Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
Nuovo coach all'Acqua S. Bernardo Pallacanestro Cantù: arriva PDF Stampa E-mail
Mercoledì 27 Gennaio 2021 11:15

cantubucchiAcqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù comunica di aver sollevato Cesare Pancotto dall’incarico di capo allenatore della Prima Squadra. Il club desidera ringraziare coach Pancotto per aver accettato, nel giugno del 2019, di allenare la compagine canturina in un momento storico certamente non semplice e per il lavoro svolto con grande professionalità e signorilità in queste due stagioni. 

Viene affidata la guida tecnica della Prima Squadra a coach Piero Bucchi, allenatore bolognese con oltre 25 anni di esperienza. Nato il 5 marzo del 1958, Bucchi ha all’attivo 623 presenze in Serie A con ben 329 successi. Sono 56, inoltre, le panchine in Serie A2, che si aggiungono alle 161 collezionate tra coppe nazionali e coppe europee. In campo internazionale il coach bolognese ha allenato per sette stagioni in Eurolega.
Leggi tutto...
 
SEVESO: LIBERA DAL “CORONAVIRUS” LA CASA DI RIPOSO “PADRE MASCIADRI” PDF Stampa E-mail
Lunedì 25 Gennaio 2021 10:22

La Casa di riposo Padre Giovanni Masciadri ha informato il Sindaco di Seveso, Luca Allievi, che da ieri la Residenza Sanitaria Assistenziale di Via Giovanni Fantoni è libera dal “coronavirus”. Anche gli ultimi 10 ospiti positivi si sono infatti negativizzati e gli operatori che si erano ammalati sono guariti. Attualmente, dei 48 anziani residenti nella casa di riposo della Congregazione Suore Infermiere di San Carlo, i positivi al Covid-19 sono 4, tutti ricoverati nelle cure subacute per terminare il percorso in attesa della negativizzazione per rientrare in struttura. Gli ospiti guariti sono 34, mentre purtroppo sono 22 le persone assistite presso la RSA decedute anche per “coronavirus” associato ad altre patologie. Il computo assomma ospiti e pazienti deceduti nella struttura con i ricoverati nei vari ospedali della zona e si riferisce sia ai residenti nel Comune di Seveso che ai non residenti.

Leggi tutto...
 
Musei Civici di Monza sono temporaneamente chiusi, ma non fermi PDF Stampa E-mail
Lunedì 25 Gennaio 2021 09:52

museiciviciIn questo difficile momento in cui proseguono le restrizioni per contenere il contagio da COVID-19 il museo continua a portare “a domicilio” la sua ricchezza. Un interessante e vario programma di iniziative online… per tutti i gusti!

La partecipazione alle iniziative è gratuita e la prenotazione obbligatoria. Per prenotazioni tel: 039 2307126.

Da Teodolinda al Novecento (Lezioni di storia dell’arte)

Riparte la seconda edizione del corso strutturato in cinque video lezioni live su arte e storia a Monza e nella Brianza. I percorsi proposti partiranno dalle collezioni dei Musei Civici e proseguiranno in un viaggio virtuale fra opere d’arte, monumenti e luoghi di Monza e della provincia. Gli incontri saranno dal vivo dando la possibilità al pubblico di interagire in diretta con i relatori.

L’iscrizione al corso (intero o a una o più lezioni) è obbligatoria e la partecipazione è gratuita. Per iscriversi: tel. 039 2307126.

Programma del corso:

Giovedì 4 febbraio 2021, ore 15,00 – In principio: l’età antica altomedievale;

Giovedì 11 febbraio 2021 ore 15,00 – La città degli Umiliati: viaggio per immagini nella Monza medievale;

Giovedì 18 febbraio 2021 ore 15,00 – Intorno alla Monaca, luci e ombre nell’età degli Spagnoli e dei Borromei;

Giovedì 25 febbraio 2021 ore 15,00 – La città del Re. Lavoro, sviluppo e grande arte nell’Ottocento brianteo;

Giovedì 4 marzo 2021 ore 15,00 – Monza all’avanguardia, il Novecento dell’ISIA e delle Biennali.

Tesori svelati. Il quadro della domenica: tra miti e allegorie

Leggi tutto...
 
L'Arena di Monza ospita la "Bio Bubble" di CEV Cup: una "Safe Arena" per garantire massima sicurezza PDF Stampa E-mail
Lunedì 25 Gennaio 2021 09:41

palaarenaverovolleyDomani 26 gennaio al via la due giorni europea in programma nell'impianto monzese. La diretta dei tre match live sul canale youtube del Consorzio Vero Volley. La Saugella Monza sfida il Bekescsaba, la Zok Ub il VK Selmy. Chi vince va ai quarti di finale il 27 gennaio.

E’ arrivato il momento dell’Europa: da domani, martedì 26 gennaio, l’Arena di Monza ospiterà per due giorni le gare della “Bio Bubble” di CEV Cup 2021.

Protagoniste dell’appuntamento, inizialmente previsto per dicembre 2020 e successivamente rinviato per le difficoltà a raggiungere l’Italia dall’estero a causa della diffusione del Covid-19, saranno quattro formazioni. Oltre alle padrone di casa della Saugella Monza, ci saranno le ungheresi della Swietelsky Békéscsaba, le serbe della Zok Ub e le ceche della VK Selmy Brno.

Le prime due si sfideranno nella gara valida per gli ottavi della seconda manifestazione continentale per importanza alle ore 16.30 della prima giornata, seguite alle 19.30 dall'incontro tra i club serbi e cechi. Il giorno successivo, mercoledì 27 gennaio, alle ore 18.00, andrà invece in scena il match tra le due formazioni vincitrici valido per i quarti di finale e per l’accesso alla Final Four in sede unica della competizione.

"Giocare in una “bolla”, controllare con continuità atleti e staff, è una soluzione concreta e possibile per riuscire a organizzare i grandi eventi sportivi internazionali, come in questo caso la CEV Cup femminile, anche durante la pandemia - ha sottolineato l’Assessore allo Sport del Comune di Monza, Andrea Arbizzoni -. Lo ha già dimostrato la fase finale del torneo NBA che è diventata un “modello” di gestione dello sport in epoca Covid. Per questo servono capacità organizzative, competenze e tecnologia. Caratteristiche che il Consorzio Vero Volley ha saputo mettere in campo e gli ottavi e i quarti di finale della CEV Cup che si disputeranno all’Arena di Monza sono la dimostrazione della sua capacità di guardare avanti, innovando i modelli di organizzazione dello sport anche in un’epoca di emergenza sanitaria".

Le gare verranno disputate tutte nell’Arena di viale Stucchi seguendo le indicazioni e le limitazioni previste in questo periodo e all’interno di una manifestazione che rispetterà completamente i protocolli previsti dalla CEV in tema di prevenzione riguardo la diffusione del Coronavirus Covid-19, oltre che delle misure strettissime per garantire un’autentica “bolla” chiusa ai partecipanti. A cominciare dal soggiorno degli atleti e degli staff per proseguire con i trasporti fino ad arrivare a tutti i controlli necessari.

"Arrivare in fondo al percorso in Cev Cup è uno dei nostri obiettivi e da questo punto di vista la tappa della “bolla” di Monza è, ovviamente, un appuntamento fondamentale, che può aprirci le porte per la Final Four della manifestazione - ha spiegato Claudio Bonati, direttore sportivo del Consorzio Vero Volley -. Anche le altre squadre che saranno protagoniste all’Arena sono competitive, a cominciare proprio dalle ungheresi dello Swietelsky Békéscsaba, le nostre avversarie nel match valido per gli ottavi di finale, ma ci presentiamo per l'impegno nelle migliori condizioni possibili. Come Consorzio Vero Volley non possiamo che essere orgogliosi anche del riconoscimento internazionale che dimostra l'assegnazione a Monza di questo evento e degli standard che abbiamo raggiunto”.

Il Békéscsaba, avversaria della Saugella, è la squadra di pallavolo di maggior successo in Ungheria negli ultimi dieci anni. Le cinque volte campionesse nazionali e due volte vincitrici della Mevza Cup, sono al momento leader nel loro campionato, mentre la Zok Ub, alla prima partecipazione europea, ha avuto un inizio dinstagione altalenante che ha portato al cambio di allenatore proprio qualche settimana fa. Infine, la VK Selmy Brno si trova al quinto posto della sua graduatoria ed è alla seconda partecipazione alla CEV Cup.

 

DIRETTA LIVE SUL CANALE YOUTUBE DEL VERO VOLLEY
Leggi tutto...
 
Čajkovskij, Sinfonia n.4 online PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Gennaio 2021 07:46
210122 laverdi tsaicowskiRecentemente nominato Direttore Principale dell'Orchestra Sinfonica di Lucerna, Michael Sanderling dirige la maestosa Sinfonia n. 4 in Fa minore di Čajkovskij.
Composta tra il 1876 e il 1878, la Quarta Sinfonia di Čajkovskij è uno dei suoi lavori orchestrali maggiormente ispirati al mondo della musica popolare russa, a partire dalla fanfara iniziale, alla struggente melodia del secondo tempo, al frizzantissimo Scherzo pizzicato, fino al concitato e vivacissimo Finale.
"L'introduzione contiene il germe di tutta la sinfonia, è il fato, la potenza del destino".
Parola di Pëtr Il'ič Čajkovskij.
L'Orchestra Sinfonica di Milano ti aspetta sul nuovo portale web venerdì 22 gennaio alle ore 21.00.
 
Vimercate: studenti in sciopero all’omnicomprensivo PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Gennaio 2021 07:41
Gli studenti dell’omnicomprensivo di Vimercate scenderanno di fronte al plesso d’istituti, per andare contro all’inefficienza dei mezzi di trasporto, in data 22 Gennaio insieme ad alcuni docenti.
Oltre alla manifestazione è stato organizzato uno sciopero, per cui gli studenti non si collegheranno in data 22 gennaio.
Lo sciopero sarà solo l'inizio di una serie di scioperi da parte dell'omnicomprensivo.
 
"VOGLIAMO LA SCUOLA E LA VOGLIAMO SICURA"
Basta procrastinazioni, studenti e personale ne hanno abbastanza.
"Chiediamo un reale aumento dei mezzi - afferma Calogero del Liceo Banfi - e vogliamo che le istituzioni la smettano di prenderci in giro."
Il 20% non è una percentuale adatta!
La nostra sicurezza non è tutelata.
Il nostro futuro non è tutelato.
La nostra istruzione non è tutelata.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 97
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

LE DONNE & GLI UOMINI E DIO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso) - Dopo che Adamo ed Eva furono espulsi dal Paradiso, ebbero figli, e figli dei loro figli. Riuniti a tavola una sera, sorse fra loro una discussione. L’avvio lo diede Calmana, che aveva scelto di fare la direttrice d’orchestra, ma che voleva farsi chiamare “direttore”. S’aprirono le cateratte del cielo, coi pareri più discordanti. Deborah redarguì la sorella tirando in ballo la dignità della Donna.
A quel punto, Caino, acquisita coscienza di sé, chiese che la di lui testa non fosse più chiamata al femminile, essendo egli maschio. Abele gli fece osservare che “testo” significava già altro, e che v’era rischio di confusione. Ma Caino, che la giurò proprio quella sera ad Abele, ribatté che allora avrebbe abolito il femminile per la milza, la lingua, la gola. Awan sorrise soddisfatta, e cominciò a contare quante cose di sé avrebbe appellato diversamente: fegato, cuore, rene, polmone. La gamba era già al suo posto, ma osservò che il braccio, l’orecchio e il ginocchio erano transgender, poiché al singolare suonavano maschi, mentre al plurale femmine. Le costole, invece, erano coerentemente femmine sempre e comunque, la qual cosa faceva arrabbiare assai Adamo, andato in crisi di identità sessuale e che ricorse ad uno psicologo, perché non capiva come potesse avere dentro di sé il pezzo fondante di Eva, lui che era maschio. Il piccolo Enos, allora, anima candida, si guardò attorno, e chiese come mai gli alberi avessero pressoché tutti nomi maschili.
La madre Azura gli fece presente che alle volte, da un albero maschio, nascevano frutti femmine: le mele, le pere, le banane, e che comunque parecchi fiori erano femmine, mentre altri maschi, eppur tutti graziosi. Deborah andò allora su tutte le furie, lamentando che il frutto del fico fosse invece rimasto aggrappato alla “Y”, e urlò: “Cielo e mare, perché devono essere maschi?”. ”Beh, se è per questo, perché la terra, le stelle e la luna sono femmine?”, rispose serafico Abele, che a quel punto decretò la sua condanna a morte, giacché Caino avrebbe preferito terro, stelli e luno. Insomma, ne venne fuori un putiferio che mancò solo di anticipare la Torre di Babele: mischiando maschi e femmine, a un certo punto, non si capì più nulla.
Fu a quel punto che spuntò il buon Dio, il quale disse: “Se v’ho fatto maschi e femmine, uomini e donne, avrò avuto le mie buone ragioni. Credo, fra l’altro, che in questo momento abbiate problemi un poco più seri di cui occuparvi. Chiamatevi pure come accidenti volete: l’importante è che non vi manchiate mai di rispetto, mai. Gli uni con gli altri!”.
P.S.: Ma chi l’ha detto che il Covid-19 è maschio? Ecco, apriamo una bella discussione sul fatto che “virus” è ingiusto, perché dovrebbe chiamarsi “vira” (è latino). Rimane il problema che “vira”, in italiano, è un verbo (1^ coniugazione, 3^ persona singolare del presente indicativo, o anche 2^ persona singolare dell’imperativo), o no? Va beh: inutile insistere. Non se ne esce. Forza allora a tutte le Donne. A quelle che sanno chi sono senza necessità di etichette e sostantivi concordanti oltre ogni ragionevolezza, e anche a quelle che di etichette e sostantivi hanno bisogno.