Contenuto Principale

via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

E’ in fase di decollo il rifacimento delle fognature di via Buonarroti, deteriorate dalle infiltra...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

  Il Settore Istruzione organizza i Centri ricreativi estivi, con l’obiettivo di offrire a bambini ...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
Contributo a fondo perduto: avvio dopo il 15 giugno PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Giugno 2020 08:15

Con il provvedimento n. 0230439 del 10 giugno 2020 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello, con le relative istruzioni e specifiche tecniche, per la richiesta del contributo a fondo perduto ex art. 25 del decreto Rilancio (D.L. n. 34/2020), destinato al ristoro dei soggetti che abbiano subito un calo del fatturato in dipendenza delle misure adottate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica.

Le domande potranno essere presentate dal 15 giugno e non oltre il 13 agosto 2020; se il soggetto richiedente è un erede che continua l’attività per conto del soggetto deceduto, le istanze potranno essere trasmesse dal 25 giugno al 24 agosto. La trasmissione delle istanze dovrà essere effettuata mediante i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate ovvero mediante il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi”. Solo se l’ammontare del contributo è superiore a 150.000 euro il modello deve essere firmato digitalmente dal richiedente ed essere inviato esclusivamente tramite posta elettronica certificata.

Nella compilazione della domanda dovrà essere posta la massima attenzione. Nel caso, infatti, in cui il contributo erogato è in tutto o in parte non spettante, oltre alla sanzione dal 100 al 200% di cui all’art. 13 comma 5 del D.Lgs. n. 471/1997, è applicabile anche l’art. 316-ter del codice penale, che prevede la pena della reclusione da 6 mesi a 3 anni (se la somma indebitamente percepita è pari o inferiore a 3.999,96 euro si applica soltanto la sanzione amministrativa da 5.164 a 25.822 euro; sanzione che non potrà comunque essere superiore al triplo del contributo erogato).

Leggi tutto...
 
Premiazione Giovannino d'Oro e Corona Ferrea 16 giugno 2020 PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Giugno 2020 07:43
GiovanniniSi terrà mercoledì 24 giugno alle ore 12.00 a Monza, in Piazza Roma, la tradizionale cerimonia di consegna delle massime benemerenze cittadine “Giovannino d’Oro” e Corona Ferrea che vantano una tradizione ultra trentennale e vengono consegnate in occasione dell’anniversario del Santo Patrono di Monza, San Giovanni.
Il prestigioso riconoscimento è annualmente conferito a cinque eccellenze cittadine che si sono distinte nel mondo dell’impresa, della cultura, dell’arte, del sociale, dello sport o in altri settori: uno il premio alla memoria, tre a personalità in vita, mentre il premio Corona Ferrea è destinato a un’associazione o a un’azienda cittadina. “Quest’anno abbiamo scelto di premiare quanti hanno affrontato sul campo l’emergenza sanitaria – spiega il Sindaco Dario Allevi – In un contesto doloroso e delicato come quello che abbiamo vissuto insieme negli ultimi mesi, la nostra città si è distinta per professionalità, umanità e solidarietà.
Sono convinto che le benemerenze di questa edizione rappresentano bene la forza e il coraggio che una città solida come la nostra è capace di esprimere in ogni circostanza. Virtù che, sono certo, ritroveremo protagoniste anche in questa stagione di ripartenza”. La Commissione per l’Assegnazione delle Civiche Benemerenze, presieduta dal Sindaco Allevi ha valutato le numerose candidature pervenute, selezionando i premiati 2020 all’unanimità
Leggi tutto...
 
Emergenza Coronavirus 264 Scuola – Legge n. 41 del 6 giugno 2020 – Nota Lettura ANCI PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Lunedì 15 Giugno 2020 08:39

scuolaSi trasmette la nota di lettura predisposta da ANCI in relazione alla Legge 6 giugno 2020 n. 41, avente per oggetto “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato”.

Si segnala in particolare l’Articolo 7-ter “Misure urgenti per interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica”, con cui si affidano ai Sindaci e ai Presidenti di Provincia i poteri previsti dalle norme sui Commissari straordinari, per la realizzazione di interventi di edilizia scolastica.

Loredana Poli

Presidente Dipartimento Istruzione di Anci Lombardia

Gianpiera Vismara

Coordinatrice Dipartimento Istruzione di Anci Lombardia

 
Da Lunedì 15 giugno riaprono le aree gioco di parchi e giardini. PDF Stampa E-mail
Lunedì 15 Giugno 2020 08:17

140213 famiglia01Il Sindaco Dario Allevi ha firmato l’ordinanza che «libera» i giochi dei bambini nelle aree verdi della città.

Le regole

È necessario osservare la distanza di almeno un metro tra le persone, bisogna igienizzare le mani, i bambini dai 6 anni in su devono indossare la mascherina e sono vietati i contatti fisici. È consentito l’accesso alle aree gioco di un solo accompagnatore per bambino.

In vista dell’apertura è stata effettuata la sanificazione dei giochi ed è stato predisposto un programma di igienizzazione periodico, come prescritto dalle linee guida Stato-Regione.

Il Parco di Monza

L’ordinanza conferma poi la chiusura di viale Cavriga a tutto il traffico veicolare, mentre ricorda che l’utilizzo del Parco, dei Giardini della Villa Reale, delle aree verdi e del Parco della Boscherona è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento.

 
lunedì 15 giugno 35mila mascherine chirurgiche certificate distribuite gratuitamente in 10 farmacie PDF Stampa E-mail
Giovedì 11 Giugno 2020 10:09

Da lunedì 15 gmascherina.JPG 268651658iugno 35mila mascherine chirurgiche certificate saranno distribuite gratuitamente nelle »dieci farmacie comunali.

Si tratta della prima tranche di 100mila dispositivi di protezione messi a disposizione ai propri concittadini dal Comune di Monza in collaborazione con FarmaCom.

In una prima fase a ciascuna delle dieci farmacie comunali saranno consegnate 3.500 mascherine chirurgiche per un totale di 35 mila.

Le farmacie distribuiranno una confezione da dieci per ogni cittadino che la richiederà.

Sarà sufficiente presentarsi in farmacia con la carta d’identità o la tessera sanitaria per dimostrare la residenza a Monza.

Esaurite le mascherine chirurgiche la seconda fase riguarderà la distribuzione di 65 mila protezioni per il volto.

La distribuzione dovrà avvenire nel rispetto delle misure in vigore per il contenimento dell'epidemia da Coronavirus: si dovranno, dunque, evitare assembramenti e bisognerà mantenere la distanza di sicurezza tra le persone in fila di almeno un metro.

 
Parco diventa una palestra a cielo aperto PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Giugno 2020 09:17

140221 villa mirabellino01 Yoga, ma anche pilates, corpo libero o pesi con la guida di istruttori, personal trainer e allenatori.

L’importante è sudare e allenarsi all’aria aperta.

L’idea dell’Amministrazione Comunale e del «Consorzio Villa Reale e Parco di Monza» è trasformare il Parco in una palestra a cielo aperto: uno sfogo per i cittadini dopo mesi di quarantena e una boccata d’ossigeno per i centri fitness chiusi durante il lockdown.

Il Parco centrale nella Fase 2

«Il nostro polmone verde è centrale nella Fase 2», dichiara il Presidente del Consorzio Dario Allevi. Lo scorso 18 maggio è stato riaperto il Parco ai cittadini per passeggiare, correre o andare in bicicletta, oggi si individua all’interno dello stesso un’area dedicata per tutte quelle attività sportive che, con ancora in vigore le linee guida di contenimento al Covid, farebbero molta fatica ad essere svolte in luoghi al chiuso.

Il tutto, ovviamente, mantenendo il distanziamento sociale e le misure di sicurezza.

Un’opportunità per palestre e sportivi

«L’idea è dare alle palestre e alle associazioni sportive la possibilità di tenere corsi all’aria aperta, superando in questo modo la preoccupazione dei propri iscritti a svolgere attività fisica in luoghi chiusi, spiega Dario Allevi. Le regole stabilite per arginare i contagi da Coronavirus stanno causando pesanti ripercussioni sull’economia, ma hanno inciso anche a livello psicofisico sulle persone.

Il Parco è il luogo ideale dove allenarsi per stare in forma e scaricare tensioni e ansia in un momento che è ancora molto difficile».

Sono circa 130 le associazioni sportive monzesi e una quarantina i centri fitness privati.

L’area

L’idea è semplice: mettere a disposizione dei cittadini fino al 31 ottobre un grande spazio verde all’aperto dove fare attività motoria. L’area individuata è una porzione di quella di fronte a Villa Mirabello, dove Papa Francesco nel 2017 celebrò la Messa: uno spazio di 20 mila metri quadri (2 ettari) dove ogni palestra o associazione sportiva potrà organizzare il proprio allenamento o la propria attività sportiva, mantenendo il distanziamento sociale. L’attività potrà essere svolta dalle 7 alle 20.

Sport all’aperto in sicurezza

Per quanto riguarda la sicurezza sono previste «linee guida» con regole chiare e l’obbligo per gli organizzatori e i promotori di farle rispettare.

Ogni gruppo non potrà essere formato da più di 12 persone, suddivise in sottogruppi da 4.

I partecipanti dovranno essere dotati di prodotti igienizzanti per le mani, dovranno mantenere la distanza di 2 metri tra loro durante l’allenamento e gli eventuali attrezzi (materassini, pesi, borracce, bottiglie, ecc.) dovranno essere personali.

La mascherina è obbligatoria prima e dopo l’attività sportiva.

Il nulla osta del Consorzio

Le palestre e le società sportive dovranno prenotare il loro spazio compilando il modulo scaricabile dal sito www.reggiadimonza.it e inviandolo via mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , entro venerdì alle ore 12 per il fine settimana e entro le 24 ore precedenti per i giorni feriali. La prenotazione sarà confermata dal Consorzio, attraverso apposita mail.

Gli organizzatori dovranno conservare il nulla osta del Consorzio per mostrarlo ad eventuali richieste di controllo da parte delle Autorità.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 78
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

SCUOLA: FINALMENTE E’ TUTTO CHIARO … LE RIME BUCCALI in primis

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Vi assicuro che all’inizio ho avuto un attimo di smarrimento!

scuolaOvvero … prima avevo provato quasi un senso di sollievo all’annuncio sulla pagina ufficiale del MIUR delle linee guida per la riapertura delle scuole a settembre. Dopo quattro mesi di scuole chiuse, maree di bambini e genitori appresso (soprattutto per le scuole di primo ordine), ragazzi alienati dalla didattica a distanza, con metà dei programmi azzerati e con lacune difficilmente colmabili, con professori frustrati e sfiniti avevamo almeno una certezza: la data di riapertura, 14 settembre.

Ma … perché esiste in questo paese sempre un “ma” aggiunto ad un “modo indicativo di un tempo coniugato al futuro” ci dicono che il destino del ritorno sui banchi degli studenti sarà legato alle variabili leggi sul distanziamento sociale messe in atto dal Comitato Tecnico Scientifico basandosi sul “cruscotto” e soprattutto sulle "rime buccali".

Forse un riferimento d’annunziano, un accenno alla poesia bucolica del greco Teocrito, o un tipo di rima virginiana ripresa da Dante?

Escluso Shakespeare e la poesia successiva provenzale che usava una struttura metrica di 14 endecasillabi e non mi pareva perciò una unità di misura di distanziamento sono dovuta ricorrere alla mia “task force medica” privata e gratuita, mio fratello, mio padre e mio zio … medici!

 

Leggi tutto...