Contenuto Principale

Equitalia: è impreciso dire "rottamazione"

(Laura Giulia D’Orso) E’ iniziato il conto alla rovescia per la rottamazione degli interessi e more ...

Contrordine ragazzi, non è importante imparare le lingue

(Laura Giulia D’Orso) Frequentare un corso di lingua straniera, conoscere il francese, dialogare in ...

Definiti i contributi IVS 2017 di artigiani e commercianti

(Laura Giulia D’Orso) Il contributo IVS (Invalidità, Vecchiaia, Superstiti) è una forma di contribuz...

Le novità del Modello 730/2017

A partire dal 15 Aprile 2017, il modello 730 precompilato verrà messo a disposizione del contribuent...

Comunicazione IVA e liquidazioni periodiche

Il D.L. 193/2016, convertito in L. 225/2016, ha previsto dal 2017 un nuovo adempimento fiscale consi...

  • Equitalia: è impreciso dire "rottamazione"

    Mercoledì 02 Novembre 2016 07:25
  • Contrordine ragazzi, non è importante imparare le lingue

    Giovedì 15 Dicembre 2016 07:28
  • Definiti i contributi IVS 2017 di artigiani e commercianti

    Martedì 21 Febbraio 2017 07:14
  • Le novità del Modello 730/2017

    Venerdì 07 Aprile 2017 06:41
  • Comunicazione IVA e liquidazioni periodiche

    Giovedì 04 Maggio 2017 05:35

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Premi per le aziende più virtuose della Lombardia PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 22 Maggio 2017 11:57
Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia lanciano il contest dedicato alle eccellenze imprenditoriali del territorio che concorreranno in 5 categorie:innovazione, comunicazione, prodotto, continuità generazionale e impegno sociale. Montepremi complessivo di 210 mila euro e candidature aperte dal 7 giugno
 Un concorso dedicato alle imprese che più si sono distinte in Lombardia e che oggi rappresentano un esempio di successo ed eccellenza imprenditoriale: è al via Imprese di Valore, l'iniziativa di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per premiare le migliori realtà del territorio.
Imprese di Valore nasce con l'obiettivo di valorizzare le idee vincenti che hanno permesso alle imprese di compiere un significativo progresso, di meglio posizionarsi sul mercato di riferimento rispetto ai concorrenti e di promuovere quelle buone prassi aziendali in grado di stimolare innovazione, competitività e nuovi progetti sul territorio.
Le candidature dovranno essere presentate dal 7 giugno al 5 settembre, mentre sono 5 le categorie entro cui le imprese potranno competere: innovazione, comunicazione, prodotto, continuità generazionale (almeno 70 anni di attività) e impegno sociale.
In palio 210 mila euro di montepremi complessivo suddiviso in 23 premi: dai 15 mila euro per i primi 3 tre classificati ai 5 mila euro per le aziende che si aggiudicheranno gli ultimi 9 premi. La valutazione delle candidature e l'assegnazione dei premi spetterà a una Giuria composta da rappresentanti di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia a cui potranno aggiungersi anche esperti del mondo accademico e imprenditoriale.
 
"Troppo spesso – dichiara Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia – le storie di successo non fanno rumore e la retorica della crisi economica nasconde i casi di eccellenza che il sistema produttivo lombardo continua ad affermare. Abbiamo sostenuto e finanziato questo concorso perché vogliamo raccontare e premiare il valore che le imprese creano in Lombardia ogni giorno, esempi di successo che sono simbolo del nostro saper fare e di speranza per il futuro. Elementi unici della nostra identità e dell'attrattività della nostra regione nel mondo, che meritano di essere portati alla luce, soprattutto in questo momento in cui si intravedono segnali di crescita e si sente il bisogno, anche nell'impresa, di rimettere al centro il merito, con l'uomo e la sua capacità di evolvere".
 
"Con oltre 800 mila imprese attive in Lombardia c'è il rischio che alcune delle più esaltanti esperienze imprenditoriali non siano sufficientemente valorizzate e conosciute – commenta Gian Domenico Auricchio, Presidente di Unioncamere Lombardia – anche se la loro divulgazione è estremamente importante per dare fiducia a tutte le imprese che giornalmente si confrontano con la necessità di evolvere in un contesto di mercato ed economico non facile. A questo serve il premio: ridare orgoglio a tutte le categorie produttive e agli imprenditori capaci di innovare e reinventarsi con successo".
 
Imprese di Valore è rivolto alle aziende che operano in diversi settori del mondo imprenditoriale: commercio, industria, artigianato, servizi e turismo. Ogni impresa, nel completare la propria domanda di ammissione al concorso, dovrà descrivere la propria buona prassi: quell'idea vincente che le ha permesso di distinguersi nel proprio mercato, gli obiettivi raggiunti e l'originalità di un modus operandi che si traduce in vantaggio competitivo.
 
Le candidature dovranno essere presentate allo Sportello Virtuale servizionline di Unioncamere Lombardia:
 
Per ulteriori informazioni il Regolamento del concorso è disponibile sui siti di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia:
http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/imprese/imprese-commerciali/concorso-imprese-valore/concorso-imprese-valore
 
http://www.unioncamerelombardia.it/images/file/AT_BANDI%202017/Regolamento_imprese_di_valore_10maggio.pdf
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>