Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Politica & Territorio
NIDI GRATIS - BONUS 2020/21 PDF Stampa E-mail
Giovedì 22 Ottobre 2020 10:52

comune monzaIl Comune di Monza aderisce alla misura regionale Nidi Gratis - Bonus 2020/21 a sostegno delle famiglie per facilitare l’accesso ai servizi per la prima infanzia e rispondere al bisogno di conciliare vita e lavoro.

Per l’anno educativo 2020/21, la misura Nidi Gratis coprirà la quota di retta mensile che supera la soglia rimborsata dal Bonus Asili INPS, pari a € 272,72.

Per ottenere l’azzeramento della retta del nido, è necessario richiedere anche il Bonus INPS Asili Nido tramite il sito dell' »INPS o gli enti di patronato riconosciuti.

Requisiti

La misura Nidi Gratis è destinata ai nuclei famigliari (coppie o monogenitori, compresi i genitori adottivi e affidatari) dei bambini frequentanti gli asili nido comunali che:

sostengono una retta mensile superiore all’importo rimborsabile dal Bonus Asili INPS pari a € 272,72

hanno figli di età compresa tra 0-3 anni, iscritti a strutture nido pubbliche dei Comuni aderenti alla Misura Nidi Gratis 2020/2021

hanno un ISEE 2020 inferiore o uguale a 20.000,00 euro (ISEE ordinario o minorenni o corrente, come presentato per l’iscrizione all’Asilo nido).

Leggi tutto...
 
Disabilità e disturbi dell'apprendimento: Regione Lombardia stanzia 2 milioni di euro PDF Stampa E-mail
Martedì 20 Ottobre 2020 10:38

scuolaDisabilità e disturbi dell’apprendimento. Ok a fondi per acquisto ausili

Altri 2 milioni di euro per gli interventi a favore delle famiglie con adulti con disabilità o con minori con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) favorendo l’acquisto di strumentazione informatica, ausili o strumenti tecnologicamente avanzati.

Lo stanziamento è previsto dalla delibera approvata lunedì 19 ottobre dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Famiglia, Genitorialità e Pari opportunità, Silvia Piani, di concerto con l’assessore alla Disabilità, Stefano Bolognini, e dell’assessore al Welfare, Giulio Gallera.

Perimetro e tipologia degli interventi

Gli interventi sono indirizzati a tutto il territorio regionale, implementano ulteriormente le azioni che rispondono alle problematiche delle famiglie con adulti disabili o con minori o giovani con disturbi specifici dell’apprendimento. Anche in considerazione dell’emergenza Covid e del conseguente incremento delle necessità di strumentazione informatica nelle famiglie.

“Abbiamo ritenuto importante il rifinanziamento di questa misura – ha spiegato l’assessore Piani – a maggior ragione considerato il bisogno emergente nel periodo della pandemia, da parte delle famiglie lombarde. Questi contributi sono preziosi”.

Tecnologia per il processo di acquisizione didattica

“La tecnologia è, infatti, fondamentale per permettere a chi è diversamente abile o ha disturbi specifici dell’apprendimento di portare avanti il processo di acquisizione didattica. Regione Lombardia non lascia indietro nessuno”.

In base alla differente specificità del disturbo dell’apprendimento, i DSA sono stati classificati in diversi modi. Tra questi, la dislessia, ossia la difficoltà ad effettuare una lettura accurata e/o fluente con conseguenti ripercussioni sull’apprendimento scolastico e sulle attività di vita quotidiana.

Un altro disturbo è la disortografia. Riguarda la componente costruttiva della scrittura. E, in particolare, la difficoltà di scrivere in modo corretto applicando le regole di conversione dal suono alla parola scritta.

Si aggiunge la disgrafia che riguarda la componente esecutiva, grafo-motoria (scrittura poco leggibile) e poca capacità di utilizzare lo spazio nel foglio, difficoltà nel produrre forme geometriche e nella copia di immagini, alternanza tra macro e micrografia.

L’altro disturbo più comune è la discalculia. Riguarda la difficoltà a comprendere e operare con i numeri e ad automatizzare alcuni compiti numerici e di calcolo. Tra questi, i meccanismi di quantificazione, comparazione, esecuzione di calcoli a mente.

 
Ultimi aggiornamenti da Regione Lombardia con proposta unanime PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Martedì 20 Ottobre 2020 09:52

La proposta unanime con decorrenza dal 22 ottobre in Lombardia che precede altre regioni. Prevenzione è meglio considerando che i dati giornalieri fanno data da 15 giorni precedenti all'uscita in qunato risultano sempre retroattivi.

Stop di tutte le attività e degli spostamenti, ad esclusione dei casi ‘eccezionali’ (motivi di salute, lavoro e comprovata necessità), nell’intera Lombardia dalle ore 23 alle 5 del mattino. A partire da giovedì 22 ottobre.

È la proposta che, all’unanimità, i sindaci di tutti i Comuni capoluogo della Lombardia, il presidente dell’Anci, Mauro Guerra, i capigruppo di maggioranza e di opposizione e il governatore Attilio Fontana, preso atto di quanto rappresentato dal Comitato Tecnico Scientifico lombardo, chiederanno di condividere al Governo, nella persona del ministro della Salute, Roberto Speranza, per fronteggiare la diffusione del coronavirus.

Una proposta che nasce dalla rapida evoluzione della curva epidemiologica e dalla previsione della ‘Commissione indicatori’ istituita dalla DG Welfare. Secondo cui, al 31 ottobre, potrebbero esserci circa 600 ricoverati in terapia intensiva. E fino a 4.000 in terapia non intensiva.

Chiusura media e grande distribuzione non alimentare

Inoltre, nella riunione tenutasi lunedì 19 ottobre, oltre a condividere la richiesta di stop ad attività e spostamenti, tutte le parti intervenute hanno condiviso l’opportunità della chiusura, nelle giornate di sabato e domenica, della media e grande distribuzione commerciale. Tranne che per gli esercizi di generi alimentari e di prima necessità.

Al momento negli Ospedali lombardi non esistono criticità. Gia predisposte per evenntuali aumenti malati reparti Covid di degenza, sub intensiva eterapia intensiva. 

 
Seveso: sei classi della scuola “Giussani” in quarantena: i positivi sono 2 PDF Stampa E-mail
Martedì 20 Ottobre 2020 08:14
L’Agenzia di Tutela della Salute della Brianza ha posto in isolamento domiciliare (quarantena) le 5 classi (insegnanti partecipanti al Collegio docenti e alunni) della scuola secondaria di primo grado Don Aurelio Giussani di Baruccana per le quali ieri, a seguito del riscontro della positività al virus Covid-19 di un docente, era stata disposta dalla Dirigenza Scolastica la sospensione dell’attività didattica in presenza.
Lo stesso provvedimento di quarantena, il cui termine è stato fissato per il 24 ottobre 2020, è stato adottato per una ulteriore classe del plesso di Via della Cavalla.
 
La riammissione a scuola e in collettività per gli alunni sarà subordinata al rilascio di attestazione da parte del Medico di Medicina Generale e dal Pediatra. I familiari degli alunni delle 6 classi e del personale scolastico non sono stati sottoposti ad alcun provvedimento di quarantena; nel caso gli stessi sviluppino sintomi simil covid devono contattare il proprio medico.
 
Sempre alla scuola “Don Giussani” è risultata positiva al virus Covid-19 un’educatrice incaricata anche di un intervento di Assistenza Domiciliare Minori. L’ATS della Brianza ha per il momento disposto provvedimenti di quarantena solo per i minori assistiti dall’educatrice.
Si comunica infine che, su forte richiesta delle famiglie, e fatte salve eventuali diverse indicazioni da parte dell’ATS Brianza, i servizi di pre e post scuola presso la scuola primaria Enrico Toti di Baruccana, sospesi cautelativamente dallo scorso 9 ottobre, riprenderanno regolarmente mercoledì 21 ottobre con le consuete modalità e nel rispetto dei protocolli attivati per prevenire il diffondersi del contagio da Covid-19.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 131
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

I Lombardi

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso)

In Lombardia fin da piccolo impari che:

“Non ce la faccio – non si può dire.

“Non ci riesco – non esiste.

“Sono stanco” … non è mai abbastanza!

Ecco come sono i Lombardi nel bene o nel male a seconda di come

li vuoi guardare!

Testa bassa e lavorare.

I Lombardi, quelli veri, chiamati per scherzo Polentoni, sì, perché era la

polenta che si mangiava in tempi di difficoltà. Ma offendersi, mai.

Sì, perché la polenta è ruvida e dura fuori, con quella crosticina che si forma

quando si raffredda ma dentro dolce ed avvolgente.

I Lombardi sono così: dentro sono buoni, con il cuore tenero, fieri delle cose

rassicuranti: acqua sale e farina gialla.

I Lombardi ci sono.                                                                                                                                                                                

Sempre.

Silenziosi ma presenti, su loro puoi contare, sempre.

Molti non li sopportano, lo si percepisce, ma se te ne innamori … beh allora

sei spacciato perché sarà per sempre.

Piange la Lombardia, in silenzio e con orgoglio.

Lo fa senza rumore per non disturbare, con toni semplici e concreti.

Tenendo gli occhi bassi e la testa piena di mille pensieri, cercando soluzioni.

Passano le ambulanze con le sirene accese e i lombardi sentono e continuano.

Se la Lombardia si potesse abbracciare lo farei adesso, forte.

Non mollare, non lo hai mai fatto.

Ricordi? Non si può dire “non ce la faccio”

“non riesco” qui non esiste”

“sono stanca! non è mai abbastanza, ancora un po’”!

Una regione non si misura dalla sua lunghezza e larghezza ma dall’ampiezza

delle sue visioni e se decidi di sceglierla come “casa” devi sapere che

devi essere all’altezza dei suoi sogni!

 

“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”. Cit. Goebbles  -  il ruolo delle fake news

La minoranza di coloro che leggeranno la frase la attribuirà ad un certo Joseph Goebbles. Altri la cercheranno su internet. Inoltre, navigando online, risulteranno richiami di articoli tipo quello, apparso nel 2016 sul Fatto Quotidiano: Gaffe di Farinetti: “Come diceva Goethe, a forza di ripetere una roba questa diventa vera. Ma la frase era di Goebbels!”

Leggi tutto...