Contenuto Principale

Equitalia: è impreciso dire "rottamazione"

(Laura Giulia D’Orso) E’ iniziato il conto alla rovescia per la rottamazione degli interessi e more ...

Contrordine ragazzi, non è importante imparare le lingue

(Laura Giulia D’Orso) Frequentare un corso di lingua straniera, conoscere il francese, dialogare in ...

Definiti i contributi IVS 2017 di artigiani e commercianti

(Laura Giulia D’Orso) Il contributo IVS (Invalidità, Vecchiaia, Superstiti) è una forma di contribuz...

Le novità del Modello 730/2017

A partire dal 15 Aprile 2017, il modello 730 precompilato verrà messo a disposizione del contribuent...

Comunicazione IVA e liquidazioni periodiche

Il D.L. 193/2016, convertito in L. 225/2016, ha previsto dal 2017 un nuovo adempimento fiscale consi...

  • Equitalia: è impreciso dire "rottamazione"

    Mercoledì 02 Novembre 2016 07:25
  • Contrordine ragazzi, non è importante imparare le lingue

    Giovedì 15 Dicembre 2016 07:28
  • Definiti i contributi IVS 2017 di artigiani e commercianti

    Martedì 21 Febbraio 2017 07:14
  • Le novità del Modello 730/2017

    Venerdì 07 Aprile 2017 06:41
  • Comunicazione IVA e liquidazioni periodiche

    Giovedì 04 Maggio 2017 05:35

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Politica & Territorio
Artigiani e commercianti crescono con il marketing PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Martedì 13 Dicembre 2016 08:00
160720 Vittorio Figini - Utility Line ItaliaIn un contesto di ripresa contenuta tornano a crescere artigianato e commercio, a partire dalle piccole società, fatte da una partita Iva o con pochi dipendenti. Ciò riflette le tendenze del marketing e le nuove esigenze dei consumatori. A sostenerlo è uno studio di Zeuner, call center di Seveso nell’hinterland milanese, che assiste a una domanda in aumento di servizi di marketing, finora prevalentemente richiesti da grandi organizzazioni, anche da parte di artigiani e commercianti.
Leggi tutto...
 
Fotovoltaico: il decreto spalma-incentivi è legittimo PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Dicembre 2016 15:10
Mercoledì 7 dicembre 2016 la Corte Costituzionale si è pronunciata sulla legittimità costituzionale del decreto Spalma-incentivi, decreto valido dal gennaio 2015 che ha previsto tagli agli incentivi del Conto Energia per gli impianti fotovoltaici di potenza superiore a 200 kWp.
Leggi tutto...
 
Integrazione al contrario: Il PD si sottomette definitivamente all'invasione! PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Dicembre 2016 15:07
È dura la reazione della Lega Nord in seguito alla notizia dell'accordo tra provincia, comune e centro islamico monzese per concedere gratuitamente gli spazi dell'istituto mosè bianchi al fine di organizzare corsi di lingua araba (a pagamento).
Leggi tutto...
 
Voto di pancia e voto di fegato PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Mercoledì 07 Dicembre 2016 21:55
161207 urna(Laura Giulia D’Orso) E finalmente ieri si è votato. Gli Italiani sono andati ai seggi in massa ed hanno espresso la loro volontà sugli ormai famosi quesiti referendari costituzionali. L'affluenza finale in Lombardia si è attestata intorno al 75% e gli elettori chiamati al voto in tutta la regione sono stati 7.466.096 . Nella provincia di Monza e Brianza ha vinto il NO con il 54,99% delle preferenze, mentre il SI’ ha raggiunto solamente il 45,01%. Nella capoluogo monzese invece, sia pur per una pochissima percentuale, il 50,38% ha prevalso il SI.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 91
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>