Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
MONZA: CORONAVIRUS: TORNANO ATTIVI I NUMERI DI EMERGENZA COMUNALI PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Novembre 2020 10:07

Tornerà attiva da lunedì 2 novembre “NoicisiAMO”, l’unità di crisi permanente, costituita presso la sede comunale di Via Guarenti, per garantire aiuto e sostegno ai cittadini durante questa nuova fase di emergenza.covid emergenza

I due numeri di emergenza. Il 334/6311270 è dedicato a quanti, per evitare di uscire di casa, chiedono aiuto al Comune per la consegna a domicilio dei pasti, della spesa e dei farmaci, per ricevere assistenza personale e domiciliare. Gli operatori sono disponibili anche a fornire un supporto per l’utilizzo dei vari servizi online.

Potenziato anche lo sportello di aiuto piscologico che fornisce un servizio di sostegno e ascolto rivolto in particolare alle persone sole e più fragili.

Il secondo numero è il 339/8738417, dedicato esclusivamente alle persone in quarantena e isolate in casa. Anche per questi cittadini l’Amministrazione Comunale riattiva il servizio di consegna a casa dei pasti, della spesa e dei farmaci e l’assistenza domiciliare.

I due numeri di emergenza sono attivi da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00. «Ancora di più in questa fase è indispensabile stare vicino alle persone sole e agli anziani, fornendo tutto l’aiuto possibile non solo per le questioni pratiche e logistiche ma anche per attenuare il peso dell’isolamento e della preoccupazione, che talvolta diventano opprimenti in questi giorni segnati inevitabilmente dalla paura e dall’ansia”, spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alle Politiche Sociali Desiree Merlini.

Una «rete» di energia e generosità. Il servizio “NoicisiAMO” è coordinato dal Settore Servizi Sociali e dalla Protezione Civile, che hanno creato una vera e propria rete di solidarietà composta da: Auser Monza e Brianza, Croce Rossa Italiana, Associazione Il Salvagente, Associazione San Vincenzo, Associazione XXI Rapax, Cooperativa Monza 2000, Consorzio CS&L, Giovani Universitari delle Unità Pastorali, AGESCI Monza, Fondazione Alessio Tavecchio e cittadini volontari. «Ringrazio questo straordinario ‘esercito del bene’ che ancora una volta si è messo a disposizione per aiutare la nostra comunità ad affrontare al meglio questi momenti così difficili”, aggiunge il Sindaco Dario Allevi.

Il servizio «Noi ci siamo» era stato avviato lo scorso 5 marzo e si era concluso a giugno con un totale di 2798 telefonate.

1.691 le persone che avevano contattato il Comune durante il primo picco dell’epidemia, 2.093 i servizi effettuati per l’assistenza domiciliare e la consegna di pasti. La consegna a casa della spesa e dei farmaci è stata possibile grazie alla collaborazione di 274 volontari. Le persone complessivamente aiutate sono state 1.412.

 
Tumori: telemedicina soddisfacente e progetto SMARTDOC PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Novembre 2020 07:02
I primi risultati del progetto pilota dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, realizzato in collaborazione con l’Associazione Il Tulipano Bianco APS
Sperimentare le potenzialità della telemedicina per assicurare la continuità delle cure ai pazienti nonostante l’emergenza sanitaria e le difficoltà negli spostamenti. Inaugurato a fine giugno dalla Struttura Complessa di Chirurgia Toracica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT), SmartDoc traccia un primo positivo bilancio: il progetto di teleconsulto - realizzato con il contributo dell’Associazione Il Tulipano Bianco APS - ha fornito prestazioni a favore di un totale di 35 pazienti,suddivise rispettivamente in visite di controllo (90%) e prime visite (10%).
 
Nei primi tre mesi di attività, il progetto ha quindi consentito lo svolgimento di circa 12 visite al mese, mostrando in proiezione futura la potenzialità di assicurare 150-180 visite l’anno. Alto il grado di soddisfazione degli assistiti, che nel corso del monitoraggio hanno valutato in modo positivo o molto positivo il servizio nel 96% dei casi. “Siamo molto soddisfatti dei risultati sinora ottenuti”, sottolinea Ugo Pastorino, Direttore della Struttura Complessa di Chirurgia Toracica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. “L’adesione da parte dei pazienti assume una valenza particolare soprattutto alla luce del periodo che stiamo affrontando. Il nostro auspicio però è che questo tipo di modalità rimanga anche quando la crisi attuale sarà alle spalle, e possa diventare un’opzione in più da offrire per integrare le visite di persona con quelle a distanza”.
 
“La visita a distanza si avvicina in tutto e per tutto a un consulto di persona, grazie alle strumentazioni che permettono di prendere visione di immagini e documenti come se si fosse seduti di fronte al medico curante. In particolare, ci preme sottolineare che si tratta di un’opportunità offerta dal Sistema Sanitario Nazionale, ovvero di un servizio a disposizione di tutti e realizzato anche grazie al nullaosta arrivato in tempi molto rapidi dalla Regione Lombardia.”, spiega Alessandro Pardolesi, Dirigente Medico della Struttura Complessa di Chirurgia Toracica di INT, ideatore e responsabile del progetto.
“Abbiamo deciso di sostenere il progetto SmartDoc con la fornitura di dispositivi per la telemedicina perché abbiamo compreso la sua potenzialità di dare risposte immediate a bisogni urgenti. Dopo poco più di tre mesi di attività, il primo bilancio conferma la bontà della scelta e ci incoraggia a proseguire nel nostro impegno per far conoscere questa possibilità ai potenziali beneficiari in tutta Italia. L’auspicio è che dalla crisi che stiamo vivendo possano nascere nuove modalità per sostenere in particolare quanti si trovano in condizioni di svantaggio sociale ed economico”, dichiara Francesco Giordani, presidente del Tulipano Bianco Aps.
 
Leggi tutto...
 
Scienza a Seveso 2020 per tutto Novembre PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Martedì 03 Novembre 2020 06:56
Un nuovo capitolo di “Scienza a Seveso” si apre venerdì 6 novembre, con il primo di tre appuntamenti che una volta ancora porteranno l’attenzione su temi di carattere scientifico legati, in vario modo, alla vita quotidiana nel nostro ambiente.
Giunta all’undicesima edizione Scienza a Seveso rinnova la collaborazione tra Euresis, Associazione per la promozione e lo sviluppo della Cultura e del Lavoro Scientifico, e Fondazione Lombardia per l’Ambiente, insieme per approfondire la conoscenza del mondo in cui viviamo attraverso l’incontro diretto con protagonisti della ricerca scientifica che presentano argomenti specialistici in modo coinvolgente e comprensibile ai non addetti ai lavori.
 
Con il provocatorio titolo di “Essere viventi. Un incessante costruirsi” la rassegna ospitata a Seveso comincia l’edizione 2020  il 6 novembre, con il professor Giorgio Dieci, ordinario del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale all’Università di Parma.
A lui il compito d’introdurre il pubblico alle sfide poste dall’enorme progresso delle scienze biologiche, che via via sta rivelando un’organizzazione materiale di straordinaria complessità che accomuna tutti i viventi, dal batterio unicellulare fino all’uomo.
 
Si prosegue col secondo appuntamento venerdì 13 novembre, con il professore Giorgio Bavestrello, ordinario del Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e della Vita all’Università degli Studi di Genova, al quale è affidato il tema “L’evoluzione degli organismi marini tra autonomia e dipendenza”.
 
Venerdì 27 novembre, invece, l’incontro con il dottor Giovanni Maga, Direttore dell'Istituto di Genetica Molecolare del CNR di Pavia, affronterà un argomento quanto mai attuale: “I parassiti perfetti: storie di virus e pandemie da HIV a SARS-CoV-2”. Con lui si andrà alla scoperta dei nuovi virus capaci di infettare l'uomo in remote regioni del globo e dai nomi esotici come Chikungunya, Zika, Ebola, SARS, cercando di capire come ogni nuovo virus può potenzialmente diventare una minaccia globale.
Insieme a Euresis, e con il sostegno e patrocinio del Comune di Seveso, collaborano alla realizzazione di questi appuntamenti l’Agenzia Innova21 e l’Associazione Don Giuseppe Mezzera, a dimostrazione che fare rete amplia le opportunità di diffondere cultura e conoscenza.
 
Per seguire queste conferenze – che avranno inizio tutte alle ore 21.00 – è necessario iscriversi attraverso la piattaforma eventbrite.it andando al link:
 
Per maggiori informazioni:
Tania Feltrin: 02.806161.06
Filippo de Bortoli: 335.6964765
Fondazione Lombardia per l’Ambiente
Largo 10 Luglio 1976, 1 – 20822 Seveso (MB)
 
PROTOCOLLO PER CONTRASTARE E RIDURRE I RISCHI DI CONTAGIO COVID-19 NELLA PRATICA SPORT GOLF PARCO PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Ottobre 2020 12:58

logofgciLa FEDERAZIONE ITALIANA GOLF (di seguito soltanto FIG)
NB: in corsivo le novità introdotte rispetto alla versione precedente
Premesso
- fermi i principi statuiti dalla Commissione federale istituita per l’emergenza Coronavirus, contenuti nel documento “Sintesi del Protocollo federale per la ripresa del Golf”, comunicati dalla FIG a tutti i Circoli affiliati e aggregati (di seguito soltanto Circoli), in data 27.4.2020;
- vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31.1.2020, con la quale è stato dichiarato, per  6 mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale, relativo al rischio sanitario per il
Coronavirus, successivamente prorogato con successivi provvedimenti sino al 31.1.2021;
- visti i D.L. n. 6 del 23.2.2020 e n. 19 del 25.3.2020, nonché i DPCM del 4, 8, 9, 11 e 22 marzo 2020 e quelli del 1, 10 e 26 aprile 2020, le cui disposizioni tutte qui si intendono richiamate per quanto ancora vigenti;
- viste le raccomandazioni emanate dal Ministero della Salute di igiene contro il Coronavirus, le cui disposizioni qui si intendono richiamate;
- viste le Linee guida emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Sport, in data 3.5.2020, Prot. 3180 per lo svolgimento degli allenamenti degli atleti professioni e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale negli sport individuali;
- visto il DPCM del 17.5.2020 che all’art. 1 lett. f) ha consentito l’attività sportiva di base e
l’attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi a far data dal 25 maggio,
nonché ha consentito, all’art. 1 lett. e), le sessioni di allenamento degli atleti professionisti e
non professionisti;
- viste le linee guida emanate, in data 19.5.2020, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri –
Ufficio Sport per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere, ai sensi del DPCM del 17.5.2020 art. 1, lett. f), che si allegano al presente Protocollo, costituendone parte
integrante e inscindibile;
- visto il DPCM del 11 giugno 2020, con il quale provvedimento sono state consentite (i) le competizioni sportive riconosciute di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalla Federazione Italiana Golf, ovvero organizzate da organismi sportivi internazionali, a decorrere dal 12 giugno 2020, purché eseguite a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto del Protocollo e delle Linee guida emanati dalla Federazione, e (ii) le gare di circolo, a decorrere dal 15 giugno 2020 e nel rispetto del Protocollo e delle Linee guida emanati dalla Federazione, non essendo più prevista la sospensione delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina precedentemente sancita dal DPCM dello scorso 17 maggio;
- visto il DPCM emesso in data 7 agosto 2020, pubblicata in GU alla Serie Generale n. 198 del
8 agosto 2020, recante, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n.
19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare
l'emergenza epidemiologica da COVID-19”;
- vista l’ordinanza del Ministero della Salute emessa in data 12 agosto 2020, pubblicata in GU
alla Serie Generale n. 202 del 13 agosto 2020, recante “Ulteriori misure urgenti in materia di
contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”;
- vista l’ordinanza del Ministero della Salute emessa in data 16 agosto 2020, pubblicata in GU
alla Serie Generale n. 204 del 17 agosto 2020, recante
“Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza
epidemiologica da COVID-19”;
- visti i DPCM del 7.9.2020 e del 13.10.2020, nonché le ordinanze del Ministero della salute
del 21.9.2020, del 25.9.2020 e del 7.10.2020;
- visti i successivi DPCM del 18.10.2020 e del 24.10.2020;
- considerato il presente documento valido ed applicabile anche ai giocatori disabili e alle
persone non completamente autosufficienti, laddove compatibile e ferma la possibilità di
derogare al distanziamento sociale in caso di necessaria presenza di un accompagnatore e
deroga ad indossare la mascherina se incompatibile con le condizioni di salute del giocatore
disabile;
- ferme tutte le misure, raccomandazioni e indicazioni disposte dai provvedimenti emessi
dalle competenti Autorità nazionali e locali, tra cui quelli appena richiamati,
EMANA
il presente protocollo (di seguito soltanto Protocollo) per indicare le Regole, Raccomandazioni e Indicazioni per praticare il gioco del Golf in sicurezza, stante quanto disposto dalla normativa vigente in materia di contenimento del Contagio da Covid-19.
In tutti i casi sempre fermo il rispetto del distanziamento sociale e del divieto di assembramenti.
Oltre a quanto qui indicato, è possibile conoscere ulteriori consigli generali su come ridurre al
minimo il rischio di diffusione del Coronavirus (di seguito soltanto Virus) sul sito dell'OMS e del Golf & Health, nonché dai provvedimenti emessi in materia dal Ministero della Salute e dalle altre
Autorità competenti.
Tutte le azioni che erano oggetto e/o destinatarie delle prescrizioni contenute nella versione
precedente (14.10.2020) del Protocollo ed oggi eventualmente abrogate e non presenti
nell’odierna versione devono considerarsi di nuovo eseguibili secondo le ordinarie regole del golf e di comportamento, ferma la raccomandazione di disinfettarsi le mani frequentemente e
comunque dopo essere entrati in contatto con qualsiasi oggetto trovato sul campo e/o nelle altre aree del Circolo.

Leggi tutto...
 
SEVESO:SOSPESI CAUTELATIVAMENTE I SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA ALLA “COLLODI“ PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Ottobre 2020 12:07

L’Amministrazione Comunale di Seveso ha sospeso cautelativamente a partire da stamattina i servizi di pre e post scuola presso la scuola primaria Carlo Collodi. Tra i 3 casi di positività al virus Covid-19 riscontrati l’altroieri in 3 classi dell’istituto, ve ne è 1 che interessa un alunno che utilizzava questi servizi.

Dopo gli alunni delle 3 classi, sono stati posti in isolamento domiciliare (quarantena) anche gli alunni del pre-scuola; nel caso sviluppino sintomi simil covid devono contattare il proprio medico o pediatra.

In giornata, invece, l’Istituto Comprensivo Via Adua ha informato il Comune di Seveso che, a seguito del riscontro della positività al virus Covid-19 di 3 alunne, per 3 classi della scuola primaria Enrico Toti è stata disposta la sospensione dell’attività didattica in presenza e l’attivazione della Didattica Digitale Integrata. I docenti delle classi interessate avranno cura di organizzare le videolezioni e comunicare alle famiglie il calendario e le modalità di partecipazione

 
PARCO E GIARDINI: ORARIO INVERNALE PDF Stampa E-mail
Domenica 25 Ottobre 2020 15:09

Con il ritorno dell'ora solare, da domenica 25 ottobre 2020 cambiano gli orari di apertura del Parco, dei Giardini della Villa Reale e dei giardini pubblici cittadini.

Nel periodo invernale il Parco, per gli ingressi pedonali, sarà aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 20.30.

Per gli ingressi carrai, sarà aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 19.00.

I Giardini della Villa Reale saranno aperti tutti i giorni dalle 7.00 alle 18.30. Ingresso gratuito.

I giardini pubblici saranno aperti dalle 8.00 alle 19.00.

per informazioni

https://www.reggiadimonza.it/it/content/page/orari

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 89
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

I Lombardi

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso)

In Lombardia fin da piccolo impari che:

“Non ce la faccio – non si può dire.

“Non ci riesco – non esiste.

“Sono stanco” … non è mai abbastanza!

Ecco come sono i Lombardi nel bene o nel male a seconda di come

li vuoi guardare!

Testa bassa e lavorare.

I Lombardi, quelli veri, chiamati per scherzo Polentoni, sì, perché era la

polenta che si mangiava in tempi di difficoltà. Ma offendersi, mai.

Sì, perché la polenta è ruvida e dura fuori, con quella crosticina che si forma

quando si raffredda ma dentro dolce ed avvolgente.

I Lombardi sono così: dentro sono buoni, con il cuore tenero, fieri delle cose

rassicuranti: acqua sale e farina gialla.

I Lombardi ci sono.                                                                                                                                                                                

Sempre.

Silenziosi ma presenti, su loro puoi contare, sempre.

Molti non li sopportano, lo si percepisce, ma se te ne innamori … beh allora

sei spacciato perché sarà per sempre.

Piange la Lombardia, in silenzio e con orgoglio.

Lo fa senza rumore per non disturbare, con toni semplici e concreti.

Tenendo gli occhi bassi e la testa piena di mille pensieri, cercando soluzioni.

Passano le ambulanze con le sirene accese e i lombardi sentono e continuano.

Se la Lombardia si potesse abbracciare lo farei adesso, forte.

Non mollare, non lo hai mai fatto.

Ricordi? Non si può dire “non ce la faccio”

“non riesco” qui non esiste”

“sono stanca! non è mai abbastanza, ancora un po’”!

Una regione non si misura dalla sua lunghezza e larghezza ma dall’ampiezza

delle sue visioni e se decidi di sceglierla come “casa” devi sapere che

devi essere all’altezza dei suoi sogni!

 

“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”. Cit. Goebbles  -  il ruolo delle fake news

La minoranza di coloro che leggeranno la frase la attribuirà ad un certo Joseph Goebbles. Altri la cercheranno su internet. Inoltre, navigando online, risulteranno richiami di articoli tipo quello, apparso nel 2016 sul Fatto Quotidiano: Gaffe di Farinetti: “Come diceva Goethe, a forza di ripetere una roba questa diventa vera. Ma la frase era di Goebbels!”

Leggi tutto...