemonte andiamo per portare a casa i 3 punti, perché vogliamo raggiungere gli obiettivi che ci siamo preposti: la maturità la dobbiamo acquisire in fretta.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 68
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Nomen Omen - Sanremo 2019

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Non ne faccio sicuramente una questione di italiano o non italiano, il pezzo di Mahmood poteva cantarlo anche un fiorentino con l'accento toscano incallito, o romano “de” Trastevere, solo che il motivo che ha vinto questa edizione del festival è di una bruttezza assoluta. Questo è il mio parere da “giornalista”, ma visto che il parere della Stampa e della Giuria tecnica (decisamente poco competente per quel compito), vale un …. sacco (anche se non si è capito quanto), allora mi permetto di giudicare. Se si pensa che adesso rappresenterà l’Italia all’Eurofestival, beh gli faccio proprio gli in bocca al lupo.
Ultimo è piaciuto al pubblico, questo è un dato di fatto! Visto che Dandini, Bastianch & company al limite si limiteranno a comprare un cd, vedo più commercializzabile il pezzo del ragazzo romano che ….. scusate tanto non è proprio l’ultimo dei “barlafüs” e accettate il mio lombardismo.
Nato a Roma ha seguito tutto il percorso di studi al Conservatorio Santa Cecilia, fondata nel 1556, incentrato sullo studio del pianoforte e poi della composizione, inizia a scrivere e comporre canzoni già all'età di quattordici anni. Il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, conosciuto in tutto il mondo accademico musicale, opera in ambito nazionale ed internazionale, svolge un’opera attenta, seria, e professionale nello sviluppo dei talenti sul territorio, realizza attività di formazione.
Il tempo è un ottimo misuratore di torti e ragioni. Basta aspettare. Diceva già tempo addietro Mark Twain: «se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare».
 

Siamo sicuri che la Supercoppa Juventus -Milan sia progresso?

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso).Jean-Jacques Rousseau, nel suo Discorso sulle scienze e sulle arti (1750), denunciava il carattere illusorio e mendace della civilizzazione. Dal suo punto di vista, l’unica qualità che poteva distingue i popoli più evoluti era l’abilità nell’occultare, che significava evitare la brutalità dei rapporti sociali. “La raffinatezza, scriveva, è un velo steso sopra la barbarie”. Il Discorso sulle scienze e sulle arti è un capolavoro di retorica. Si apre con un panegirico del progresso umano che riprende e porta all'apice i valori illuministi: l’eroica vittoria su ciò che è brutale, l’uscita dell’umanità dalle tenebre, lo slancio prometeico verso una conoscenza che abbracciava sia il mondo fisico, sia il progresso tecnologico sia il mondo morale.

Il mito del progresso sull’emancipazione delle donne a Gedda viene svuotato dietro la gloriosa apparenza tecnologica del settore per le donne, nelle piccole giocatrici che scendono in campo con i più grandi calciatori del mondo. La Supercoppa diventa perciò un potente effetto retorico, si compie in una società dove la cultura ammanta l’oppressione politica e dove le convenzioni impongono l’ipocrisia, rendendo impossibile ogni comunicazione autentica.

Eppure lo spirito ha anche i suoi bisogni al pari o forse superiori a quelli del corpo. Questi sono il fondamento della società, l’ornamento primario di un vero progresso. Mentre il governo e le leggi provvedono alla sicurezza e al benessere delle persone.

“La ricchezza dell’adornamento può rivelare un uomo opulento e la sua eleganza un uomo di gusto; ma l’uomo sano e robusto si riconosce da altri segni: sotto l’abito rustico d’un agricoltore, non sotto la doratura di un cortigiano si troverà la forza e il vigore del corpo. L’adornamento non è meno estraneo alla virtù, la quale è la forza e il vigore dell’anima. L’uomo dabbene è un atleta, che si compiace di lottar nudo; egli disprezza tutti quei vili ornamenti che impaccerebbero l’uso delle sue forze, e che per la maggior parte non son stati inventati che per nascondere qualche deformità.”

Fino a quando i giornali scriveranno …”che allo stadio sono attesi 62mila tifosi ed anche 15mila donne … e non …”sono attesi 77mila spettatori, continueranno ad edulcorare un primario ordinamento di progresso.