Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
La Vero Volley Monza cade a Modena: sfumato il sogno della Final Four di Coppa Italia PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Febbraio 2021 13:25

saugellaPer Beretta e compagni si chiude senza gioie la gara secca dei quarti di finale della coppa nazionale contro gli emiliani, bravi a vincere 3-0 sul campo di casa. Orduna: "Stasera non siamo stati noi. Brava a Modena per come ha interpretato la gara. Ora pensiamo al campionato".

Leo Shoes Modena - Vero Volley Monza 3-0 (28-26, 25-17, 26-24)

Leo Shoes Modena: Christenson 2, Lavia 11, Mazzone 6, Vettori 13, Petric 12, Stankovic 9, Iannelli (L), Karlitzek 0, Grebennikov (L), Rinaldi 2. N.E. Bossi, Buchegger, Porro. All. Giani.

Vero Volley Monza: Orduna 0, Dzavoronok 1, Beretta 4, Lagumdzija 17, Lanza 12, Galassi 11, Davyskiba 5, Brunetti (L), Federici (L). N.E. Ramirez Pita, Rossi, Giani, Falgari. All. Eccheli.

Arbitri: Santi Simone, Braico Marco

Durata set: 34′, 26′, 27′; tot: 1h27'.

Leo Shoes Modena: battute vincenti 8, battute sbagliate 9, muri 6, errori 17, attacco 46%

Vero Volley Monza: battute vincenti 4, battute sbagliate 15, muri 8, errori 24, attacco 42%

Impianto: Pala Panini di Modena - Spettatori: gara a porte chiuse

MVP: Jenia Grebennikov (Leo Shoes Modena)

MODENA, 27 GENNAIO 2021 – E' nuovamente fatal Modena nella Del Monte®Coppa Italia per la Vero Volley Monza. Nonostante le due vittorie piazzate in campionato contro gli emiliani nella stagione in corso, il cammino dei monzesi nella coppa nazionale si ferma ancora una volta, come era successo nell'annata sportiva 2015-2016, per mano dei gialli. E' dunque la Leo Shoes a preparare, forte del 3-0 rifilato ai lombardi sul campo di casa del Pala Panini, nella gara secca dei quarti di finale della coppa nazionale, le valige per l'Unipol Arena di Casalecchio di Reno, sede il 30 e 31 gennaio della Final Four. Eppure Monza, che sognava la prima partecipazione all'ultimo atto del trofeo nazionale della sua storia, era partita bene: con il break iniziale messo a segno da Lanza e Beretta, i brianzoli avevano dimostrato di essere partiti col piglio giusto. E anche quando il set si era messo male (21-19 per Petric e compagni), la Vero Volley aveva saputo anche sorpassare con carattere grazie al buon ingresso di Davyskiba nel match. Vinto il primo gioco ai vantaggi, però, Modena ha saputo sfruttare una migliore precisione in attacco, commettendo meno errori al servizio. Con Grebennikov (MVP della gara) a volare su ogni palla, negando spesso il punto ai lombardi, i modenesi hanno saputo ricostruire il contrattacco e aggiudicarsi il secondo e terzo parziale. Per la Vero Volley c'è certamente amaro in bocca, ma la necessità di riprendersi prontamente in vista delle prossime sfide in campionato, la prima contro Piacenza in casa il 3 febbraio, dove punta a prendersi il quarto posto.

Leggi tutto...
 
SPORTELLO ALCITTADINO PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Febbraio 2021 13:15

comune monzaSi ricorda che il Comune di Monza ha istituito una Sportello al Cittadino in Piazza CARDUCCI

Tel. 039.2374363

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

PEC

Orari martedì dalle 8:30 alle 13:00 e giovedì dalle 8:30 alle 16:30 solo su appuntamento

Aperto su appuntamento per rilascio pin TS-CRS, idoneità alloggiativa e tessere elettorali

Per appuntamento telefonare 039.2374363 (dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:00).
 
DODICI FONTANE: IN GESTIONE A BRIANZACQUE PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Febbraio 2021 13:10

AcquaL’Amministrazione Comunale ha proceduto all’affidamento diretto «in house» del Servizio di conduzione e manutenzione delle fontane a Brianzacque, la monoutility brianzola del settore idrico.

Le dodici fontane inserite nel piano di manutenzione sono:

via Turati - Urban Center

largo Mazzini

via D’Annunzio

piazza Trento e Trieste fontanile «La roggia»

via Arosio, giardini della Stazione

via Cortelonga

piazza Roma, fontana dell’Arengario

via Gaslini

viale Sicilia

piazza Bonatti

piazza Indipendenza

via Luca della Robbia.

L’appalto prevede l’esecuzione di tutti gli interventi di manutenzione idraulica ordinaria e straordinaria, compresa la sostituzione dei meccanismi guasti - dalle pompe agli ugelli, dai filtri alle guarnizioni- e la verifica della «tenuta» idrica delle strutture.

È prevista la pulizia e la bonifica periodica delle vasche, delle griglie, dei filtri, dei pozzetti e degli ugelli, la manutenzione programmata degli impianti elettrici e la somministrazione dei prodotti antialghe e anticalcare.

Le attività di gestione comprendono, inoltre, la rimozione di foglie secche, cartacce, lattine, bottiglie, sacchetti di plastica e tutto ciò che viene gettato nelle vasche e il controllo del regolare funzionamento attraverso sopralluoghi periodici presso ogni fontana.

In caso di segnalazioni o richieste urgenti una squadra di tecnici interverrà entro tre ore.

L’investimento complessivo è di 43.920 euro per due anni: 21.960 euro per il 2021 e la stessa cifra per l’opzione di rinnovo per il 2022.

 
Gioco e cultura in Libertà - Concorso di poesia PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Gennaio 2021 09:07

Tema del concorso "Volto di donna"

Il concorso, aperto a tutti, è suddiviso in due sezioni: senior e junior (fino a 14 anni, previa autorizzazione dei genitori).

Ogni autore potrà presentare una sola opera, in lingua italiana, originale e mai segnalata in altri concorsi. Verranno ammesse al concorso solo opere pertinenti al tema e non saranno restituite. I premi assegnati dalla giuria saranno tre per ogni sezione e a tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato.

Le poesie dovranno essere scritte con carattere Arial 12 pt interlinea 1, non dovranno superare i 35 versi e dovranno essere impaginate in un foglio A4.

La poesia in forma anonima ed il modulo debitamente compilato e sottoscritto dovranno essere inviati via mail a:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il giudizio della giuria è insindacabile e la partecipazione al concorso è subordinata all’accettazione del regolamento. Le opere giunte dopo il termine del 31/03/2021 non verranno prese in considerazione.

Le poesie saranno raccolte in un volumetto prenotabile all’iscrizione (da richiedere a fronte di un contributo di € 5,00 da versare alla consegna).

Monza - Consulta quartiere Libertà.

Il concorso di poesia rientra nei Patti di Cittadinanza.

Il modulo d’iscrizione potrà essere scaricato dal sito http://www.gruppospontaneo.it.

Antonio 338 2266459 - Daniela 320 7431166 - Teresa 339.7047854

 
CEV Cup: la Saugella Monza stende lo Zok Ub 3-1 e vola in semifinale PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Gennaio 2021 09:00

finalquarterHeyrman e compagne di carattere contro le serbe, partite fortissimo nel primo gioco ma domate grazie ad una grande correlazione muro-difesa e un attacco super. Danesi: "Vittoria di squadra per noi. Ora prepariamo Conegliano".

Saugella MONZA - ZOK UB 3-1 (18-25, 25-19, 25-14, 25-18)

Saugella MONZA: Carraro, Heyrman 13, Van Hecke 25, Danesi 8, Orthmann 18, Meijners 4, Parrocchiale (L), Squarcini, Negretti, Obossa, Davyskiba, Begic 8. Non entrate: Casarotti, Orro (L). All. Gaspari.

ZOK UB: Bozic 3, Gligoric 6, Vulin 18, Trivunovic 11, Kecman 10, Medic 6, Durdevic (L), Stojkovic 1, Lukic, Mitrovic. Non entrate: Dordevic (L), Pavlovic, Djordjevic. All. Vasovic.

Arbitri: Weiberger Philippe, Voudouris Konstantinos

Durata set: 23', 24', 21', 25'; Tot: 93'.

Saugella Monza: battute vincenti 7, battute sbagliate 12, muri 12, errori 21, attacco 47%

Zok UB: battute vincenti 3, battute sbagliate 6, muri 6, errori 17, attacco 37%

Impianto: Arena di Monza - Spettatori: gara a porte chiuse

La Saugella Monza approda alla semifinale della CEV Volleyball Cup femminile 2021. La "Bio Bubble" organizzata dal Consorzio Vero Volley all'Arena di Monza si chiude con due vittorie su due uscite per la squadra di Gaspari, capace, dopo aver eliminato negli ottavi di finale di ieri il Bekescsaba 3-0, di confermarsi quest'oggi contro le serbe dello Zok Ub. Un 3-1 in rimonta quello firmato da Heyrman e compagne, partite sottotono complice anche un bell'approccio alla gara delle ospiti, molto astute nel giocare sulle mani del muro di casa con Vulin e brave a spingere con la battuta grazie a Trivunovic e Kecman, che vuol dire quattordicesimo successo consecutivo tra Serie A1 e coppa europea. Monza, ancora senza Orro (per lei ancora in atto il risentimento muscolare alla gamba destra che verrà valutato nella giornata di lunedì), reagisce però bene nel secondo parziale, affidandosi alle fiammate di Van Hecke, Orthmann e Begic ed i muri di Danesi ed Heyrman per aggiudicarsi i restanti parziali e la vittoria finale. Ora di fronte alle rosablù, in semifinale, c'è un altro ostacolo serbo: la Tent Obrenovac (andata in Italia il 23 febbraio e ritorno in Serbia il 2 marzo). Prima, però, tanti appuntamenti nella massima serie nazionale: il primo, sabato in Brianza, contro la capolista Conegliano alle 20.45.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA

Anna Danesi (Saugella Monza): “La stanchezza si è fatta sentire. Stiamo giocando ogni tre giorni e la gara di stasera non era facile. Abbiamo forse sottovalutato l'avversario nel primo set, ma poi siamo tornate ad esprimere il nostro gioco. Giocare con un pallone diverso rispetto alla Serie A1 non è mai facile. Ci siamo dovute adattare un pò sul muro-difesa, essendo abituate ad un gioco e ad altezze diverse, ma poi abbiamo preso le misure staccando il pass per la semifinale. Ora si torna in campo in campionato: giocare contro Conegliano è sempre tosta ma noi siamo ancora imbattute in stagione in casa. Puntiamo a metterle in difficoltà: vincerà la migliore.".

Leggi tutto...
 
Addio a Luigi Moretti PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Mercoledì 27 Gennaio 2021 22:14
210127 071027 MORETTI(Paolo Mariani) Questa sera un grande uomo, monzese d'adozione che tanto ha fatto e dato per la nostra città, è volato in cielo. Luigi Moretti, noto per avere "inventato" e gestito per un ventennio la Fiera di Monza, è morto. Oltre alle molte le iniziative che da imprenditore ha ideato, Luigi Moretti deve essere ricordato soprattutto per sua grande bontà d'animo e umanità. Coloro che lo hanno conosciuto bene e hanno avuto la fortuna di stargli vicino, non solo professionalmente, sanno di cosa stiamo parlando. Sono sicuro che il ricordo di quello che ha lasciato parlerà per lui nel tempo.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 97
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

LE DONNE & GLI UOMINI E DIO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso) - Dopo che Adamo ed Eva furono espulsi dal Paradiso, ebbero figli, e figli dei loro figli. Riuniti a tavola una sera, sorse fra loro una discussione. L’avvio lo diede Calmana, che aveva scelto di fare la direttrice d’orchestra, ma che voleva farsi chiamare “direttore”. S’aprirono le cateratte del cielo, coi pareri più discordanti. Deborah redarguì la sorella tirando in ballo la dignità della Donna.
A quel punto, Caino, acquisita coscienza di sé, chiese che la di lui testa non fosse più chiamata al femminile, essendo egli maschio. Abele gli fece osservare che “testo” significava già altro, e che v’era rischio di confusione. Ma Caino, che la giurò proprio quella sera ad Abele, ribatté che allora avrebbe abolito il femminile per la milza, la lingua, la gola. Awan sorrise soddisfatta, e cominciò a contare quante cose di sé avrebbe appellato diversamente: fegato, cuore, rene, polmone. La gamba era già al suo posto, ma osservò che il braccio, l’orecchio e il ginocchio erano transgender, poiché al singolare suonavano maschi, mentre al plurale femmine. Le costole, invece, erano coerentemente femmine sempre e comunque, la qual cosa faceva arrabbiare assai Adamo, andato in crisi di identità sessuale e che ricorse ad uno psicologo, perché non capiva come potesse avere dentro di sé il pezzo fondante di Eva, lui che era maschio. Il piccolo Enos, allora, anima candida, si guardò attorno, e chiese come mai gli alberi avessero pressoché tutti nomi maschili.
La madre Azura gli fece presente che alle volte, da un albero maschio, nascevano frutti femmine: le mele, le pere, le banane, e che comunque parecchi fiori erano femmine, mentre altri maschi, eppur tutti graziosi. Deborah andò allora su tutte le furie, lamentando che il frutto del fico fosse invece rimasto aggrappato alla “Y”, e urlò: “Cielo e mare, perché devono essere maschi?”. ”Beh, se è per questo, perché la terra, le stelle e la luna sono femmine?”, rispose serafico Abele, che a quel punto decretò la sua condanna a morte, giacché Caino avrebbe preferito terro, stelli e luno. Insomma, ne venne fuori un putiferio che mancò solo di anticipare la Torre di Babele: mischiando maschi e femmine, a un certo punto, non si capì più nulla.
Fu a quel punto che spuntò il buon Dio, il quale disse: “Se v’ho fatto maschi e femmine, uomini e donne, avrò avuto le mie buone ragioni. Credo, fra l’altro, che in questo momento abbiate problemi un poco più seri di cui occuparvi. Chiamatevi pure come accidenti volete: l’importante è che non vi manchiate mai di rispetto, mai. Gli uni con gli altri!”.
P.S.: Ma chi l’ha detto che il Covid-19 è maschio? Ecco, apriamo una bella discussione sul fatto che “virus” è ingiusto, perché dovrebbe chiamarsi “vira” (è latino). Rimane il problema che “vira”, in italiano, è un verbo (1^ coniugazione, 3^ persona singolare del presente indicativo, o anche 2^ persona singolare dell’imperativo), o no? Va beh: inutile insistere. Non se ne esce. Forza allora a tutte le Donne. A quelle che sanno chi sono senza necessità di etichette e sostantivi concordanti oltre ogni ragionevolezza, e anche a quelle che di etichette e sostantivi hanno bisogno.