Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Il Comune si apre ai cittadini PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 10 Marzo 2015 14:05
130916 monza stemmaSi terrà nella serata di giovedì 19 marzo, dalle 20.30 al Teatro Binario 7 di via Turati 8, il Rapporto alla città, durante il quale il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, e gli assessori della giunta comunale, illustreranno ai cittadini i progetti realizzati durante la prima metà del mandato amministrativo. L’articolazione del Rapporto seguirà la suddivisione in tre macroaree che ha caratterizzato il programma elettorale del sindaco, successivamente approvato dal Consiglio comunale: le persone, il territorio e le risorse.
A poche settimane dall’avvio di Expo 2015 saranno quindi illustrate le iniziative per aumentare la capacità attrattiva di Monza, predisposte in collaborazione con i soggetti del territorio, leva su cui l’amministrazione ha deciso di puntare con maggiore decisione per rimettere in moto lo sviluppo economico della città. Sarà fatto il punto sui lavori pubblici e la manutenzione del patrimonio comunale, tra cui l’avvio dei rifacimenti strutturali dei manti stradali, dei marciapiedi e l’accelerazione degli interventi di ristrutturazione degli alloggi per renderli più velocemente disponibili per gli aventi diritto; e poi sulla gestione e la sistemazione del patrimonio di strutture sportive, a cominciare dagli investimenti stanziati per sistemare palestre e impianti pubblici. E poi la tutela del territorio, con l’approvazione dei provvedimenti per l’inserimento di una quota significativa di suolo libero e agricolo in parchi sovracomunali e regionali, oltre al lavoro svolto per la predisposizione del nuovo documento di piano che ha nelle sue linee direttrici la riduzione del consumo di suolo e il recupero delle aree dismesse.
Spazio inoltre all’innovazione tecnologica, con l’avvio del progetto per rendere più moderna l'intera amministrazione comunale e aumentare i servizi on line rivolti a cittadini e imprese. E poi gli sforzi compiuti dalla giunta Scanagatti nella spending review e, nonostante i tagli dei trasferimenti statali, per mantenere il set di servizi sociali, destinati soprattutto alle persone più bisognose, e i progetti avviati per decentrarne l’offerta nei quartieri. E ancora la garanzia di appostamenti adeguati per le attività culturali, tra le quali è da sottolineare l’apertura del nuovo museo della città alla Casa degli Umiliati, oltre al mantenimento di uno standard di assoluto rilievo nel settore della pubblica istruzione. La promozione della partecipazione, con l’avvio delle Consulte, l’apertura di nuovi centri civici cittadini e il Bilancio partecipativo, per il quale sono in corso fino al 29 marzo le votazioni finali per individuare i progetti proposti direttamente dai cittadini che saranno finanziati con 800 mila euro.

Nella stessa settimana, sabato 21 marzo dalle 14 alle 18, sarà invece la volta di Comune aperto, iniziativa durante la quale tutti i cittadini potranno visitare la sede di Piazza Trento e Trieste e chiedere informazioni sul funzionamento della macchina comunale. Per l’occasione saranno anche pubblicati i principali dati sulla trasparenza amministrativa, relativi alla struttura organizzativa e alle principali performances.
In entrambe le occasioni, Rapporto alla città e Comune aperto, i cittadini residenti a Monza potranno esprimere il proprio voto a sostegno dei progetti selezionati nell’ambito del Bilancio partecipativo.
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

I Lombardi

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso)

In Lombardia fin da piccolo impari che:

“Non ce la faccio – non si può dire.

“Non ci riesco – non esiste.

“Sono stanco” … non è mai abbastanza!

Ecco come sono i Lombardi nel bene o nel male a seconda di come

li vuoi guardare!

Testa bassa e lavorare.

I Lombardi, quelli veri, chiamati per scherzo Polentoni, sì, perché era la

polenta che si mangiava in tempi di difficoltà. Ma offendersi, mai.

Sì, perché la polenta è ruvida e dura fuori, con quella crosticina che si forma

quando si raffredda ma dentro dolce ed avvolgente.

I Lombardi sono così: dentro sono buoni, con il cuore tenero, fieri delle cose

rassicuranti: acqua sale e farina gialla.

I Lombardi ci sono.                                                                                                                                                                                

Sempre.

Silenziosi ma presenti, su loro puoi contare, sempre.

Molti non li sopportano, lo si percepisce, ma se te ne innamori … beh allora

sei spacciato perché sarà per sempre.

Piange la Lombardia, in silenzio e con orgoglio.

Lo fa senza rumore per non disturbare, con toni semplici e concreti.

Tenendo gli occhi bassi e la testa piena di mille pensieri, cercando soluzioni.

Passano le ambulanze con le sirene accese e i lombardi sentono e continuano.

Se la Lombardia si potesse abbracciare lo farei adesso, forte.

Non mollare, non lo hai mai fatto.

Ricordi? Non si può dire “non ce la faccio”

“non riesco” qui non esiste”

“sono stanca! non è mai abbastanza, ancora un po’”!

Una regione non si misura dalla sua lunghezza e larghezza ma dall’ampiezza

delle sue visioni e se decidi di sceglierla come “casa” devi sapere che

devi essere all’altezza dei suoi sogni!

 

“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”. Cit. Goebbles  -  il ruolo delle fake news

La minoranza di coloro che leggeranno la frase la attribuirà ad un certo Joseph Goebbles. Altri la cercheranno su internet. Inoltre, navigando online, risulteranno richiami di articoli tipo quello, apparso nel 2016 sul Fatto Quotidiano: Gaffe di Farinetti: “Come diceva Goethe, a forza di ripetere una roba questa diventa vera. Ma la frase era di Goebbels!”

Leggi tutto...