Contenuto Principale

Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

(Laura Giulia D'Orso) Per favore basta dirci bugie. Un intero popolo chiede che le Istituzioni non...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

(Paolo Mariani) Fermo restando il massimo rispetto per tutti coloro che si sono prodigati e ancora s...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

  • Coronavirus, gruppo FS Italiane: misure e iniziative

    Domenica 23 Febbraio 2020 20:55
  • Basta walzer per favore, ne abbiamo le scatole piene

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Cina vs Italia: ospedali e gara di velocità

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cultura & Tempo Libero
I Longobardi a Villa Grepppi PDF Stampa E-mail
Lunedì 14 Aprile 2014 22:22
140413 longobardi-monticello01Un fine settimana all'insegna del Medioevo a Monticello Brianza (Lc), protagonisti assoluti i Longobardi. La storia e i segreti di questa popolazione “barbarica”, che conquistò l'Italia nel VI secolo e vi regnò per duecento anni lasciando una traccia indelebile nella nostra storia, saranno svelati con una grande mostra archeologico-didattica, un campo storico, attività ludico-rievocative e didattiche, eventi spettacolari e una conferenza di approfondimento.
Leggi tutto...
 
Ministri, giornalisti, negri e ipocrisia lessicale PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Mercoledì 07 Agosto 2013 11:26
130806 pescenero(Paolo Mariani) Se dicessi che un ministro di colore, formalmente designato, e quindi ufficialmente rappresentante delle più alte istituzioni italiche, confonde il burqa con il velo monacale, insiste sullo ius soli incurante delle ripercussioni sociali e di integrazione che lei dovrebbe tutelare, forse sarei tacciato di razzismo.
Leggi tutto...
 
ALIGI SASSU in terra di Brianza PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Lunedì 26 Novembre 2012 22:10

bertazzini sassu(Pier Franco Bertazzini) 1912: cent’anni fa nasceva a Milano Aligi Sassu da una famiglia trasmigrata dalla Sardegna. Pittore e scultore. Ma prima un uomo meraviglioso. E l’ho conosciuto e incontrato più volte. Anche ceramista, affreschista, autore di vetrate, grafico. Un testimone del secolo” ha detto qualcuno.Un predestinato. Infatti, a sedici anni, con un altro giovane poco più che ventenne, Bruno Munari, incontrò e piacque a Filippo Tommaso Marinetti, che gli aprì le porte della Biennale.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 Succ. > Fine >>

Pagina 70 di 70
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

“Potevano scegliere fra il disonore e la guerra …”

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso)
Historia magistra vitae. Non dovremmo mai dimenticarlo ed invece, senza lungimiranza, dagli errori o dagli avvenimenti passati, sembra si resti estrani e non si impari nulla!
 
29 - 30 settembre 1938, Monaco, Germania. L'oggetto della Conferenza, tenutasi circa l’anno precedente lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, verteva sulle rivendicazioni tedesche della regione dei Monti Sudeti, posta in territorio cecoslovacco, ma abitata prevalentemente da popolazione di etnia tedesca. L’“Accordo di Monaco” con il quale Francia e Regno Unito cedevano alle richieste della Germania di Hitler, fu siglato dai principali uomini politici dell’epoca, Daladier e Chamberlain.

Leggi tutto...