Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Pellegrini e Arena: aggressione indegna PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 20 Febbraio 2017 07:34
(Comunicato Stampa) "Non è la prima volta che a Monza accadono episodi di questo tipo, ma in questa circostanza le autorità e in particolare la prefettura non potevano non sapere della presenza del nostro gazebo e del passaggio dei centri sociali. Per fortuna nessuno si è fatto del male ma poteva andare molto peggio, il prefetto quale autorità di pubblica sicurezza dovrà spiegare come mai, per l'ennesima volta, non è stato in grado di svolgere il proprio compito.
A Monza non può essere tollerata la violenza politica, nel programma elettorale chiederemo con forza l'inserimento di un punto che preveda la chiusura del centro sociale e la linea dura contro questi facinorosi"

Sulla questione interviene anche il capogruppo in consiglio provinciale Andrea Villa, che dichiara:"Quelli che si definiscono "antifascisti" hanno questo senso della democrazia e della libertà! E magari quando c'è la giornata contro la violenza sulle donne aderiscono alle manifestazioni con i nastrini rossi: merde e ipocriti, non meritate la libertà che vi offre la democrazia."

 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>