Contenuto Principale

Fino al prossimo 23 aprile 2020, il “Piano Freddo” a Monza

Fino al prossimo 23 aprile 2020, il “Piano Freddo” a Monza. Il programma prevede interventi di pross...

Motivi leonardeschi nelle stampe dei Musei Civici

Inaugurazione della mostra venerdì 25 ottobre – ore 18 (ingresso libero fino a esaurimento posti) In...

Aperte le iscrizioni per le scuole 2020/2021

Dal 7 al 31 gennaio 2020 sono aperte le iscrizioni alle classi prime delle scuole primarie e sec...

il Comune di Monza investe nel piano scuola

Quasi due milioni di euro per le scuole «Puecher», «Zara», «Bachelet» e «Zucchi». Il Comune di Mon...

Manovra e bonus casa: un passo indietro sarebbe molto grave

Non è ancora chiaro se ci sarà o meno una proroga del bonus mobili, la misura fiscale che permette...

  • Fino al prossimo 23 aprile 2020, il “Piano Freddo” a Monza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Motivi leonardeschi nelle stampe dei Musei Civici

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Aperte le iscrizioni per le scuole 2020/2021

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • il Comune di Monza investe nel piano scuola

    Sabato 07 Ottobre 2017 10:00
  • Manovra e bonus casa: un passo indietro sarebbe molto grave

    Giovedì 19 Ottobre 2017 06:03

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

MonzaOggi
Monza e Brianza: incidenti e allagamenti. Disagi anche per chi viaggia in treno PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Ottobre 2019 10:01
temporaleDisagi per chi viaggia in auto sulla Tangenziale Est, sulla Milano Meda e sulla Statale 36 in Brianza diversi incidenti e allagamenti. Mattinata di passione per gli automobilisti che devono raggiungere il luogo di lavoro. Si segnalano rallentamenti sulla Tangenziale Est a causa di un incidente tra diversi veicoli che si è verificato nel tratto compreso tra Vimercate Centro e Vimercate sud (in direzione Milano).
Al momento sul posto si trova il personale del 118. Ci sarebbero tre persone ferite ma non si conoscono ancora le loro condizioni. La situazione sulla Milano Meda e in Statale 36 A causa del maltempo dalle prime luci dell’alba si segnalano difficoltà a viaggiare sulla Milano Meda dove persistono forti rallentamenti a causa della strada allagata in alcuni punti. Disagi anche sulla Statale 36 per un incidente nel tunnel di Monza in direzione Milano.
Leggi tutto...
 
Manutenzione importante del cimitero urbano. PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Ottobre 2019 09:31
Orari e contatti ufficio Funerario

A causa del notevole aumento di afflusso di pubblico per le operazioni straordinarie di estumulazione per scadenza di concessione, è possibile contattare telefonicamente il personale dell'uffico Funerario il martedì e mercoledì dalle 14.00 alle 15.30.

Invariati giorni e orari di apertura al pubblico.

Operai al lavoro in via Foscolo per un piano di manutenzione importante del cimitero urbano.

I lavori sono cominciati con la pulizia dei monumenti di pregio e delle tombe dei personaggi monzesi illustri, il piccolo «Famedio» della città.

«Queste persone hanno legato la loro storia a quella di Monza», afferma l’Assessore ai Lavori Pubblici Simone Villa, sottolineando come questi personaggi avessero compreso «che si è grandi quando si contribuisce a “costruire “un’idea di città anche per il futuro».

L’intervento ha interessato una dozzina di monumenti tra i quali la tomba di Mosè Bianchi, pittore della seconda metà dell’Ottocento, scomparso il 15 marzo 1904 all’età di sessantaquattro anni, Antonio Ciminata, medico e professore, cittadino onorario vissuto nella prima metà del Novecento, Gaetano Antonietti, industriale tessile, l’ingegner Giovanni Bergomi, autore dei progetti di via Vittorio Emanuele nel 1879 e di via Volta nel 1886.

Sono stati riqualificati anche il monumento ai caduti di tutte le guerre posato nel 2002 e il campo militare mediante idropulizia delle tombe, ripristino della ghiaia e posa di nuovi fiori in vaso.

«Questi interventi di manutenzione – spiega l’Assessore Simone Villa – sono fondamentali perché danno la misura della cura che l’Amministrazione dedica alla città. Si tratta dei cosiddetti interventi “a chiamata” per riparare le buche, i cedimenti, i marciapiedi sconnessi.

Opere che devono essere realizzate con puntualità e a regola d’arte. A maggior ragione quando si tratta di un luogo sacro per il riposo e il ricordo dei nostri cari, come il cimitero: lo spazio in cui nasce e si custodisce il legame più profondo tra la comunità e la propria storia. Era urgente mettere mano alla struttura, per renderla finalmente più dignitosa».

Leggi tutto...
 
“MonzaMontagna” 2019 fino al 4 dicembre PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Ottobre 2019 11:30
montagna
Torna in città il Festival “MonzaMontagna” con un programma davvero variegato fatto di incontri con autori, serate-dibattito con alpinisti e atleti, proiezioni di film, eventi benefici, concerti, mostre, escursioni. Il festival, dal dna fortemente alpinistico, ruota attorno al mondo affascinante della montagna e unisce sport, cultura e tradizione grazie alle nove storiche società alpinistiche del territorio di Monza che ogni anno si impegnano per l’organizzazione e la riuscita dell’evento, in collaborazione con il Comune. Così il festival richiama sempre più sportivi e appassionati del mondo della montagna, grazie alla presenza sul palco di atleti, sportivi e grandi alpinisti del presente e del passato.
MonzaMontagna riunisce le nove storiche società alpinistiche del territorio di Monza che parlano e trattano di montagna a 360° gradi passando dall’alpinismo all’escursionismo, dallo sci di fondo allo sci da discesa, dall’attività ludica all’agonismo vero e proprio, con l’obiettivo di far conoscere la montagna alla cittadinanza monzese e a tutti gli appassionati.
Leggi tutto...
 
Al via i corsi di Greco e Latino 2019- 2020 presso il Circolo Numismatico Monzese PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Lunedì 14 Ottobre 2019 19:58
Il Circolo Numismatico Monzese propone, anche per questo anno, una serie di corsi di greco e latino per principianti e per chi ha già familiarità con le due lingue classiche.
La proposta è aperta a tutti, senza limiti d’età. Prende avvio il giorno 7 ottobre per la prima lezione di latino e per il giorno 8 ottobre per la prima lezione di greco nella sede del Circolo Numismatico in via Arnaldo da Brescia 10 a, presso la RSA Cambiaghi. I corsi sono strutturati su 3 livelli, per dare modo a tutti di accostarsi a una delle fonti più importanti della nostra cultura occidentale. Sono attuati in collaborazione con la fondazione don Angelo Bellani onlus e godono del patrocinio del Comune di Monza. Le lezioni si svolgono la sera dalle ore 20 alle ore 22 circa.
Il Circolo Numismatico Monzese, che si avvia a celebrare i 40 anni di attività nel campo degli studi di numismatica, di storia e di archeologia, è anche l’unica realtà rimasta, dopo la chiusura del Ginnasio Liceo serale di Milano e la soppressione della sezione serale dello Zucchi, ad offrire questa preziosa  possibilità di apprendimento.
Per informazioni: rivolgersi alla segreteria del Circolo al numero 3477720756    oppure scrivere una e mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
La Settimana della Protezione Civile:Presidente del Consiglio dei Ministri dal 13 al 19 ottobre PDF Stampa E-mail
Lunedì 14 Ottobre 2019 14:09

logo settimana«Sette giorni di eventi e decine di volontari impegnati. Obiettivo: diffondere conoscenza dei rischi del territorio e informare sulle misure di autoprotezione, sulla normativa di protezione civile, sul funzionamento del sistema e sulla riduzione dei rischi». Così l’Assessore alla Protezione Civile Federico Arena presenta le iniziative della «Settimana nazionale della Protezione Civile», istituita con direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri dal 13 al 19 ottobre.

Formazione e informazione per prevenire i rischi. «La Protezione Civile deve partire dalla scuola e dall’informazione – ha aggiunto Federico Arena – per educare, far conoscere e per formare l’adulto di domani. Ma anche per cercare nuovi volontari, di cui abbiamo assoluta necessità. Cuore della settimana sarà proprio l’incontro, in diversi momenti, tra i volontari formati e la cittadinanza, perché cittadini informati e preparati saranno in grado di reagire in caso di emergenza: meglio informarsi in anticipo, piuttosto che non sapere come comportarsi quando un evento naturale ci mette in pericolo».

Il programma. La «Settimana nazionale della protezione civile» si apre nel weekend del 12 e 13 ottobre nell’Avancorte della Reggia di Monza con un gazebo informativo «Io non Rischio», la campagna nata nel 2011 per sensibilizzare i cittadini sui rischi che interessano il loro territorio (terremoti, maremoti, alluvioni), in collaborazione con la delegazione di Monza del «Fondo per l’Ambiente Italiano». Sabato 12 ottobre alle ore 10, sempre dalla Reggia, partirà la «Geocamminata», in collaborazione con ATS Brianza ed i Gruppi di cammino di Monza, alla scoperta del territorio e per formare cittadini consapevoli e attivi. La camminata, con soste nei luoghi presenti nel piano di emergenza e importanti anche per motivi storico-culturali, si concluderà in piazza Castello.

Martedì 15 ottobre alle ore 21 nell’Aula Magna del Liceo «Zucchi» si svolgerà il convegno «L’Aquila 10 anni dopo il sisma. Vulnerabilità idrogeologica MB». A dieci anni dal terremoto che ha scosso l’Abruzzo, ingegneri, architetti e geometri che hanno svolto il loro servizio di volontariato sul campo, mostreranno con la loro testimonianza, con fotografie e con filmati la situazione odierna delle zone terremotate e spiegheranno i rischi inerenti alla vulnerabilità idrogeologica del nostro territorio e le azioni messe in atto per affrontarle. Il convegno è aperto al pubblico e agli iscritti agli Ordini degli Ingegneri, degli Architetti e dei Geometri saranno riconosciuti due crediti formativi professionali.

Il global warming, tra scienza e bufale, è il tema al centro dell’incontro pubblico che si svolgerà venerdì 18 ottobre alle ore 21.15, sempre nell’Aula Magna del Liceo «Zucchi». A parlarne saranno Flavio Galbiati del «Centro Epson Meteo», volto noto del piccolo schermo che conduce le previsioni del tempo per le reti Mediaset, e i i meteorologi Alessandro Ceppi e Giovanni Tesauro. Nel corso della serata Enrico Boerci, presidente di Brianzacque, parlerà del ruolo e della strategia del gestore del servizio idrico integrato nella prevenzione del rischio idraulico.

Sabato 19 ottobre, dalle 10 alle 18, in piazza Trento e Trieste sarà presente il gazebo di «Io non Rischio» e scenderanno in piazza la Croce Rossa Monza, il Gruppo comunale di Protezione Civile, l’Associazione Nazionale Alpini di Monza e Monza Soccorso. Nell’oasi di piazza Castello, infine, dalle 10 alle 13, i volontari di Protezione civile faranno un intervento di prevenzione sulle sponde del Lambro.

 
«Monza città efficiente»: al via la campagna di informazione PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Ottobre 2019 14:19

Campagna Monza citta efficiente«Monza città efficiente» è un obiettivo ambizioso e – contemporaneamente - il claim della campagna di monitoraggio degli edifici della città e di informazione sull’efficientamento energetico promosso dal Comune di Monza in collaborazione con «iiSBE Italia» e «Habitami Energy and Building Advisor» by «Tabula Rasa – Agenzia di green marketing e comunicazione ambientale». Dieci incontri di «formazione». Partito la scorsa estate con un incontro all’«Urban Center» riservato agli operatori, il progetto prosegue ora con dieci incontri in tutti i Centri civici della città, dal 23 ottobre al 24 marzo. Al centro degli incontri gli strumenti tecnici (smart technologies e building solutions), economici e finanziari e le opportunità dei bonus fiscali (fino al 85% con cessione del credito nei condomìni) per interventi efficaci e sostenibili di miglioramento delle perfomance energetiche di abitazioni ed edifici. Più valore agli edifici. L’obiettivo è informare cittadini, artigiani e imprenditori sugli strumenti tecnici, economici, finanziari e sulle opportunità di legge per fare efficienza energetica sulle proprietà private. Una migliore performance degli edifici non solo fa bene all’ambiente perché riduce l’inquinamento e contribuisce alla lotta ai cambiamenti climatici, ma aumenta anche il valore degli immobili fino al 25%. Senza dimenticare che il comparto stesso rappresenta per il nostro Paese un’importante occasione di rilancio economico.

Il pubblico dà l’esempio. «L’Amministrazione comunale sta facendo la propria parte, spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Simone Villa. Da tempo abbiamo iniziato a percorrere la strada che ci porterà ad avere edifici pubblici sempre più efficienti. Ad esempio abbiamo iniziato l’iter che porterà a trasformare la Scuola “Ardigò”, costruita negli anni Settanta, in un edificio “a impatto zero”.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 68
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Dalla Parte degli Animali (seconda parte) Laura G. D'Orso

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

La grandezza di una nazione ed il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali. - M. K. "Mahatma" Gandhi (1869-1948).

L’uomo tende a migliorarsi e a migliore il mondo che lo circonda, investe nel progresso, promuove iniziative meritevoli in molti campi, ma sulla strada che porta all’armonia con gli animali purtroppo resta indietro. Gli animali continuano ad essere trattati come cinquanta o cento anni fa.

Animali legati alla catena, rinchiusi in recinti simili a lager, picchiati, abbandonati, e spesso seviziati per puro sadismo.

E tutto questo, come si apprende dalle notizie sui giornali, non avviene solo nelle zone più degradate del pianeta, tutto ciò avviene anche nelle città e nei paesi, tra i palazzi e le villette che costituiscono la nostra quotidianità, la nostra civiltà.

Il decreto, che ci auguriamo farà da apripista anche per tutti gli altri Paesi del mondo è partito dall'Uruguay dove il Presidente Josè Mujica ha segnato un’importantissima svolta nella regolamentazione e punizione degli episodi di maltrattamento animale. Tale decreto garantisce agli animali le cinque libertà fondamentali: quella dalla fame e dalla sete, quella dal disagio, quella da dolore, sofferenza e malattia, quella da paura e angoscia, e quella di poter esprimere un comportamento naturale.

Cosa fare se si è testimoni di un maltrattamento a un animale?

Nei casi di maltrattamento sono gli Organi di Polizia Giudiziaria che devono intervenire, quindi i Vigili Urbani, i Carabinieri, la Polizia, la Guardia di Finanza e il Corpo Forestale. Chi pensa che, trattandosi di animali, le sole che possono essere interpellate sono le Guardie Zoofile, sbaglia.

La Cassazione ha ribadito che tutti gli organi di Polizia Giudiziaria sono competenti per i reati in materia ambientale e di tutela animali (Cass. pen. sez. III - Pres. Gambino - Est. Postiglione - n.1872 del 27/9/91).

Ecco solo i più comuni e ripetuti tipi di maltrattamento:

- Scommesse clandestine;

- Cane legato con catena o corda troppo corta;

- Legare l’animale al sole;

- Lasciare l’animale chiuso in auto sotto il sole;

- Allontanare un’animale colpendolo con oggetti contundenti causandogli danno

Chiunque può denunciare alle autorità i colpevoli di tali crudeltà raccogliendo tutte le prove necessarie ad individuare il colpevole.

Tre italiani su dieci possiedono uno o più animali domestici e il 76,8% di loro, li considera membri effettivi della famiglia. Sei su dieci li ritengono i loro migliori amici (60%), quasi un terzo, addirittura veri e propri figli (32,9%).

Alla luce di questi dati, emersi nell’ultimo Rapporto Italia dell’Eurispes, appare ancora più significativa l’iniziativa promossa da oltre 140, per chiedere che il Codice Civile riconosca tutti gli animali come esseri senzienti. Cambiando la legge, che considera attualmente gli animali come “res”, “cose mobili”, tutti coloro che li maltrattano, torturano o abbandonano, saranno soggetti a pene più severe, in quanto responsabili di reati ben più gravi.

A leggere i numeri dell’Eurispes, l’Italia è un Paese sempre più pet friendly: cresce il numero di chi vive insieme ad un animale (33,6%, ovvero l’1,1% in più rispetto al 2018); ma, il dato più sorprendente è che crescono le famiglie che accolgono due, tre o più animali: rispettivamente 8,1% (7,1 nel 2019), 4,7% (contro il 3,7% dell’anno precedente) e 3,8% (nel 2016 era il 2,3%).

I cani si confermano gli animali da compagnia più presenti nelle case (40,6%), seguiti ovviamente dai gatti (30,3%). Ma insieme a loro, ci sono anche uccelli (6,7%), pesci (4,9%), tartarughe (4,3%), conigli (2,5%) e criceti (2%).

La “pet passione” non si ferma nemmeno davanti a ostacoli e problemi pratici che, nonostante questi numeri, i possessori di animali continuano a incontrare quando frequentano ristoranti, alberghi, negozi e spiagge.

L’Eurispes nel 29esimo Rapporto Italia rivelava che oltre otto italiani su dieci (80,7%) sono contrari alla vivisezione e che l’67,3% è contrario alle pellicce. Più di sette italiani su dieci vorrebbero abolire la pratica dell’utilizzo degli animali nei circhi (81,4%, contro il 68,3% del 2015); il 54,9% vorrebbe togliere gli animali dagli zoo (nel 2015 erano il 53,3%).

L’area geografica meno sensibile ai diritti degli animali sembra essere il Nord-Ovest, maggiormente incline alla caccia, con quasi il 46,6% dei consensi, maggiormente favorevole all’impiego degli animali nei circhi (37,7% dei consensi) e negli zoo (54%), poi ci sono le Isole dove anche le Strutture alberghiere ed i ristoranti non sono sempre disposti ad accogliere animali domestici.

https://eurispes.eu/rapporto-italia-2019-italiani-e-animali-un-amore-senza-fine/

 

Dalla Parte degli Animali. (prima parte) Laura G. D'Orso

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Quanti sono gli animali rinchiusi nei Circhi in Italia e in quali Paesi sono vietati?        

Mentre in Stati come Austria, Belgio, Croazia, Rep. Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Malta, Polonia, Slovacchia, Svezia, Regno Unito, Portogallo e Olanda, Stati Uniti hanno oramai vietato gli spettacoli con animali, da noi, in Italia, si deve ricorrere alla differente visione delle diverse Amministrazioni locali e Monza dall’ottobre del 2017 è diventata una città “circus free”, grazie anche agli sforzi dell’Assessore Massimiliano Longo, che ha ben vigilato e controllato autorizzazioni e strutture.

Il contesto legislativo italiano si sta muovendo anche se con grande fatica, dato il momento politico delicato. Nel novembre 2017 era stata approvata la Legge del Codice dello Spettacolo n.4652 che prevedeva il graduale superamento della presenza degli animali nei circhi e nelle attività dello spettacolo viaggiante. Rimaneva poco dettagliato cosa si intendesse esattamente per "graduale superamento" e rimaneva il dubbio di quando esattamente questa inversione di rotta potesse essere attuata velocemente.

Leggi tutto...