Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Politica & Territorio
Autodromo di Monza: un museo per la storia dell’automobilismo e per riqualificare le sopraelevate PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Maggio 2014 19:51
110310-001Il Consiglio regionale lombardo ha dato il via libera alla mozione, presentata dal consigliere brianzolo Lino Fossati, che chiede l’apertura di un museo interattivo sotto le curve sopraelevate, uno dei simboli dell’autodromo di Monza. “L’autodromo – ha spiegato Fossati – è un circuito automobilistico internazionale, situato all’interno di un Parco che rappresenta un’eccellenza da valorizzare. L’apertura al suo interno di un museo potrebbe essere un’ulteriore opportunità per attirare a Monza gli appassionati di storia dell’automobilismo”.  
Leggi tutto...
 
Un altro passo verso Expo: il patrimonio culturale monzese in MilanoCard PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Maggio 2014 06:47
130916 monza stemma(Comunicato Stampa) Un'importante selezione del patrimonio storico, culturale e ambientale di Monza entra nella MilanoCard, la carta che promuove le più importanti attrazioni turistiche di Milano, distribuita nel vasto sistema ricettivo, culturale e di svago del capoluogo lombardo, negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie, tramite la quale gli acquirenti, oltre alle informazioni, hanno a disposizione sconti e agevolazioni su visite ai musei e spostamenti su mezzi pubblici.
Leggi tutto...
 
5 x 1000 PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Maggio 2014 06:44
130917 ministero finanze(a cura di Studio Mainini) Per effetto dell'art. 1 co. 205 della L. 27.12.2013 n. 147 (legge di Stabilità 2014), la facoltà di destinazione del 5 per mille dell'IRPEF è stata prorogata anche in relazione alle dichiarazioni dei redditi relative al 2013 (730/2014 e UNICO 2014 PF), secondo modalità  analoghe a quelle applicate negli scorsi anni.
La disciplina applicabile nel 2014 alla destinazione del 5 per mille dell'IRPEF è stata illustrata dall'Agenzia delle Entrate con la circolare n.7 del 20.3.2014.
 
Premessa
Leggi tutto...
 
Assemblea Unipol SAI: buoni rendimenti con qualche critica PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Mercoledì 30 Aprile 2014 08:19
140430 unipol sai(Paolo Mariani) Lo scorso 29 aprile si è tenuta l’assemblea dagli azionisti di Unipol Sai e le spiegazioni hanno evidenziato come la strategia della complessa operazione di fusione sia stata vincente.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 91 92 93 94 95 Succ. > Fine >>

Pagina 93 di 95
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>