Contenuto Principale

via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

E’ in fase di decollo il rifacimento delle fognature di via Buonarroti, deteriorate dalle infiltra...

Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

(Paolo Mariani) - Pur senza negare la correttezza dei numeri comunicati dai mezzi di informazione ...

CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

  Il Settore Istruzione organizza i Centri ricreativi estivi, con l’obiettivo di offrire a bambini ...

Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

Rimandata la conferenza per 1500 studiosi Bologna, 7 aprile 2020 - A causa dell'emergenza sanitar...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • via Buonarroti scatta operazione di sostituzione delle fognature

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • CENTRI ESTIVI COMUNALI ESTATE 2020 _ ORGANIZZAZIONE

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • Annullamento delle giornate internazionali della European Academy of Religion 2020

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cultura & Tempo Libero
29 luglio 1900: tre colpi nel buio e fine di una epoca PDF Stampa E-mail
Giovedì 30 Luglio 2020 19:32
200729 regicidio 01(Paolo Paleari) Centoventi anni or sono, tre colpi nel buio, la notte della domenica 29 luglio 1900, hanno messo fine alla vita di Umberto I, un re che ha segnato profondamente la vita di transizione di una Italia ancora frammentata da ineguaglianze sociali ed economiche, percorsa da contrastanti sentimenti risorgimentali, a una nazione che poteva aspirare a una sua dignitosa collocazione nel consesso degli stati maggiormente rappresentativi sulle scena politica italiana. Monza è particolarmente legata alla figura di questo sovrano in virtù della sua predilezione per la residenza privata che gli venne donata dal padre Vittorio Emanuele II, a seguito del compimento del suo viaggio nuziale, alla fine del maggio 1868.
 
L’ultimo giorno della sua vita il sovrano lo trascorre come tanti altri delle solite estati monzesi.  L’invito alla manifestazione sportiva interregionale, dalla quale doveva rincasare esanime, gli era stato avanzato il 25 da una delegazione cittadina; il re aveva promesso al sindaco Corbetta la sua presenza se fosse stato in città. La mattina del 29, secondo giorno del concorso, che cadeva nel mezzo della tre giorni della sagra di San Giacomo, patrono dei cappellai,  il generale Avogadro, aveva fatto visita alla società ginnastica “Forti e Liberi” per opportuni “schiarimenti” e confermare la presenza del sovrano.
Al pranzo serale il re siede a tavola con il parabaffi e prende poco dal desco; le ansie e le preoccupazioni della regina per la sua decisione di intervenire giungono da una storiografia infondata; non c’è nessuna testimonianza di esse nei verbali degli interrogatori effettuati sui testimoni e che seguono il delitto.
 
Leggi tutto...
 
Scuole di Monza 2020-21: l’apertura confermata per il 14 settembre in presenza PDF Stampa E-mail
Lunedì 27 Luglio 2020 08:23

allevix(Laura Giulia D’Orso). Si è tenuto in data 24 luglio 2020 l’incontro da parte dell’Amministrazione Comunale con la Stampa, alla presenza del sindaco Dario Allevi, riguardante la messa in sicurezza di tutte le scuole di Monza per l’anno accademico 2020-21 e l’apertura confermata per il 14 settembre in presenza.

La quasi totalità degli Istituti scolastici monzesi presentano già tutte le caratteristiche compatibili con la ripresa delle attività scolastiche per le norme anti-Covid. Si devono ancora attuare allo stato dell’arte piccoli interventi che sono già in corso. Il Comune di Monza ha investito 520mila euro per garantire la sicurezza di tutti gli studenti, gli insegnanti ed il personale della scuola.

Ogni studente troverà la sua aula esattamente nella sua scuola e nessun ragazzo sarà costretto a fare lezione in palestra o corridoio o mense. Non ci saranno spostamenti da una parte all’altra della città per nessuna classe di nessun comprensorio scolastico.

Inoltre è stato messo in campo un “maxi piano” di manutenzione delle scuole extra rispetto a quanto richiesto dal Ministero della Pubblica Istruzione. Sarano investiti altri 8,5 milioni di euro per 16 scuole che riguarderanno nuove pavimentazioni, sostituzione porte usurate, serramenti isolanti, ristrutturazione servizi igienici, impianti elettrici ed eventuali adeguamenti, se necessari, alle normative vigenti in materia di prevenzione incendi.

Monza si muove quindi in avanti, la parola d’ordine diventa “prevenzione”, non si seguirà ma si provvederà ed interverrà prevenendo con la consapevolezza dell’importanza scolastica, della cultura, della competenza, del sapere e dell’insegnamento. “Continueremo con costanza e convinzione a trovare risorse per procedere su questa strada” ha aggiunto il Sindaco Allevi, con lo slogan #Monzariparte, #Scuolesicure.

 
INTRAVISION PER INAUGURARE L’ESTATE MONZESE PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Giugno 2020 11:05

140727 001 villa reale copiaSaranno 5 ore intense di musica elettronica trasmesse da un luogo simbolo del cuore monzese: la Villa Reale. Il progetto che aveva già preso forma prima dell’epidemia Covid19 prevedeva dal vivo dj di grande talenti della dance music.

L’appuntamento è solamente mutato secondo le regole post virus, trasformato dagli organizzatori in un Live Streaming su Youtube

Il 6 luglio, dalle 19 alle 24, potranno tutti ballare insieme, MA DALLE PROPRIE CASE, senza rinunciare all’emozione suggestive trasmesse dal drone che si alzerà in volo sulla Reggia e su tutta la città.

L’avancorte si trasformerà in un palcoscenico luminoso con installazioni luminose ed artistiche per completare lo show … a distanza

I fondi raccolti saranno versati sul Conto Corrente istituito dal >comune di Monza per sostenere le famiglie più colpite dall’emergenza sanitaria Covid19

informazioni su www.comune.monza.it

 
DRIVE-IN: CINEMA IN AUTODROMO - SUMMERMONZA 2020 PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Giugno 2020 10:42
 

Drive-in: Cinema in Autodromo - SummerMonza 2020

dal 3 al 5, dal 10 al 12 e dal 17 al 19 luglio, inizio proiezioni ore 21.30

Area Paddock2 - Autodromo Nazionale

A luglio l’area «Paddock 2» – lungo il rettilineo che porta alla Parabolica – si trasforma in un enorme cinema sotto le stelle per rivivere le magiche atmosfere degli anni Cinquanta, e godersi nei fine settimana grandi film su maxi schermo, comodamente seduti e con la possibilità di cenare sulla propria auto. Dai grandi classici ai musical fino ai film di animazione: il «Drive-in Monza in Autodromo» proporrà delle pellicole adatte a tutti, anche più piccoli.

Ogni serata potrà ospitare fino a 50 vetture. Sarà possibile guardare il film, su uno schermo ledwall di 22 metri quadrati con un audio frontale e ulteriori rimandi laterali, anche fuori dalla propria auto sulle sdraio che saranno disponibili nell’area assegnata. Gli spettatori, dopo la misurazione della temperatura corporea, potranno accedere all’area a partire dalle ore 20 mentre l’inizio della proiezione avverrà alle 21.30.

Al film si potrà abbinare anche la cena: all'interno dell'area dell'evento sarà presente un servizio food&beverage con un menù speciale. Il pubblico potrà anche prenotare in anticipo online un ricco aperitivo o una cena servita nel ristorante-bistrot Eatstop all’interno dell’Autodromo.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 71
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

SCUOLA: FINALMENTE E’ TUTTO CHIARO … LE RIME BUCCALI in primis

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Vi assicuro che all’inizio ho avuto un attimo di smarrimento!

scuolaOvvero … prima avevo provato quasi un senso di sollievo all’annuncio sulla pagina ufficiale del MIUR delle linee guida per la riapertura delle scuole a settembre. Dopo quattro mesi di scuole chiuse, maree di bambini e genitori appresso (soprattutto per le scuole di primo ordine), ragazzi alienati dalla didattica a distanza, con metà dei programmi azzerati e con lacune difficilmente colmabili, con professori frustrati e sfiniti avevamo almeno una certezza: la data di riapertura, 14 settembre.

Ma … perché esiste in questo paese sempre un “ma” aggiunto ad un “modo indicativo di un tempo coniugato al futuro” ci dicono che il destino del ritorno sui banchi degli studenti sarà legato alle variabili leggi sul distanziamento sociale messe in atto dal Comitato Tecnico Scientifico basandosi sul “cruscotto” e soprattutto sulle "rime buccali".

Forse un riferimento d’annunziano, un accenno alla poesia bucolica del greco Teocrito, o un tipo di rima virginiana ripresa da Dante?

Escluso Shakespeare e la poesia successiva provenzale che usava una struttura metrica di 14 endecasillabi e non mi pareva perciò una unità di misura di distanziamento sono dovuta ricorrere alla mia “task force medica” privata e gratuita, mio fratello, mio padre e mio zio … medici!

 

Leggi tutto...