Contenuto Principale

via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

E’ in fase di decollo il rifacimento delle fognature di via Buonarroti, deteriorate dalle infiltra...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

  Il Settore Istruzione organizza i Centri ricreativi estivi, con l’obiettivo di offrire a bambini ...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
Corte Costituzionale fa politica contro la Lombardia PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Marzo 2020 10:02
In merito alla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato "irragionevole" il requisito dei 5 anni di residenza in Lombardia per l'accesso alle case di edilizia popolare, è intervenuto il consigliere regionale della Lega, Alessandro Corbetta.
"Irragionevole il requisito dei 5 anni di residenza? – si domanda Corbetta, che prosegue: "Io credo invece che lo sia avere una Corte Costituzionale che fa palesemente politica contro l'autonomia legislativa della Lombardia. Dopo l'attacco alla nostra legge per limitare il proliferare di moschee e centri islamici, ora viene negato il nostro diritto di dare precedenza ai cittadini lombardi nell'assegnazione delle case popolari".
 
"A livello nazionale esiste una norma, che è quella del Reddito di Cittadinanza, che prevede, per accedervi, una residenza in Italia di almeno 10 anni. Appare quindi molto ideologica, per non dire pretestuosa, la decisione della Consulta di impedire a Regione Lombardia un requisito analogo tra l'altro in vigore da diversi anni".
"La decisione della Corte non cambierà il nostro modo di affrontare la questione. Continueremo a lavorare al livello normativo e regolamentare, affinché la possibilità di abitare in una casa popolare non sia appannaggio esclusivo degli stranieri: per noi dare precedenza ai cittadini residenti in Lombardia da più anni è puro buonsenso".
 
"Anche i lombardi devono poter contare sulle risorse del Welfare – conclude Corbetta – faremo tutto quanto nelle nostre possibilità per tutelare i nostri cittadini".
 
Coronavirus - Ordinanza 33 (8 marzo 2020) del Sindaco di Monza PDF Stampa E-mail
Domenica 08 Marzo 2020 19:38
A seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di ieri Dario Allevi ha firmato oggi una nuova ordinanza che entrerà in vigore lunedì 9 marzo:
«Chiediamo ai cittadini uno sforzo notevole, un altro mese di enormi sacrifici. Sono, però, restrizioni necessarie perché in questa fase la nostra massima priorità deve essere il contenimento di questo maledetto virus. Dobbiamo bloccare la sua crescita esponenziale per evitare il collasso del nostro sistema sanitario. I piccoli comportamenti quotidiani di tutti noi sono determinanti. Dobbiamo remare tutti dalla stessa parte. Solo così ne usciremo più forti di prima».
 
Leggi tutto...
 
Oggetto: Stop attività hockey su pista in Europa e Italia PDF Stampa E-mail
Venerdì 06 Marzo 2020 12:25
Stop di tutto l'hockey su pista fino al prossimo 15 marzo.
Il Teamservicecar HRC Monza accoglie positivamente le disposizioni odierne impartite dalla World Skate Europe RinkHockey  di sospendere le competizioni europee e prende atto della sensibilità messa in atto dalla FISR - Federazione Italiana Sport Rotellistici di voler fermare l'hockey su pista in ogni sua categoria fino al prossimo 15 marzo.
Il Club, che da anni ha basato la sua filosofia sulla crescita dei giovani, apprezza le decisioni assunte dai massimi organi, che ben si sposano con la politica fondata sul voler salvaguardare innanzitutto la SALUTE di ogni suo atleta di qualsiasi età e categoria, così come i genitori, i dirigenti, nonché tutti i fruitori del PalaRovagnati che ogni giorno riempiono di vita la struttura.
Siamo convinti che una volta cessato l'allarme, tutto tornerà nella normalità e riprenderemo l'attività con immenso entusiasmo.
Chiediamo anche scusa ai nostri ragazzi, soprattutto ai piccoli, che manifestano tanta voglia di tornare a calzare i pattini e giocare a hockey. È necessario però capire che nulla può essere così importante come la SALUTE.
Infine, la società in settimana provvederà ugualmente a onorare i suoi impegni con i giocatori, mentre alle famiglie dei giovani atleti verranno rimborsati corrispettivi versati per le rette inerenti al periodo di inattività.
 
Cesano: Gel igienizzante nelle scuole PDF Stampa E-mail
Giovedì 05 Marzo 2020 17:04
Comune e ASSP insieme per contribuire alla prevenzione nelle scuole - Per contrastare la trasmissione dell'infezione da nuovo Coronavirus viene raccomandato di rispettare alcune fondamentali regole igieniche. È così che il Comune e ASSP s.p.a. hanno preso l'iniziativa e deciso di distribuire nelle scuole flaconcini di gel igienizzante. Gli esperti e le autorità sanitarie raccomandano infatti, oltre che di lavarsi con scrupolo le mani, di utilizzare soluzioni igienizzanti. Nelle ultime settimane l'allarme sanitario e il conseguente aumento della domanda, ha reso questo genere di prodotti pressoché introvabili nelle farmacie e nei supermercati e, oltretutto, il costo è aumentato in modo esponenziale. Da qui l'idea di unire le forze e contribuire concretamente alla prevenzione nelle scuole.
 
Il grazie del Comune e di ASSP all'azienda che ha fornito il prodotto a prezzi vantaggiosi - L'Amministrazione comunale e ASSP si sono attivati acquistando da un'azienda del territorio, la Suarez, a cui vanno i ringraziamenti del Comune, un quantitativo di flaconcini di disinfettante utile a coprire le esigenze delle scuole nei Comuni di Cesano Maderno, Meda, Varedo e Limbiate.
 
10mila flaconcini di gel igienizzante a scuole pubbliche e paritarie - Tutte le scuole elementari e medie e le scuole materne di Cesano Maderno saranno destinatarie della consegna di confezioni di gel mani igienizzante. Sono stati finora acquistati 8.200 flaconcini, ma si prevede di superare i 10 mila perché la distribuzione sarà estesa anche alle scuole paritarie.
 
La soluzione igienizzante è composta da aloe e amuchina, con il 65% di alcol, superando del 5% la percentuale di alcol minima raccomandata dal ministero della Salute.
Sono già stati consegnati alla Salvo D'Acquisto (primo circolo) 1.650 flaconcini e 1.050 saranno consegnati alle scuole del secondo circolo. I flaconcini saranno distribuiti in tutte le classi al rientro a scuola. Alle scuole materne invece saranno forniti per ogni classe flaconi da mezzo litro il cui utilizzo da parte dei più piccoli sarà gestito per ragioni di sicurezza dalle insegnanti.
 
CoronaVirus: le misure restrittive dal 2 marzo a Monza PDF Stampa E-mail
Lunedì 02 Marzo 2020 13:55

In vista dell’emanazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri il Sindaco di Monza, Dario Allevi, ha firmato oggi domenica 1 marzo una nuova ordinanza che dispone l’attivazione di una serie di misure prudenziali valide fino al prossimo 8 marzo: “L’obiettivo era e resta la protezione e la salute dei cittadini, soprattutto di quelli più fragili”, ha detto il Sindaco.

Le chiusure

Come già preannunciato a partire da domani, lunedì 2 marzo restano chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi i Nidi.

Al fine di evitare pericoli per gli utenti più fragili il Comune ha stabilito di chiudere anche i centri anziani, i centri di animazione socioeducativa e i 10 Centri Civici cittadini.

Gli uffici pubblici comunali restano regolarmente aperti, pur con le necessarie precauzioni, mentre si conferma la chiusura di alcune attività di front-office.

Accesso all’Ufficio Anagrafe e Punto Comune.

L’Ufficio Anagrafe e gli sportelli del Punto Comune (anagrafe, stato civile, ufficio funerario, ufficio elettorale e sportello badanti/stranieri) con ingresso in Piazza Carducci restano aperti al pubblico con ingressi contingentati solo per il rilascio di alcuni documenti.

»Elenco documenti

Alcuni servizi vengono erogati »online e comunque informazioni e segnalazioni possono essere in ogni momento effettuate via email o al telefono.

A questo proposito il Sindaco raccomanda nuovamente di recarsi di persona agli sportelli comunali solo in caso di necessità indifferibili e di rimandare appuntamenti e/o richieste di documenti qualora non urgenti.

La riduzione degli sportelli front-office

Mentre tutti gli uffici comunali restano aperti, fino a domenica 8 marzo è sospesa l’attività dei seguenti sportelli front-office:

Ufficio polo catastale tel. 039.3900322 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Eco Sportello - tel. 039.2043451 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Impianti Termici - tel. 039.2043432-431-430 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ambiente - tel 039.2043422 - 424 -429 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Diritti degli Animali - 039.2043428 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Controllo del territorio

Polizia Amministrativa - tel. 039.2374309-313-314 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Commercio su aree private e pubbliche - tel. 039.2374317 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Edilizia (tranne accesso agli atti) tel. 039.2372442 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Servizi Scolastici compresi i Servizi per l’Infanzia -tel. 039.3946946 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Segretariato Sociale (tranne gli appuntamenti già fissati)

Giovani - tel. 039.2372451 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Assicurazioni - tel. 039.2372339 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Giardini e aree verdi - tel. 039.2043443 - 48 - 50

Manutenzione Cimiteri - tel. 039.2043439-455-461 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lo sportello della SO.G.E.T., dedicato alla verifica delle ingiunzioni fiscali dalla stessa notificate ed aperto presso la sede dell'ufficio Tributi in via Arosio non verrà effettuato lunedì 9 marzo.

Per eventuali informazioni ci si potrà rivolgere ai numeri di telefono o alla mail come indicati nei provvedimenti notificati dalla SO.G.ET.

 
23 febbraio 2020: Monza in maschera sospeso PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Febbraio 2020 12:24
Per domenica 23 febbraio sospesi gli appuntamenti del Carnevale  di Monza in maschera.
Dopo il confronto con la Prefettura di Monza e della Brianza, i Comuni di Monza, Lissone, Macherio, Seregno, Brugherio, Nova Milanese e Villasanta hanno disposto il rinvio delle sfilate di Carnevale previste per domenica 23 febbraio 2020 in accordo con gli organizzatori delle manifestazioni.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 78
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

SCUOLA: FINALMENTE E’ TUTTO CHIARO … LE RIME BUCCALI in primis

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Vi assicuro che all’inizio ho avuto un attimo di smarrimento!

scuolaOvvero … prima avevo provato quasi un senso di sollievo all’annuncio sulla pagina ufficiale del MIUR delle linee guida per la riapertura delle scuole a settembre. Dopo quattro mesi di scuole chiuse, maree di bambini e genitori appresso (soprattutto per le scuole di primo ordine), ragazzi alienati dalla didattica a distanza, con metà dei programmi azzerati e con lacune difficilmente colmabili, con professori frustrati e sfiniti avevamo almeno una certezza: la data di riapertura, 14 settembre.

Ma … perché esiste in questo paese sempre un “ma” aggiunto ad un “modo indicativo di un tempo coniugato al futuro” ci dicono che il destino del ritorno sui banchi degli studenti sarà legato alle variabili leggi sul distanziamento sociale messe in atto dal Comitato Tecnico Scientifico basandosi sul “cruscotto” e soprattutto sulle "rime buccali".

Forse un riferimento d’annunziano, un accenno alla poesia bucolica del greco Teocrito, o un tipo di rima virginiana ripresa da Dante?

Escluso Shakespeare e la poesia successiva provenzale che usava una struttura metrica di 14 endecasillabi e non mi pareva perciò una unità di misura di distanziamento sono dovuta ricorrere alla mia “task force medica” privata e gratuita, mio fratello, mio padre e mio zio … medici!

 

Leggi tutto...