Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Integrazione al contrario: Il PD si sottomette definitivamente all'invasione! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Domenica 11 Dicembre 2016 15:07
È dura la reazione della Lega Nord in seguito alla notizia dell'accordo tra provincia, comune e centro islamico monzese per concedere gratuitamente gli spazi dell'istituto mosè bianchi al fine di organizzare corsi di lingua araba (a pagamento).
Per il segretario cittadino della lega nord, Federico Arena si tratta di una scelta del tutto fuori luogo: "è preoccupante sentire l'assessore all'istruzione vantarsi di un simile accordo, da provincia e comune mi sarei aspettato piuttosto di vedere offrire dei corsi di cultura e tradizione brianzola o lombarda piuttosto che dei corsi di arabo per figli di arabi.

Se queste persone hanno deciso di vivere in Lombardia mi sembra logico che siano loro in primis a dovere, e sopratutto a volere, integrarsi con noi, partendo dalla conoscenza e dal rispetto di quella che è la nostra storia, delle nostre tradizioni e della nostra cultura. Se non intendono farlo non si può di certo pensare ad una integrazione al contrario come questa, nessuno li trattiene e, per quanto mi riguarda, se non c'è questa volontà possono scegliere di vivere in qualsiasi altro paese del mondo"

Sulla stessa lunghezza d'onda il consigliere provinciale Andrea Villa: "c'è solo un modo per capire  se siamo davanti ad una discriminazione: presenteremo regolare istanza per organizzare dei corsi di dialetto brianzolo, nel pieno rispetto della legge regionale sulla tutela della lingua lombarda approvata da poco. Vedremo se anche a noi saranno concesse gratuitamente le strutture della provincia.

Sono scelte deplorevoli come queste e le disparità di trattamento ad esse correlate ad alimentare le manifestazioni di razzismo ed intolleranza nei confronti degli stranieri."
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>