Contenuto Principale

Equitalia: è impreciso dire "rottamazione"

(Laura Giulia D’Orso) E’ iniziato il conto alla rovescia per la rottamazione degli interessi e more ...

Contrordine ragazzi, non è importante imparare le lingue

(Laura Giulia D’Orso) Frequentare un corso di lingua straniera, conoscere il francese, dialogare in ...

Definiti i contributi IVS 2017 di artigiani e commercianti

(Laura Giulia D’Orso) Il contributo IVS (Invalidità, Vecchiaia, Superstiti) è una forma di contribuz...

Le novità del Modello 730/2017

A partire dal 15 Aprile 2017, il modello 730 precompilato verrà messo a disposizione del contribuent...

Comunicazione IVA e liquidazioni periodiche

Il D.L. 193/2016, convertito in L. 225/2016, ha previsto dal 2017 un nuovo adempimento fiscale consi...

  • Equitalia: è impreciso dire "rottamazione"

    Mercoledì 02 Novembre 2016 07:25
  • Contrordine ragazzi, non è importante imparare le lingue

    Giovedì 15 Dicembre 2016 07:28
  • Definiti i contributi IVS 2017 di artigiani e commercianti

    Martedì 21 Febbraio 2017 07:14
  • Le novità del Modello 730/2017

    Venerdì 07 Aprile 2017 06:41
  • Comunicazione IVA e liquidazioni periodiche

    Giovedì 04 Maggio 2017 05:35

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Monza dice stop all'invasione? PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Mercoledì 12 Ottobre 2016 05:59
Riceviamo e pubblicahiamo.
(Comunicato Stampa) Sabato 15 ottobre, dalle ore 14, si terrà un presidio di protesta organizzato dalla Lega Nord e da La Destra per chiedere alla prefettura e alle istituzioni cittadine di risolvere le assurde situazioni che si sono create in città, a partire dal caso di via Asiago, e per chiedere con forza di fermare i nuovi arrivi.
Al presidio prenderanno parte numerosi cittadini esasperati dalla mala gestio dell'accoglienza di centinaia di richiedenti asilo; oltre alla cittadinanza e ai rappresentanti cittadini dei partiti saranno presenti anche il segretario federale della Lega, Matteo Salvini e il segretario nazionale de La Destra, Francesco Storace con l'intento di spendersi in prima persona per risolvere situazioni ormai drammatiche

"Siamo fortemente preoccupati per quello che sta accadendo in città – dichiara il segretario cittadino della Lega Nord Federico Arena- la situazione è già grave e ingestibile ad oggi, nonostante ciò si fanno sempre più insistenti le voci che danno per certi nuovi arrivi in diverse zone della città. La Lega, insieme a tutti quanti vorranno collaborare con noi, non si fermerà fino a quando non si arriverà a soluzioni di buon senso. È inconcepibile pensare che la nostra gente si trovi a dover essere prigioniera in casa propria, case acquistate con fatica e con mutui trentennali, oggi svalutate e danneggiate per via di istituzioni incapaci che hanno portato ad una situazione fuori controllo. Uno stato che tutela gli ultimi arrivati e non i suoi cittadini è uno stato fallito, noi non ci stiamo!"

"La Destra - dichiara Massimiliano Meloni, coordinatore provinciale de "La Destra"- è in contatto e in supporto da mesi con i cittadini di via Asiago, raccogliendo quotidianamente, tramite il segretario cittadino Francesca Giarmoleo, le istanze dei Residenti e promuovendo quando possibile gli incontri con le istituzioni, che però sembrano sorde e cieche di fronte ad una situazione che se lasciata allo stato attuale potrebbe presto sfociare in proteste plateali e disordini. Sappiamo che Via XX settembre e il quartiere San Biagio saranno le prossime destinazioni allestite per "questo business"... al Sindaco e al Prefetto dico solo che così stanno istigando i cittadini alla guerra civile. Come promesso faremo sentire la voce dei cittadini e succederà sabato 15 ottobre."

Ufficio stampa

Lega Nord Sezione di Monza
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>