Contenuto Principale

Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

(Laura Giulia D'Orso) Per favore basta dirci bugie. Un intero popolo chiede che le Istituzioni non...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

  • Coronavirus, gruppo FS Italiane: misure e iniziative

    Domenica 23 Febbraio 2020 20:55
  • Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Seveso: il sindaco informa di un ricoverato per “coronavirus” PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Sabato 14 Marzo 2020 06:30
L’Agenzia di Tutela della Salute della Brianza ha informato il Sindaco di Seveso, Luca Allievi, del ricovero presso l’ospedale di Desio di un residente nel Comune di Seveso sessantenne risultato positivo al virus Covid-19.
Riguardo a questa comunicazione il sindaco ha registrato un messaggio video per la cittadinanza sevesina che qui è riassunto: “Lunedì scorso vi avevo informato circa un residente di Seveso risultato positivo al ‘coronavirus’ e che purtroppo era deceduto. Oggi vi devo informare che ATS Brianza mi ha contattato riferendomi di un secondo caso di residente a Seveso positivo al tampone del ‘coronavirus’. Questa persona è attualmente ricoverata presso l’ospedale di Desio. Come comunità mandiamo a lui e alla sua famiglia un grande abbraccio, anche se virtuale, con tanti auguri di pronta guarigione.
 
Questa informazione non deve creare né panico né paure. ATS Brianza ha già messo in pista tutti i protocolli che devono essere attivati in questi casi per andare a controllare le interazioni strette che questa persona ha avuto negli ultimi tempi; e qualora dovesse riscontrare delle criticità ritornerà da noi con ulteriori informazioni. Invito tutti a mantenere la calma e a seguire le prescrizioni sanitarie che più volte sono state pubblicizzate negli ultimi tempi. E soprattutto, cosa molto importante, a seguire pedissequamente le prescrizioni contenute nei vari decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri nonché nelle ordinanze che ho firmato in questi giorni. Capisco che queste direttive possano sembrare limitanti della propria libertà, ma sono l’unico modo per contenere il contagio di questo virus, che sta mettendo in seria difficoltà il sistema sanitario della nostra regione. Ci sono centinaia e centinaia di persone che in questo momento stanno lavorando negli ospedali e anche in ATS senza ferie, senza permessi, con turni massacranti, per sconfiggere questo contagio. Cerchiamo di dare una mano anche a loro che stanno cercando di dare un mano a noi. Credo che solamente l’unitarietà di una comunità che si muova in maniera responsabile possa aiutare tutti quanti noi a uscire dal momento critico in cui ci troviamo. Quindi rinnovo a tutti un duplice messaggio: quello di rimanere tranquilli ma anche di fare attenzione, di seguire tutte le prescrizioni anzidette, che potete trovare pubblicate sul portale del Comune e anche sulla pagina Facebook ufficiale. Dunque, non uscite di casa se non strettamente necessario. Solamente così si può limitare il contagio e uscire il prima possibile da questa situazione assolutamente straordinaria in cui noi tutti ci troviamo.
 
Desidero poi fare un ulteriore ringraziamento ai commercianti e agli artigiani che già prima della firma dell’ultimo DPCM avevano deciso autonomamente di sospendere la propria attività. So benissimo quanto questo sia stato costoso sotto l’aspetto morale, professionale e anche economico. A tutti loro va un grande grazie perché hanno mostrato una coscienza civile incredibilmente alta.
Concludo con un appello: dobbiamo essere una comunità unita, responsabile, coscienziosa, che guarda al futuro con assoluta decisione e con assoluta tranquillità nel rispettare le regole.
Vi rinnovo il mio impegno a comunicarvi immediatamente informazioni importanti e di interesse urgente”.
Il messaggio video integrale è visibile “online” sia sul portale del Comune di Seveso che sulla pagina FB ufficiale
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Paolo Mariani) Fermo restando il massimo rispetto per tutti coloro che si sono prodigati e ancora si impegnando in questa situazione di emergenza i paragoni tra l’allestimento dei padiglioni fieristici di Bergamo e Milano con la costruzione dell’ospedale Huoshenshan sono impropri. In ciascuno dei due casi il lavoro è encomiabile. Entrambi sono stati realizzati in una situazione di emergenza, ma ciascuna delle due soluzioni parte da un modo diverso di affrontare e gestire il problema.