Contenuto Principale

via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

E’ in fase di decollo il rifacimento delle fognature di via Buonarroti, deteriorate dalle infiltra...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

  Il Settore Istruzione organizza i Centri ricreativi estivi, con l’obiettivo di offrire a bambini ...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

ESTATE 2020: TUTTI I CANTIERI A MONZA PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 21 Luglio 2020 09:12

Nuovi asfalti, piste ciclabili, interventi sulla sicurezza stradale, interventi di riqualificazione urbana, manutenzione straordinaria di segnaletica e semafori. Quella del 2020 sarà un’estate di cantieri con ruspe e operai al lavoro in diversi punti della città, dal centro ai quartieri.

Investimenti per oltre 12 milioni di euro

L’Amministrazione Comunale ha messo sul tavolo oltre 12 milioni di euro (12.216.767 euro) per tutti gli interventi che inizieranno o proseguiranno nel corso di questi mesi estivi.

Nuovi asfalti per 70 mila mq

Prosegue il «maxi piano strade», iniziato lo scorso mese di maggio.

La Giunta ha investito 3.000.000 euro per rifare 70.610 mq di asfalto e 990 metri di marciapiedi in una cinquantina di strade, suddivise in tre lotti: viale Brianza, viale Cavriga, via Pergolesi, via Ramazzotti, viale Battisti, via Sant’Andrea, via Sgambati, via Caronni, via Cantù, via Rivolta, via Sacconi, via Carlo Alberto, viale Regina Margherita, piazza Citterio, via Tiepolo, via Cederna, via Correggio, via Adda, via Fieramosca, via Piave, viale Stucchi/Sicilia, via Pascoli, via Fiume, piazzale IPSIA «Ferrari», viale Marconi/viale Fermi/viale Industrie, viale Fermi/Buonarroti/Industrie, via Sangalli, via Vittorio Veneto, via Ticino, via Tazzoli, via Iseo, via Monte Ceneri, via Sempione/canale Villoresi, via Meraviglia, via Monte Albenza, via Monte Oliveto/Monte Cengio, viale Lombardia, via Garigliano, via Meda, via Fiumelatte, via Monte San Primo/SS 36, via Galvani, via Ampere, corso Milano.

I lavori si concluderanno tra ottobre e novembre.

Asfalto «stampato» tra via Zavattari e largo XXV Aprile

Settimana prossima si aprirà il cantiere per rifare la pavimentazione del tratto di 1.755 mq. tra via Zavattari e largo XXV Aprile, due importanti strade del centro danneggiate dal continuo passaggio di macchine e autobus.

Il progetto prevede la posa di asfalto «stampato», una tecnologia che consente di migliorare la durata della pavimentazione riprendendo la forma ed il colore dei materiali di pregio attuali per continuare a dare l’idea di camminare sulle lastre in pietra di Luserna.

Il costo dei lavori è di 500 mila euro.

Due milioni e mezzo di euro per la manutenzione straordinaria

Ad agosto inizierà il piano di manutenzione straordinaria delle strade.

Sono previsti lavori su 62.243 mq di asfalto e 195 metri di marciapiedi.

Le strade coinvolte sono: autostazione autobus Porta Castello, via Mentana, via Castelfidardo, rotonda Buonarroti/Mentana/Foscolo, via Gorizia, via Col di Lana, via Marelli, via Ferrari, via Rota, viale Battisti (entrambe careggiate da viale Brianza a via Donizetti), via Boccaccio, via Cantore, via Annoni (da via Filzi a via Cantore), via Santuario Grazie Vecchie (da via Filzi a via Cantore). L’investimento complessivo previsto è di 2.500.000 euro e i lavori sono previsti tra agosto e settembre.

Ponte Colombo, a ottobre l’inaugurazione

Proseguono i lavori, iniziati lo scorso 25 maggio, per la demolizione e la ricostruzione del ponte sul fiume Lambro in via Colombo.

La struttura portante sarà costituita da travi in acciaio corten che consentirà di eliminare le operazioni di verniciatura delle travi e permetterà di ridurre le opere di manutenzione del ponte stesso con una riduzione dei costi, mentre la pavimentazione del ponte riprenderà quella di via Spalto Piodo: i materiali usati, infatti, richiameranno il disegno e il colore del porfido.

I parapetti, infine, saranno in continuità con quelli della passerella del mercato.

Previste due corsie ciclopedonali e una centrale veicolare.

Quest’ultima, delimitata da barriere di protezione, sarà riservata ai residenti e ai mezzi di soccorso.

Il traffico sarà a regolato a senso unico alternato.

Il cantiere si svilupperà in due fasi: la prima – attualmente in corso - consiste nella demolizione del ponte, mentre la seconda nel montaggio della nuova struttura e nel suo posizionamento sul fiume Lambro. Tutte le fasi dei lavori sono state pensate per non interferire con l’alveo del Lambro e, quindi, contenere al massimo i tempi di esecuzione dei lavori. Proprio per questo abbiamo anche previsto un collaudo in corso d’opera finalizzato a “tagliare” ulteriormente la durata del cantiere e il trasporto e lo scarico del materiale in orari notturni. Il nuovo ponte, infine, migliorerà anche la sicurezza dell’area in caso di piena del fiume perché risulta più alto e, quindi, aumenta lo spazio per il passaggio dell’acqua.

L’importo complessivo è di 753.289 euro e i lavori si concluderanno per la fine di ottobre.

Quattro ciclabili per una mobilità sempre più sostenibile

Monza ridisegna la mobilità nel post Covid attraverso la realizzazione di quattro piste ciclabili: Brumosa, Fermi/Monte Santo, Borgazzi, Battisti. L’investimento complessivo per le quattro ciclabili è di 2.104.459 euro e i lavori si concluderanno tra agosto e gennaio.

L’idea nasce dalla necessità di riservare più spazio alla cosiddetta mobilità dolce.

I cantieri di riqualificazione urbana

Ad agosto si concluderanno due importanti interventi di riqualificazione:

viale Lombardia (449.808 euro)

area taxi dell’Ospedale San Gerardo (48.000 euro).

Nelle prossime settimane cominceranno i lavori per la realizzazione del sottopasso De Marchi/Einstein che prevede un investimento di 2.500.000 euro.

Traffico e pedoni in sicurezza

In programma, infine, interventi di sicurezza e moderazione del traffico, manutenzione ordinaria della segnaletica non luminosa e straordinaria della segnaletica stradale e dei semafori (piazzale Viriglio/Lario/Elvezia/Battisti/Brianza; via Lecco/Cantore; via Libertà/Bertacchi; via Cavallotti Volturno).

Gli impianti semaforici saranno dotati di sensori in grado di «misurare» il traffico a seconda degli orari e dei giorni della settimana, migliorando la circolazione contenendo l’inquinamento atmosferico.

Gli impianti semaforici degli attraversamenti pedonali di via San Rocco/Solone e di via Lario, in prossimità dell'istituto «Mamma Rita», saranno riqualificati con luci led, l'introduzione di pulsanti e dispositivi sonori per non vedenti e «countdown» per visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci dei semafori.

Previsto un investimento complessivo di 900.000 euro.

 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

SCUOLA: FINALMENTE E’ TUTTO CHIARO … LE RIME BUCCALI in primis

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Vi assicuro che all’inizio ho avuto un attimo di smarrimento!

scuolaOvvero … prima avevo provato quasi un senso di sollievo all’annuncio sulla pagina ufficiale del MIUR delle linee guida per la riapertura delle scuole a settembre. Dopo quattro mesi di scuole chiuse, maree di bambini e genitori appresso (soprattutto per le scuole di primo ordine), ragazzi alienati dalla didattica a distanza, con metà dei programmi azzerati e con lacune difficilmente colmabili, con professori frustrati e sfiniti avevamo almeno una certezza: la data di riapertura, 14 settembre.

Ma … perché esiste in questo paese sempre un “ma” aggiunto ad un “modo indicativo di un tempo coniugato al futuro” ci dicono che il destino del ritorno sui banchi degli studenti sarà legato alle variabili leggi sul distanziamento sociale messe in atto dal Comitato Tecnico Scientifico basandosi sul “cruscotto” e soprattutto sulle "rime buccali".

Forse un riferimento d’annunziano, un accenno alla poesia bucolica del greco Teocrito, o un tipo di rima virginiana ripresa da Dante?

Escluso Shakespeare e la poesia successiva provenzale che usava una struttura metrica di 14 endecasillabi e non mi pareva perciò una unità di misura di distanziamento sono dovuta ricorrere alla mia “task force medica” privata e gratuita, mio fratello, mio padre e mio zio … medici!

 

Leggi tutto...