Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cultura & Tempo Libero
Fiorenzo e i Barabìtt della via Ugo Bassi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 21
ScarsoOttimo 
Sabato 01 Luglio 2017 04:14
Stefano Mauri, è autore di una nuova fiàba “Fiorenzo e i Barabìtt della via Ugo Bassi“, che è disponibile presso “Libraccio” di Via V. Emanuele 15 - Monza
L’autore, visto il successo riscontrato con la prima fiaba (Bóccolo e la formica Nú), ripropone un’altra novèlla, questa volta però non più attraverso un dialogo fra un essere umano e un animale, bensì fra esseri dello stesso “regno”: quello umano!
Leggi tutto...
 
L'Otello di Zeffirelli alla Scala PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2017 19:58
Domenica 18 giugno 2017, ore 11.00
Teatro alla Scala
 
40 anni di collaborazione tra Rai e Teatro alla Scala
 
PROIEZIONE SU GRANDE SCHERMO
 
OTELLO di Giuseppe Verdi
Recita del 7 dicembre 1976
Direttore Carlos Kleiber
Regia Franco Zeffirelli
    Ingresso con biglietto gratuito fino a esaurimento posti
Biglietti disponibili – massimo due a persona – con registrazione dalle ore 12 del lunedì precedente ciascuna proiezione presso la Biglietteria Centrale (Galleria del Sagrato, Piazza del Duomo, Stazione Metropolitana Duomo – aperta tutti i giorni dalle ore 12 alle 18).
     
    Informazioni:
    tel. 02 72 00 37 44
    www.teatroallascala.org
 
Corsi gratuiti per aspiranti matricole di Medicina & Chirurgia, Medicina Veterinaria e Odontoiatria. PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Venerdì 09 Giugno 2017 06:06
(Paolo Paleari) Una settimana di full-immersion tra materie scientifiche e indicazioni di metodo per saggiare la propria preparazione e attitudine nell’affrontare i test per le ammissioni ai corsi di laurea in Medicina-Chirurgia; Medicina Veterinaria e Odontoiatria.
Leggi tutto...
 
Teatro alla Scala. La gazza ladra. PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Lunedì 29 Maggio 2017 05:44
170529 gazza ladra(Vittoria Lìcari) Scritta per il Teatro alla Scala, dove ebbe la trionfale prima rappresentazione assoluta il 31 maggio 1817 e dove sarebbe stata successivamente ripresa nel corso di otto stagioni fino al 1841, La gazza ladra di Gioachino Rossini è finalmente tornata nella sua sede di origine su iniziativa del direttore musicale Riccardo Chailly, che ne ha voluto così celebrare il bicentenario.
 
Si tratta di un’opera del tutto anomala nell’ambito della produzione rossiniana, e non solo perché, contrariamente alle abitudini dell’autore, è del tutto immune da autoimprestiti: pur essendo da ricomprendere all’interno del genere “semiserio”, già non molto frequentato da Rossini, La gazza ladra si pone infatti eccentricamente anche rispetto a questa classificazione, in quanto i toni drammatico-patetici prevalgono decisamente su quelli buffi, tanto che l’autore stesso la definisce “melodramma”.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 62
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>