Contenuto Principale

Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

(Laura Giulia D'Orso) Per favore basta dirci bugie. Un intero popolo chiede che le Istituzioni non...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

(Paolo Mariani) Fermo restando il massimo rispetto per tutti coloro che si sono prodigati e ancora s...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

  • Coronavirus, gruppo FS Italiane: misure e iniziative

    Domenica 23 Febbraio 2020 20:55
  • Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Caso positivo nel centro d'accoglienza di Camparada PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 16 Marzo 2020 16:21
"Potenziare gli interventi e le misure per limitare e prevenire i contagi a Camparada, valutando la quarantena per tutti gli ospiti" E' quanto chiede la Lega con una lettera alla prefettura e ai vertici di ATS Brianza dal senatore Emanuele Pellegrini e il consigliere regionale Alessandro Corbetta, a seguito della notizia emersa circa la presenza di un richiedente asilo positivo al covid-19 nell'ex convento delle suore di Camparada e la messa in quarantena di 12 persone della struttura di accoglienza su circa 130 ospiti.
"Siamo seriamente preoccupati – spiegano Pellegrini e Corbetta - da ciò che è emerso all'interno dell'ex convento di Camparada in cui sono presenti circa 130 richiedenti asilo. Per questo motivo abbiamo scritto una lettera alla prefettura e ai vertici di ATS per chiedere un potenziamento dei controlli e valutare la possibilità che tutti gli ospiti vengano messi in quarantena in via precauzionale. Riteniamo infatti che una situazione come quella del centro di Camparada sia potenzialmente esplosiva per la popolazione, anche perché ci viene segnalato che diversi ospiti circolano liberamente per il territorio nonostante il divieto imposto dal DPCM, e che vadano quindi messi in campo tutti gli strumenti necessari al fine di garantire la sicurezza sia degli ospiti che dei cittadini camparadesi e brianzoli in generale."
 
Nella lettera dei due esponenti leghisti si legge infatti: "considerato che gran parte degli occupanti dell'immobile attualmente non soggetti a quarantena, sono regolarmente circolanti presso il territorio comunale e non solo, riteniamo imprescindibile un intervento volto a limitare la potenziale diffusione di contagi positivi su tutto il territorio della Brianza, valutando anche la quarantena precauzionale per tutti gli ospiti presenti nel centro."
 
"Siamo sicuri – concludono Pellegrini e Corbetta - che ATS e Prefettura stiano facendo il massimo in questa direzione, riteniamo però che casi del genere sia necessario prendere le misure precauzionali più ampie e rigorose possibili"
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

“Potevano scegliere fra il disonore e la guerra …”

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso)
Historia magistra vitae. Non dovremmo mai dimenticarlo ed invece, senza lungimiranza, dagli errori o dagli avvenimenti passati, sembra si resti estrani e non si impari nulla!
 
29 - 30 settembre 1938, Monaco, Germania. L'oggetto della Conferenza, tenutasi circa l’anno precedente lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, verteva sulle rivendicazioni tedesche della regione dei Monti Sudeti, posta in territorio cecoslovacco, ma abitata prevalentemente da popolazione di etnia tedesca. L’“Accordo di Monaco” con il quale Francia e Regno Unito cedevano alle richieste della Germania di Hitler, fu siglato dai principali uomini politici dell’epoca, Daladier e Chamberlain.

Leggi tutto...