Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
Seveso: sovvenzioni a piccoli imprenditori e liberi professionisti PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Dicembre 2020 08:25
L’Amministrazione Comunale aiuterà gli operatori del tessuto economico locale danneggiati dall'emergenza causata dal “coronavirus” grazie a uno stanziamento di 80mila euro. Entro la fine dell’anno sarà pubblicato un bando per l'attribuzione delle sovvenzioni a sostegno dei soggetti economici e dei liberi professionisti colpiti appunto dalla contrazione dell'attività a seguito dei Decreti Ministeriali e delle Ordinanze di Regione Lombardia connessi all'emergenza sanitaria.
 
Leggi tutto...
 
Economia brianzola in rosso per fine anno PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Dicembre 2020 17:02
Fine anno difficile per l’economia lombarda: 13 miliardi di export persi e prospettive negative fino a inizio 2021. Il nuovo booklet economia di Assolombarda, pubblicato sul web magazine Genio & Impresa (genioeimpresa.it), sottolinea una contrazione dell’export per le imprese lombarde del 13,4% su base annua. In crisi soprattutto automotive (-23,9%) e moda (-20,8%). Flessioni delle esportazioni significative anche per quanto riguarda le singole province di Milano (-13,8%), Monza e Brianza (-10,2%), Lodi (-8,1%) e Pavia (-13,9%).
 
Con l’avvicinarsi della fine dell’anno, è tempo di guardare agli effetti che la pandemia ha avuto complessivamente sull’economia e sulle imprese lombarde. Come evidenziato dal nuovo booklet economia del Centro Studi di Assolombarda, pubblicato sul web magazine Genio & Impresa (genioeimpresa.it), nonostante la lieve ripresa dei mesi estivi le esportazioni rimangono comunque inferiori del 7,9% nel trimestre luglio-settembre rispetto al 2019. Inoltre, considerando i primi 9 mesi del 2020, la contrazione dell’export per le imprese lombarde è del -13,4% su base annua, ossia 13 miliardi di fatturato estero persi a causa della pandemia.
I danni più ingenti sono visibili soprattutto nei settori automotive (-23,9%) e moda (-20,8%). Positivi invece farmaceutica (+13,4%) e alimentare (+0,7%), filiere essenziali che hanno intensificato l’attività in tempi di pandemia. Rispetto al dato medio regionale, la flessione dell’export è più contenuta per Monza e Brianza (-10,2%, pari a una perdita di esportazioni di 730 milioni di euro) e Lodi (-8,1%, -208 milioni), più ampia per Pavia (-13,9%, -418 milioni) e Milano (-13,8%, -5 miliardi). Non solo: relativamente al mercato del lavoro, nel terzo trimestre 2020 ISTAT ha rilevato 107mila occupati in meno rispetto allo stesso trimestre 2019 e la salita del tasso di disoccupazione al 6,0% (dal 5,1%). Non stupisce quindi il forte deterioramento del clima di fiducia sulle prospettive di fine 2020 e inizio 2021: a novembre, la fiducia delle imprese del Nord Ovest è scesa di 11 punti percentuali nei servizi e di 5 punti percentuali nel manifatturiero rispetto a ottobre.
Leggi tutto...
 
Seveso: incentivato il ricorso alla cremazione dei defunti PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Dicembre 2020 17:00
La Giunta Comunale ha approvato un atto d’indirizzo per incentivare il ricorso alla pratica della cremazione, stante l’ormai annosa limitata disponibilità al cimitero di Via Redipuglia di posti per la sepoltura mediante inumazione e tumulazione.
La delibera prevede un periodo sperimentale di 12 mesi di esenzione dal pagamento delle tariffe di concessione cimiteriali, attualmente vigenti, relative alle cellette ossari destinate alla collocazione di urne cinerarie. L’esenzione dal pagamento produrrà la propria efficacia per l’intera durata della concessione, attualmente stabilita in 40 anni. Al fine di evitare abusi, le concessioni cimiteriali relative alle cellette ossari restano non prenotabili, vengono cioè rilasciate solo ed esclusivamente per l’effettivo utilizzo.
Leggi tutto...
 
Una stele all’ingresso del cimitero urbano ricorderà per sempre le 357 vittime monzesi Corvid-19 PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Dicembre 2020 12:51

Allevi stele focusUna stele posta all’ingresso del cimitero urbano ricorderà per sempre le 357 vittime monzesi del Coronavirus decedute ad oggi.

Si è tenuta lunedì 14 dicembre la cerimonia di scopertura del monumento, alla presenza del Prefetto Patrizia Palmisani e delle massime autorità cittadine, regionali e provinciali, dell’arciprete Mons. Silvano Provasi e delle autorità sanitarie del territorio, il Direttore di ATS Monza-Lecco Silvano Casazza e il Direttore di ASST Monza Mario Alparone.

La stele, realizzata in pietra di Trani, riporta la seguente iscrizione: “La città di Monza ricorda i suoi concittadini vittime del Coronavirus, la pandemia che ha colpito il nostro paese nell’anno 2020. Questa pianta di ulivo ne sia per sempre memoria viva soprattutto per coloro che non hanno potuto abbracciare i propri cari nell’ultima ora”.

Alle spalle del monumento, infatti, è stato messo a dimora un grande ulivo, simbolo di pace, che rappresenta la memoria viva di tanta sofferenza.

Il Sindaco Dario Allevi ha ricordato che Monza, come altre città, ha pagato un tributo molto alto in termini di vittime: “357 vittime è un numero altissimo, ma non è solo un numero, non sono solo nomi. Sono persone, storie e vite. E tutte hanno lasciato un’impronta e una traccia di sé. Per sempre”.

“Abbiamo visto scomparire nonni, genitori, ma anche persone giovani e in salute, tra cui molti eroi impegnati in prima linea – ha concluso Allevi - Avremmo voluto pregare, piangere, disperarci anche davanti a loro e accompagnarli qui per la sepoltura: ma non ci siamo riusciti. Ecco perché questo segno di oggi, che abbiamo fortemente voluto, serve per ricordare e per darsi coraggio. E serve per fare, noi tutti, tutto ciò che è giusto perché questo strazio non accada più: lo dobbiamo sia a chi ce l’ha fatta sia a chi non c’è più”.

La Città di Monza con il San Gerardo come ospedale Covid è ed è stato punto di riferimento della Provincia di Monza e della Brianza, a loro un importante riconoscimento per l'immenso sforzo, la dignita, la serietà, l'integerrrima perseveranza nel loro gigantesco impegno in tutto

 
Consorzio Vero Volley e Croce Rossa Italiana - Comitato di Monza insieme PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Dicembre 2020 12:36

cri volleyLe due realtà hanno stretto un sodalizio con l'intento di costruire delle attività di sostegno alla comunità

MONZA, 10 DICEMBRE 2020 – Il Consorzio Vero Volley e la Croce Rossa Italiana - Comitato di Monza fanno squadra. La realtà pallavolistica monzese, con suoi 1500 atleti, abbraccia tra i suoi partner l'organizzazione di volontariato operante nel territorio brianzolo e non solo, che vanta 395 volontari, con l'obiettivo di aumentare l'efficacia della sua proposta educativa e di sensibilizzazione.

CRI - Comitato di Monza, infatti, oltre a garantire la presenza del servizio medico alle partite delle due prime squadre monzesi, Vero Volley Monza nella SuperLega maschile e Saugella Monza nella Serie A1 femminile, parteciperà agli eventi del settore giovanile del Consorzio Vero Volley, garantendo inoltre alcuni servizi istituzionali previsti nel proprio Statuto. Educazione alle malattie sessualmente trasmissibili, alla sicurezza stradale, passando per la spiegazione del numero 112, fino alle pillole del primo soccorso, alla violenza sulle donne ed alla malattia del momento, il Covid-19.

“Siamo molto soddisfatti per questa nuova, importante collaborazione – ha dichiarato Dario Funaro, Presidente della Croce Rossa Italiana – Comitato di Monza -. Sia la nostra realtà che quella del Consorzio Vero Volley sono, nei rispettivi ambiti, due punti di riferimento sul territorio a livello sociale. Il nostro obiettivo è chiaramente quello di elevare la visibilità della nostra organizzazione, avvicinandola ad un partner che si fa, come noi, portatore di valori sani e positivi. Oltre alla presenza durante le partite delle due squadre di Serie A, da parte nostra ci sarà disponibilità a fornire supporto a tutte le attività utili alla comunità”.

 
Adottate obbligatoriamente nuove specifiche tecniche della fattura elettronica PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Dicembre 2020 11:13

A partire dal 01/01/2021, dovranno essere adottate obbligatoriamente le nuove specifiche tecniche della fattura elettronica.

Le molte novità contenute nel nuovo tracciato consentono, da un lato, di semplificare alcuni pro¬cessi (si pensi, ad esempio, all’integrazione elettronica della fattura a seguito di inversione con¬ta¬bile) e, dall’altro, di agevolare l’Amministrazione finanziaria nella predisposizione dei documenti pre¬visti dal programma di assistenza on line, che verranno proposti ai soggetti passivi a decorrere dalle ope¬razioni effettuate dall’1.1.2021 (registri IVA, liquidazioni periodiche e dichiarazione annuale IVA).

Le principali novità consistono nell’introduzione di:

•nuovi codici (“Natura”, “Tipo Documento”, “Tipo Ritenuta” e “Modalità Pagamento”);

•nuove tipologie di controllo.

In allegato vi forniamo un documento esaustivo delle novità introdotte.

Ulteriori informazioni relativamente alle casistiche circa la fatturazione elettronica si possono trovare nella “Guida alla compilazione delle fatture elettroniche e dell’esterometro”, pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 25/11/2020 che potrete trovare al seguente link:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/451259/Guida_compilazione-FE_25+11+20.pdf/e811fe3d-332d-5b51-5990-10d7e4641164”

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 97
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

LE DONNE & GLI UOMINI E DIO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso) - Dopo che Adamo ed Eva furono espulsi dal Paradiso, ebbero figli, e figli dei loro figli. Riuniti a tavola una sera, sorse fra loro una discussione. L’avvio lo diede Calmana, che aveva scelto di fare la direttrice d’orchestra, ma che voleva farsi chiamare “direttore”. S’aprirono le cateratte del cielo, coi pareri più discordanti. Deborah redarguì la sorella tirando in ballo la dignità della Donna.
A quel punto, Caino, acquisita coscienza di sé, chiese che la di lui testa non fosse più chiamata al femminile, essendo egli maschio. Abele gli fece osservare che “testo” significava già altro, e che v’era rischio di confusione. Ma Caino, che la giurò proprio quella sera ad Abele, ribatté che allora avrebbe abolito il femminile per la milza, la lingua, la gola. Awan sorrise soddisfatta, e cominciò a contare quante cose di sé avrebbe appellato diversamente: fegato, cuore, rene, polmone. La gamba era già al suo posto, ma osservò che il braccio, l’orecchio e il ginocchio erano transgender, poiché al singolare suonavano maschi, mentre al plurale femmine. Le costole, invece, erano coerentemente femmine sempre e comunque, la qual cosa faceva arrabbiare assai Adamo, andato in crisi di identità sessuale e che ricorse ad uno psicologo, perché non capiva come potesse avere dentro di sé il pezzo fondante di Eva, lui che era maschio. Il piccolo Enos, allora, anima candida, si guardò attorno, e chiese come mai gli alberi avessero pressoché tutti nomi maschili.
La madre Azura gli fece presente che alle volte, da un albero maschio, nascevano frutti femmine: le mele, le pere, le banane, e che comunque parecchi fiori erano femmine, mentre altri maschi, eppur tutti graziosi. Deborah andò allora su tutte le furie, lamentando che il frutto del fico fosse invece rimasto aggrappato alla “Y”, e urlò: “Cielo e mare, perché devono essere maschi?”. ”Beh, se è per questo, perché la terra, le stelle e la luna sono femmine?”, rispose serafico Abele, che a quel punto decretò la sua condanna a morte, giacché Caino avrebbe preferito terro, stelli e luno. Insomma, ne venne fuori un putiferio che mancò solo di anticipare la Torre di Babele: mischiando maschi e femmine, a un certo punto, non si capì più nulla.
Fu a quel punto che spuntò il buon Dio, il quale disse: “Se v’ho fatto maschi e femmine, uomini e donne, avrò avuto le mie buone ragioni. Credo, fra l’altro, che in questo momento abbiate problemi un poco più seri di cui occuparvi. Chiamatevi pure come accidenti volete: l’importante è che non vi manchiate mai di rispetto, mai. Gli uni con gli altri!”.
P.S.: Ma chi l’ha detto che il Covid-19 è maschio? Ecco, apriamo una bella discussione sul fatto che “virus” è ingiusto, perché dovrebbe chiamarsi “vira” (è latino). Rimane il problema che “vira”, in italiano, è un verbo (1^ coniugazione, 3^ persona singolare del presente indicativo, o anche 2^ persona singolare dell’imperativo), o no? Va beh: inutile insistere. Non se ne esce. Forza allora a tutte le Donne. A quelle che sanno chi sono senza necessità di etichette e sostantivi concordanti oltre ogni ragionevolezza, e anche a quelle che di etichette e sostantivi hanno bisogno.