Contenuto Principale

"Avvicinare Leonardo"13 aprile al 19 maggio, Cappella Reale della Reggia di Monza

Un importante evento espositivo in occasione delle celebrazioni del 500.mo anniversario della mort...

“I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

(Laura Giulia D'Orso). Il 7 Aprile 2004 viene ritrovato l’aereo di Antoine de Saint-Exupéry abbatt...

Storia di quelle tre note che da 155 anni onorano i Caduti di tutte le Guerre

(laura Giulia D'Orso). https://youtu.be/EV_Q03zvtkM La Liberazione .... il governo italiano aveva ...

L’omaggio di Monza al grande Rossini

Il 2018 è stato dichiarato “Anno Rossiniano” nel 150esimo anniversario della morte del gra...

Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019

In occasione della prossima Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019, anche i...

  • "Avvicinare Leonardo"13 aprile al 19 maggio, Cappella Reale della Reggia di Monza

    Giovedì 10 Gennaio 2013 21:01
  • “I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Storia di quelle tre note che da 155 anni onorano i Caduti di tutte le Guerre

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • L’omaggio di Monza al grande Rossini

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Elezione del Parlamento Europeo fissata per il 26 maggio 2019

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
Scuole: iscrizioni per l'anno 2019/20 PDF Stampa E-mail
Lunedì 07 Gennaio 2019 10:54

scuolaDal 7 al 31 gennaio 2019 sono aperte le iscrizioni alle classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado per l'anno scolastico 2019/2020. Il Ministero ha predisposto una procedura informatica disponibile all’indirizzo web www.iscrizioni.istruzione.it o sul portale MIUR, attraverso il sistema “iscrizioni on line”. Dal 27 dicembre è possibile effettuare la registrazione per ottenere le credenziali di accesso al servizio.

Sono escluse dalla procedura on line solo le scuole dell’infanzia e le scuole paritarie di ogni ordine e grado, per le quale le iscrizioni si effettueranno, come ogni anno, presso le segreterie.

 
Ultimo dell'anno al teatro Manzoni PDF Stampa E-mail
Lunedì 31 Dicembre 2018 13:00

Ore 21.30 - Teatro Manzoni

MI VOLEVA STREHLER - mmDi Umberto Simonetta e Maurizio Micheli. Produzione Teatro Franco Parenti.

Con oltre mille repliche all'attivo lo spettacolo cult è riproposto a 40 anni dal debutto del 1978.

In scena un divertente Maurizio Micheli incastrato in un impianto scenografico girevole che rappresenta i vari ambienti in cui si muove il protagonista nei panni dello scalcinato attore Fabio Aldoresi, trapiantato a Milano e costretto ad esibirsi tutte le sere davanti ad un pubblico bifolco.

Egli sogna, come tanti suoi colleghi, la svolta: diventare un attore famoso ed importante....

Al termine dello spettacolo, brindisi con spumante, pandoro e panettone allo scoccare della mezzanotte.

Biglietti: Platea 50 euro - Balconata 40 euro - Galleria 30 euro.

Acquistabili al botteghino del Teatro oppure on line:  www.teatromanzonimonza.it Tel. 039.386500

Doppio Capodanno al Binario 7

 
Cesano: concerto di Capodanno con Valter Borin PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Dicembre 2018 07:11
All'Excelsior il Concerto di Capodanno 2019 dell'Orchestra Sinfonica ProMusica: musiche da film e operette dirette da Valter Borin
Il Concerto di Capodanno a Cesano - L'Amministrazione Comunale e l'Orchestra Sinfonica dell'Associazione ProMusica invitano la cittadinanza al concerto di Capodanno 2019, alle 17.00 di martedì 1 gennaio presso il teatro Excelsior di via S. Carlo.
 
Il concerto, che si tiene per il sesto anno consecutivo a Cesano, patrocinato da Regione Lombardia e dalla Provincia di Monza e Brianza, sarà realizzato col contributo di ASSP per la promozione delle Farmacie Comunali e di Fondazione Cariplo.
Il programma
Leggi tutto...
 
Stazione FS di Arcore: comunicato del Sindaco PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Dicembre 2018 07:09
L' ultimo atto della riqualificazione della nostra stazione.
 Non vi tedio con i numeri di passeggeri e treni (una delle più importanti della provincia dopo Monza).
La stazione è uno dei piu importanti biglietti da visita di un paese e la nostra era inqualificabile.
Ci abbiamo creduto, abbiamo lavorato, fatto pressione e convinto RFI, siamo andati a Milano nella loro sede, a Roma abbiamo invitato qui i dirigenti a "vedere".
Abbiamo fatto decine e decine di riunioni, non abbiamo mollato mai.
 
Un grazie a RFI che ci ha seguito e  ha investito 5,5 milioni di euro in una bella stazione.
 
Avanti Arcore!
 
Il Sindaco
Rosalba Colombo
 
Muore giovane chi è caro agli dei PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Novembre 2018 11:13
(Laura Giulia D'Orso). Per gli antichi greci il pegno da “pagare” per entrare nel ricordo era aver lasciato un segno, per questo i Greci chiamavano la tomba «segno», unico baluardo capace di pietrificare colei che pietrifica la linfa della vita. Ma i Greci andarono oltre ed inventarono la “poesia” degli eroi.

Le parole, uniche veri segni che non si sbriciolan: chi entra nel canto per le sue gesta sul campo sarà ricordato per sempre. Così fu per Achille che preferì morire giovane ma ricordato piuttosto che vecchio e dimenticato. Il giovane eroe nel gesto estetico riscattava l’orrore della fine prematura, per questo un grande poeta osò dire che muore “giovane chi è caro agli dei”. Era preferibile dare la vita sul campo ed entrare nella memoria sociale, contribuendo all’unità culturale del gruppo piuttosto che scivolare nel silenzio dei senza nome.

Leggi tutto...
 
Campagna vaccinale antinfluenzale 2018-2019 PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Novembre 2018 11:10
 
vaccinazioneL'influenza costituisce un rilevante problema di sanità pubblica a causa della sua contagiosità e per le possibili complicanze che possono seguire alla malattia, specie in persone già affette da patologie croniche. La vaccinazione, dunque, rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze.  Anche per quest'anno per la campagna di vaccinazione antinfluenzale verranno utilizzate tipologie di vaccino che hanno superato favorevolmente tutti i controlli di sicurezza ed efficacia previsti. La vaccinazione antinfluenzale stagionale è RACCOMANDATA E GRATUITA per i soggetti appartenenti alle seguenti categorie: soggetti di età pari o superiore ai 65 anni; soggetti di ogni età, a partire dai 6 mesi di vita, affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; donne che all'inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza;Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; Forze di polizia e Vigili del fuoco.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 62
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

L’uomo che scoprì come dialogare con Dio

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Si racconta che Johann Sebastian Bach fosse un uomo chiuso e di pochissime parole, per dialogare con lui bisognava conoscere solamente la musica. Conobbe sua moglie in una chiesa ad Amburgo, lei giovane cantante ventenne, lui organista oramai quarantenne, nella Chiesa di Santa Caterina. Lui era da solo, intento a provare nel silenzio freddo, senza pubblico. Lei rimase invisibile agli occhi di lui e restò lì per ascoltare quel linguaggio celestiale che egli dedicava a Dio.

Poi con lo spegnersi delle ultime note i loro sguardi si incontrarono. Nel dicembre del 1721, lui la chiese in sposa e lei accettò sapendo che non c’era per lui altro che Dio e la sua musica.

A pensarci bene, da sempre, solamente Amore e Musica sono le lingue primordiali che tutti gli uomini di tutti i tempo possono comprendere e con cui possono comunicare, senza l’ambiguità delle parole, solo sette note, 88 tasti tra cui 52 bianchi e 36 neri, semitoni cromatici o diatonici.

E lui di essi viveva.

Il giorno insegnava musica agli studenti a costo di fatica e sacrifici economici e Anna Magdalena mescolava la sua anima alla sua.

Conoscerlo non era stato facile per lei. Lui poche parole e tanti pentagrammi, lavorava di giorno e di notte i suoi occhi erano dedicati a comporre, scriveva spartiti al buio di una candela anche quando cominciò a soffrire di cataratta. Allora fu lei sotto dettatura a continuare per lui.

Non vendette mai uno spartito, la musica composta erano come uno scambio epistolare fra lui ed il Divino, fra lui e Magdalena. Niente parole solo musica fra loro.

Si spense a sessantacinque, dopo aver dato la possibilità a Dio di venire sulla terra fra gli uomini. In vita aveva composto un libretto in cui erano annotati tutti i suoi brani e Magdalena lì prese in consegna, e a lei sembrava che rileggendo quegli spartiti composti per lei, lui fosse ancora, che non potesse morire mai.

Si dice che succeda sempre così “chi vede Dio poi resti cieco”.

Dopo dieci anni fu il suo turno, richiamata a Dio sepolta e dimenticata.

Dovettero passare anni perché un certo Felix Mendelsshon, riscoprisse gli spartiti del maestro.

La musica, si sa non si addice ai sordi di spirito e Bach aveva scritto in un tempo troppo poco maturo. Lui aveva compreso in anticipo che dialogare fra un uomo e una donna era la sublimazione dell’unione, anche senza parole. Musica che avevate messo entrambi al servizio di Dio.

Leggi tutto...

Parigi val bene una Messa

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Siamo alla fine del ‘500, la Francia è dilaniata dalla guerra civile. Combattevano tra loro Enrico di Navarra, Enrico III ed Enrico di Guisa da qui il soprannome della “guerra dei tre re”. Il dilaniare del conflitto provocò un enorme spargimento di sangue e, alla fine, a uscirne vincitore fu Enrico di Navarra, il quale divenne il primo re appartenente al ramo dei Borboni a conquistare la monarchia di Francia.
La tradizione richiedeva che colui che si apprestasse a salire sul trono fosse cattolico. Per Enrico di Navarra ciò avrebbe potuto costituire un problema, dal momento che egli era ugonotto e, quindi, di religione protestante. Da qui il detto “Parigi val bene una messa”: insomma, pur di diventare re valeva la pena di convertirsi alla religione cattolica. E così Enrico di Navarra diventò Enrico IV di Francia.
 
15 aprile 2019. Nella notte un incendio devasta Notre Dame de Paris.