Contenuto Principale

Fino al prossimo 23 aprile 2020, il “Piano Freddo” a Monza

Fino al prossimo 23 aprile 2020, il “Piano Freddo” a Monza. Il programma prevede interventi di pross...

Motivi leonardeschi nelle stampe dei Musei Civici

Inaugurazione della mostra venerdì 25 ottobre – ore 18 (ingresso libero fino a esaurimento posti) In...

Aperte le iscrizioni per le scuole 2020/2021

Dal 7 al 31 gennaio 2020 sono aperte le iscrizioni alle classi prime delle scuole primarie e sec...

il Comune di Monza investe nel piano scuola

Quasi due milioni di euro per le scuole «Puecher», «Zara», «Bachelet» e «Zucchi». Il Comune di Mon...

Manovra e bonus casa: un passo indietro sarebbe molto grave

Non è ancora chiaro se ci sarà o meno una proroga del bonus mobili, la misura fiscale che permette...

  • Fino al prossimo 23 aprile 2020, il “Piano Freddo” a Monza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Motivi leonardeschi nelle stampe dei Musei Civici

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Aperte le iscrizioni per le scuole 2020/2021

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • il Comune di Monza investe nel piano scuola

    Sabato 07 Ottobre 2017 10:00
  • Manovra e bonus casa: un passo indietro sarebbe molto grave

    Giovedì 19 Ottobre 2017 06:03

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
TUTTO PRONTO PER LA 64ª SETTIMANA VENATORIO ORNITOLOGICA:seveso PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Agosto 2019 06:48

Sarà un settembre che inizierà in grande stile quello di Seveso del 2019: nei primi otto giorni del prossimo mese la città ospiterà la 64ª Settimana Venatorio Ornitologica, evento organizzato dal Comune in collaborazione con la sezione territoriale della Federazione Italiana della Caccia, l’A.S.D. Seveso, l’A.S.D. New Volley Brianza, il G.S. Cicli Fiorin A.S.D. e i commercianti locali con in prima fila l’associazione territoriale di Confcommercio e il Comitato Commercianti di Seveso 4.0.

Il programma prevede per domenica 1 settembre, alle ore 9, la grande gara di tiro al piattello al campo di via Verona all’Altopiano. Mercoledì 4, alle ore 19.45, partirà in via Trento e Trieste, a Baruccana, la gara Primi Sprint di ciclismo “Trofeo Città di Seveso” riservata alle categorie Giovanissimi.

Giovedì 5 e venerdì 6, alle ore 20, piazza Cardinal Carlo Confalonieri ospiterà le gare eliminatorie di un torneo di beach volley. Sabato 7, dalle ore 20.30, sarà “Notte di festa in centro” insieme ai commercianti; si potrà danzare alle ore 21 in piazza Leonardo Da Vinci con l’Orchestra Angelo De Luca e gustare alle ore 23 in piazza Cardinal Carlo Confalonieri la torta, in formato “maxi”, preparata da due pasticcerie di Seveso e che verrà distribuita a tutti i golosi; ma girando per le vie e le piazze del centro, oltre a trovare i negozi aperti, si potrà assistere a una sfilata di moda (in via San Fermo della Battaglia), alla finale e alle premiazioni del torneo di beach volley (in piazza Cardinal Carlo Confalonieri), a esibizioni di danza e di discipline sportive e fermarsi davanti ai banchetti delle associazioni culturali e di volontariato e magari acquistare qualche libro usato.

Saranno presenti le seguenti associazioni: A.S.D.C. Base 96, A.S.D. New Volley Brianza, A.S.D. Karate Shotokan do, A.S.D. BCS 2011, G.S. Cicli Fiorin A.S.D., Judo Club Sho-dan A.S.D., A.S.D. Marathon Club, Moto Club Seveso, A.S.D. Dojo Tora Kin Karate, A.S.D. Sei Armonie, A.S.D. IMAKA, A.S.D. Altopiano, A.S.D. Robur FBC 84, A.S.D. CABS, Club Alpino Italiano – Sezione di Seveso, M’Ama Danza Arte Terapia A.S.D., Ballet Studio A.S.D., Lega Italiana Calcio Balilla – Delegazione della Lombardia, Associazione Nazionale Alpini – Gruppo di Seveso, Corpo Musicale “Santa Cecilia”, Associazione Volontari Italiani del Sangue – Sezione di Seveso, Amici della Biblioteca Civica di Seveso “Villa del Sole”, Accademia Musicale Gaetano Marziali, Associazione Don Giuseppe Mezzera di Seveso, Associazione Nazionale Terza Età Attiva per la Solidarietà – Gruppo Operativo di Seveso.

Domenica 8, dalle ore 8, la Settimana Venatorio Ornitologica si chiuderà in via Redipuglia e al Bosco delle Querce con la Fiera mercato con bancarelle tradizionali, l’Esposizione regionale canina di tutte le razze, una gara di agility dog,  un’esibizione di tiro al piattello laser, una gara di pesca sportiva e una mostra zootecnica; alle ore 20.30, infine, il Bosco delle Querce (in caso di pioggia l’Aula Magna della scuola secondaria di primo grado Leonardo Da Vinci, in via Alcide De Gasperi) ospiterà lo spettacolo teatrale “Il divorzio”, una commedia brillante liberamente adattata da “Divorzio all’italiana”, il film del 1961 diretto da Pietro Germi. L’ingresso sarà libero a tutte le manifestazioni.

 
La brianza cambia il clima: convegno 3 ottobre 2019 PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Agosto 2019 10:44

LA BRIANZA CAMBIA CLIMA è l’occasione per: Esporre gli effetti e i rischi dei cambiamenti climatici per il territorio lombardo e la sua popolazione, individuando azioni di mitigazione e adattamento. Raccontare le buone pratiche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici messe in campo da pubbliche amministrazioni e imprese locali. Avviare un tavolo di confronto tra gli stakeholder pubblici e privati per individuare strategie d’azione condivise per affrontare le sfide future, definire gli investimenti necessari e le azioni prioritarie, attivare un coordinamento sovralocale. Individuare i limiti ambientali a livello territoriale per concepire uno sviluppo economico circolare sostenibile. Coinvolgere la popolazione nella sfida ai cambiamenti climatici, attraverso il cambiamento degli stili di vita e riconoscere al Terzo Settore un ruolo strategico nella condivisione sociale e culturale di buone pratiche ambientali.

LA BRIANZA CAMBIA CLIMA
Segreteria organizzativa
Agenzia InnovA21
Tel. + 39 0362 546210
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
3 ottobre 2019
ore 09.00 - 13.00
L’impegno della Brianza nella lotta
ai cambiamenti climatici, le opportunità
e l’innovazione in Lombardia,
la nostra sfida globale
Fondazione Lombardia per l’Ambiente
Auditorium
Centro Ricerche e Formazione Ambientali
Largo 10 Luglio 1976, 1 - Seveso

 
Corsi gratuiti per aspiranti matricole di Medicina & Chirurgia, Medicina Veterinaria e Odontoiatria PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Luglio 2019 05:54
 
Una settimana di full-immersion tra materie scientifiche e indicazioni di metodo per saggiare la propria preparazione e attitudine nell’affrontare i test per le ammissioni ai corsi di laurea in Medicina-Chirurgia; Medicina Veterinaria e Odontoiatria.
Si tratta di una opportunità unica in ambito nazionale, giunta alla VII edizione consecutiva.  Quest’anno la località prescelta per lo svolgimento dalle lezioni è il Comune di Arcore. La proposta si rivolge a tutte le aspiranti matricole dell’ultimo anno delle Scuole Superiori, o anche a chi intende rimettersi in gioco in vista della prova di selezione.
 
Leggi tutto...
 
Memorial Chester Bennington PDF Stampa E-mail
Martedì 16 Luglio 2019 07:59
Volantino1Conferenza stampa di presentazione del “Memorial Chester Bennington" mercoledì 17 luglio, alle ore 18.30, presso la Sala Bizzozero del Municipio. Il “Memorial Chester Bennington" è un progetto socio-culturale che si svilupperà nella serata del 26 luglio attraverso un dibattito sul tema del disagio psicologico e la successiva esibizione di una tribute band dei Linkin Park, il cui frontman, Chester Bennington appunto, si è tolto la vita due anni fa a causa della depressione. Durante la serata, che ha ottenuto un importante contributo dalla Regione Lombardia, saranno raccolti fondi da devolvere in beneficenza.
 
The British traditional elegance del campo verde di Wimbledon PDF Stampa E-mail
Mercoledì 10 Luglio 2019 07:02
 b mA qualche chilometro dal centro di Londra, nel “All England Lawn Tennis and Croquet Club”, si sta tendendo uno dei più prestigiosi ed antichi tornei del mondo nato nel 1877. Caratteristica che lo rende unico, oltre ad una etichetta rigorosa e mai scalfita dal tempo è il manto in erba vera su cui gli avversari si incontrano. Singolare maschile e femminile, doppio maschile, femminile e misto, juniores maschile e femminile. Il vento oggi sposta i ciuffetti più lunghi, ma a Wimbledon il tempo è sovrano ed anche la Regina Elisabetta e i Reali che assistono in tribuna lo sanno. Le gocce d’acqua sparse sul campo si aggrappano ai singoli fili d’erba. Le palline escono dai tubi e si poggiano sul verde tappeto erboso, a riposare, soddisfacendo quel contrasto cromatico molto vittoriano, molto estivoTerzo torneo del Grande Slam in ordine cronologico annuale, preceduto dall'Australian Open e dagli Open di Monte Carlo e seguito dagli US Open. Unico Slam ad essere giocato sull'erba, si tiene annualmente tra giugno e luglio a Wimbledon nell'arco di due settimane, iniziando, secondo la tradizione, sei settimane prima del primo lunedì di agosto.
feder 2Il terzo match in programma due giorni fa sul Centrale era quello che poteva regalare a Matteo Berrettini (numero 17 del ranking mondiale) l’ingresso nella leggenda. Il 23enne romano sfidava Sua Maestà Roger Federer, numero due, otto volte vincitore a Londra e uomo dei record, arrivato con successo ai quarti di finale (6 1, 6 2, 6 2). Ma va bene così!

I sacri campi di Church Road aprono i battenti per le due settimane più alla moda. Wimbledon e Londra si mettono il “vestito della festa”. Le due settimane londinesi sono l’unico momento di innato talento per i tennisti ancora restìi alla muscolatura da culturisti, quelli che prendono la racchetta in mano con la sensibilità del pittore e il suo pennello. Del musicista e della sua chitarra. Le due settimane in cui lo strumento principale non è più un servizio a trecento allora, un cannone che spara e scambi con la potenza dell’immaginabile.

Leggi tutto...
 
Monza Città efficiente: convegno il 10 luglio all'Urban Center PDF Stampa E-mail
Giovedì 04 Luglio 2019 19:42
Monza citta efficiente«Monza città efficiente». È questo il titolo dell’appuntamento con i modelli di efficienza energetica in programma mercoledì 10 luglio alle ore 9.30 nella Sala «Picasso» dell’«Urban Center» (via Turati, 6): un incontro per conoscere lo stato di fatto di un edificio pubblico o privato e produrre scenari di efficienza. Il riscaldamento delle abitazioni contribuisce al 64% delle emissioni di CO2. Un italiano spende, in media, tra i 1.500 e i 2.000 euro l’anno per riscaldare la propria casa. Una spesa che potrebbe essere sensibilmente ridotta grazie a interventi di efficienza energetica. Inoltre gli studi recenti dimostrano come il riscaldamento degli edifici contribuisca al 64% di emissioni di CO2 nell’aria, contro il 10% del traffico veicolare e il 26% derivante dall’attività industriale. Quindi intervenire sui condomini più obsoleti è una scelta strategica e non più rinviabile. Scuole sempre più «green». «È la strada che abbiamo iniziato a percorrere sugli edifici pubblici, spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Simone Villa. Abbiamo iniziato, ad esempio, l’iter che porterà a trasformare la Scuola “Ardigò”, costruita negli anni Settanta, in un edificio “a impatto zero”. Secondo le ipotesi dei tecnici, le emissioni di Co2 scenderanno di oltre l’80%, mentre i costi di riscaldamento del 70%. Per non parlare del progetto di ristrutturazione della “Salvo D’Acquisto” o quello del “Nanni Valentini”. Ma pensiamo anche agli edifici privati che hanno la possibilità di collegarsi alla rete di teleriscaldamento, una forma di energia “pulita”. Gli interventi sul patrimonio edilizio pubblico e privato sono determinanti perché avrebbero una significativa ricaduta sia in termini di risparmio energetico che di tutela ambientale. Perché il mondo di domani lo costruiamo con le scelte di oggi». Gli obiettivi. «Monza città efficiente», promosso dal Comune di Monza in collaborazione con «iiSBE Italia» e «Habitami Energy and Building Advisor», è la prima iniziativa di una campagna di monitoraggio e informazione degli edifici della città.
L’obiettivo è informare i cittadini sugli strumenti tecnici, economici, finanziari e sulle opportunità di legge per fare efficienza energetica sulle proprie abitazioni e aprire con sindaci e istituzioni un dibattito sugli strumenti e le linee guida per migliorare le prestazioni di tutti gli edifici. Senza dimenticare che il comparto stesso rappresenta per il nostro Paese un’importante occasione di rilancio economico. La campagna informativa riprenderà a settembre con una serie di incontri in tutti i Centri civici della città che si concluderanno a giugno del prossimo anno.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 68
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Dalla Parte degli Animali (seconda parte) Laura G. D'Orso

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

La grandezza di una nazione ed il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali. - M. K. "Mahatma" Gandhi (1869-1948).

L’uomo tende a migliorarsi e a migliore il mondo che lo circonda, investe nel progresso, promuove iniziative meritevoli in molti campi, ma sulla strada che porta all’armonia con gli animali purtroppo resta indietro. Gli animali continuano ad essere trattati come cinquanta o cento anni fa.

Animali legati alla catena, rinchiusi in recinti simili a lager, picchiati, abbandonati, e spesso seviziati per puro sadismo.

E tutto questo, come si apprende dalle notizie sui giornali, non avviene solo nelle zone più degradate del pianeta, tutto ciò avviene anche nelle città e nei paesi, tra i palazzi e le villette che costituiscono la nostra quotidianità, la nostra civiltà.

Il decreto, che ci auguriamo farà da apripista anche per tutti gli altri Paesi del mondo è partito dall'Uruguay dove il Presidente Josè Mujica ha segnato un’importantissima svolta nella regolamentazione e punizione degli episodi di maltrattamento animale. Tale decreto garantisce agli animali le cinque libertà fondamentali: quella dalla fame e dalla sete, quella dal disagio, quella da dolore, sofferenza e malattia, quella da paura e angoscia, e quella di poter esprimere un comportamento naturale.

Cosa fare se si è testimoni di un maltrattamento a un animale?

Nei casi di maltrattamento sono gli Organi di Polizia Giudiziaria che devono intervenire, quindi i Vigili Urbani, i Carabinieri, la Polizia, la Guardia di Finanza e il Corpo Forestale. Chi pensa che, trattandosi di animali, le sole che possono essere interpellate sono le Guardie Zoofile, sbaglia.

La Cassazione ha ribadito che tutti gli organi di Polizia Giudiziaria sono competenti per i reati in materia ambientale e di tutela animali (Cass. pen. sez. III - Pres. Gambino - Est. Postiglione - n.1872 del 27/9/91).

Ecco solo i più comuni e ripetuti tipi di maltrattamento:

- Scommesse clandestine;

- Cane legato con catena o corda troppo corta;

- Legare l’animale al sole;

- Lasciare l’animale chiuso in auto sotto il sole;

- Allontanare un’animale colpendolo con oggetti contundenti causandogli danno

Chiunque può denunciare alle autorità i colpevoli di tali crudeltà raccogliendo tutte le prove necessarie ad individuare il colpevole.

Tre italiani su dieci possiedono uno o più animali domestici e il 76,8% di loro, li considera membri effettivi della famiglia. Sei su dieci li ritengono i loro migliori amici (60%), quasi un terzo, addirittura veri e propri figli (32,9%).

Alla luce di questi dati, emersi nell’ultimo Rapporto Italia dell’Eurispes, appare ancora più significativa l’iniziativa promossa da oltre 140, per chiedere che il Codice Civile riconosca tutti gli animali come esseri senzienti. Cambiando la legge, che considera attualmente gli animali come “res”, “cose mobili”, tutti coloro che li maltrattano, torturano o abbandonano, saranno soggetti a pene più severe, in quanto responsabili di reati ben più gravi.

A leggere i numeri dell’Eurispes, l’Italia è un Paese sempre più pet friendly: cresce il numero di chi vive insieme ad un animale (33,6%, ovvero l’1,1% in più rispetto al 2018); ma, il dato più sorprendente è che crescono le famiglie che accolgono due, tre o più animali: rispettivamente 8,1% (7,1 nel 2019), 4,7% (contro il 3,7% dell’anno precedente) e 3,8% (nel 2016 era il 2,3%).

I cani si confermano gli animali da compagnia più presenti nelle case (40,6%), seguiti ovviamente dai gatti (30,3%). Ma insieme a loro, ci sono anche uccelli (6,7%), pesci (4,9%), tartarughe (4,3%), conigli (2,5%) e criceti (2%).

La “pet passione” non si ferma nemmeno davanti a ostacoli e problemi pratici che, nonostante questi numeri, i possessori di animali continuano a incontrare quando frequentano ristoranti, alberghi, negozi e spiagge.

L’Eurispes nel 29esimo Rapporto Italia rivelava che oltre otto italiani su dieci (80,7%) sono contrari alla vivisezione e che l’67,3% è contrario alle pellicce. Più di sette italiani su dieci vorrebbero abolire la pratica dell’utilizzo degli animali nei circhi (81,4%, contro il 68,3% del 2015); il 54,9% vorrebbe togliere gli animali dagli zoo (nel 2015 erano il 53,3%).

L’area geografica meno sensibile ai diritti degli animali sembra essere il Nord-Ovest, maggiormente incline alla caccia, con quasi il 46,6% dei consensi, maggiormente favorevole all’impiego degli animali nei circhi (37,7% dei consensi) e negli zoo (54%), poi ci sono le Isole dove anche le Strutture alberghiere ed i ristoranti non sono sempre disposti ad accogliere animali domestici.

https://eurispes.eu/rapporto-italia-2019-italiani-e-animali-un-amore-senza-fine/

 

Dalla Parte degli Animali. (prima parte) Laura G. D'Orso

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Quanti sono gli animali rinchiusi nei Circhi in Italia e in quali Paesi sono vietati?        

Mentre in Stati come Austria, Belgio, Croazia, Rep. Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Malta, Polonia, Slovacchia, Svezia, Regno Unito, Portogallo e Olanda, Stati Uniti hanno oramai vietato gli spettacoli con animali, da noi, in Italia, si deve ricorrere alla differente visione delle diverse Amministrazioni locali e Monza dall’ottobre del 2017 è diventata una città “circus free”, grazie anche agli sforzi dell’Assessore Massimiliano Longo, che ha ben vigilato e controllato autorizzazioni e strutture.

Il contesto legislativo italiano si sta muovendo anche se con grande fatica, dato il momento politico delicato. Nel novembre 2017 era stata approvata la Legge del Codice dello Spettacolo n.4652 che prevedeva il graduale superamento della presenza degli animali nei circhi e nelle attività dello spettacolo viaggiante. Rimaneva poco dettagliato cosa si intendesse esattamente per "graduale superamento" e rimaneva il dubbio di quando esattamente questa inversione di rotta potesse essere attuata velocemente.

Leggi tutto...