Contenuto Principale

Al via il monitoraggio di ponti e sottopassi in città

È stato avviato in luglio e affidato nei primi giorni di agosto l'incarico ad una società specia...

Patto di collaborazione per le aree cani

E’ stato approvato dalla Giunta comunale il documento che disciplina l’utilizzo delle aree verdi ri...

L’omaggio di Monza al grande Rossini

Il 2018 è stato dichiarato “Anno Rossiniano” nel 150esimo anniversario della morte del gra...

Ability Day & 5K Ability Run

  Domenica 30 settembre - dalle ore 9.00 alle ore 18.00 - Piazza Trento e Trieste L’evento Ability...

Artisti ed Aziende si incontrano a “Indart” tra Monza e Monaco

 “Indart - Industries Join Art” è il progetto di Vision Plus e VS Arte per fare incontrare artisti e...

  • Al via il monitoraggio di ponti e sottopassi in città

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Patto di collaborazione per le aree cani

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • L’omaggio di Monza al grande Rossini

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Ability Day & 5K Ability Run

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09
  • Artisti ed Aziende si incontrano a “Indart” tra Monza e Monaco

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cultura & Tempo Libero
Medio Oriente conteso. Turchi, arabi e sionisti in un conflitto lungo un secolo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Venerdì 21 Settembre 2018 14:41
Una serata per conoscere e dibattere su un tema di strettissima attualità
Giovedì 27 settembre alle ore 21:00 nella Sala Carver del Teatro Binario 7 (via F. Turati 8) sarà presentato il saggio storico Medio Oriente conteso. Turchi, arabi e sionisti in un conflitto lungo un secolo (Historica Edizioni, 2017) all’interno di un più ampio dibattito sulla questione mediorientale che vedrà l’intervento di esperti e studiosi organizzato con il patrocinio del Comune di Monza e il contributo dell’associazione culturale-scientifica “Nuova Urania”.
Leggi tutto...
 
Presentazione della stagione teatrale 2018-19 del Teatro Manzoni PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Settembre 2018 09:45

Sabato 22 settembre - ore 21.00 presso Teatro Manzoni si terrà la Presentazione della stagione teatrale 2018-19 del Teatro Manzoni

Sarà l'occasione per presentare al pubblico la "Grande Prosa" e l’intera offerta artistica  che prevede  "Altri Percorsi, Teatro Comico, Eventi speciali e festività al Manzoni".

All'ingresso del Teatro sarà  distribuito il catalogo di tutta la stagione teatrale.

A seguire : Spettacolo – concerto
 MATTHEW LEE
“PIANO MAN Live Tour 2018”
Matthew Lee: piano e voce

Frank Carrera: Chitarra

Alessandro Infusini: Basso elettrico
Matteo Pierpaoli: Batteria

Dopo aver entusiasmato le piazze d'Europa, Lee propone un viaggio nel suo universo sonoro dove convivono la musica classica, il pop, il rock, il soul, lo swing....un calendoscopio di stili e generi reinventati e amalgamati .

In chiusura  il Teatro offrirà un buffet per concludere la serata con un festoso momento conviviale insieme.

Ingresso gratuito

 
Dante ed i suoi "incontri intineranti" PDF Stampa E-mail
Mercoledì 29 Agosto 2018 05:07

8 settembre -  ore 21.15 -  Boschetti Reali  (Viale Regina Margherita)

danteIncontro con Dante – teatro itinerante

Al termine dei lavori di riqualificazione dell’impianto di illuminazione tornano a vivere i Boschetti Reali. Il debutto è previsto a settembre quando lo spettacolo itinerante dedicato al Sommo Poeta farà tappa qui per ambientare le letture sceniche tratte da l’Inferno. Per il Purgatorio la location prescelta sarà il Liceo Nanni Valentini e per il Paradiso l’avancorte di Villa Reale.

Leggi tutto...
 
Il Peso di una Valigia PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Venerdì 17 Agosto 2018 07:19
(Laura Giulia D'Orso). Passano uomini e donne senza nome né volto. Hanno avuto solamente il permesso di recuperare qualche cosa di personale dalle loro case che probabilmente saranno abbattute. Una vita passata fra quattro mura forse anche comprate con sacrificio, in una zona dove notte e giorno senti il fragore delle auto e dei camion che sembra ti passino in soggiorno. Quattro mura neanche tanto sicure come un tetto sulla testa che adesso non hanno più. Ognuno trascina una valigia piena di “loro”. Difficile scegliere cosa portare e cosa lasciare.

Grazie a Dio, io non sono fra quelle persone, la mia casa sarà ancora là quando tornerò ma mi sono domandata cosa avrei stipato nella mia valigia se fosse capitato a me. Non è stato semplice; ma poi ho compreso: solamente ciò che è stata la mia esistenza, il mio passato. Avrei preso tutti gli album di foto della mia famiglia, un pugno di “preziosi” che ricordano eventi felici, i miei libri del liceo, la trilogia di Dante del Sapegno, quelli con la copertina verde di storia dell’arte dell’Argan, quelli di Italiano del Pazzaglia, la mia vita, la mia conoscenza, le mie origini, ciò che sono. Scriveva Robert M. Edsel in Monumnets Men: “Puoi sterminare una generazione di persone, radere al suolo le loro case, troveranno una via di ritorno. Ma se distruggi i loro conseguimenti e la loro storia, è come se non fossero mai esistite, solo ceneri, che galleggiano.”

E se quel maledetto ponte che conosco molto bene, su cui sono transitata tante volte da bambina, fosse stato sotto il mio controllo, sarei lì a scavare a mani nude, almeno per ridare i corpi di chi non c’è più a familiari che piangono un loro disperso.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 64
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Il nuovo gioco dei ragazzini incoscienti.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). Prima fu la moda dei treni in corsa da evitare, poi arrivò quella dei selfies scattati su “abissi” aperti come voragini ai loro piedi, adesso il nuovo “gioco” degli adolescenti si potrebbe chiamare “come ti schivo gli autobus”.

Un video caricato su youtube ha messo alla gogna l'autista di un bus francese che, dopo aver schivato uno studente che attraversa, intenzionalmente, è stato ripreso mentre schiaffeggia l'adolescente, reagendo ai suoi insulti.

Il fatto si svolge in una trentina di secondi, appena il tempo di una brusca frenata, la presa di coscienza di non aver schiacciato nessuno e la reazione da padre di famiglia dell’autista, egli stesso genitore di due figli.

Il tutto avviene ormai sotto l’occhio del “grande fratello” smartphone di un altro studente.

Ovviamente scoppia la polemica tra chi prende le parti dell'autista, che rischia il licenziamento, e chi quelle del ragazzo. La Società per cui lavora, ha avviato un'indagine disciplinare perché, affermano, contrario ai principi e ai valori di chi lavora nei servizi pubblici".

Ma per favore!

Ragazzi scesi in un inferno senza futuro, stupidi, arroganti, abituati in casa a dare del cretino ai genitori che invece giocano a fare gli amici più che i genitori stessi.

Genitori imbecilli, che gareggiano con la propria prole, trasformandosi in ridicoli “ragazzi di 40/50 anni”, che per evitare l’insulto o la “scocciatura” di un perentorio NO non reggono il confronto, perché si è ragazzi a 13 anni ma a 50, si dovrebbe essere adulti e maturi.

Leggi tutto...

Grazie a tutti: la F1 come lezione di vita

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(di Mattia Mauri). Ci sono tre parole che, più delle altre, ho sentito in questi tre giorni passati a Monza in Autodromo a vivere il weekend della formula 1, bellissimo nonostante il sogno del venerdì e del sabato si sia bruscamente interrotto trasformandosi nell’incubo domenicale di un’altra occasione mondiale sprecata da Seb Vettel.

Leggi tutto...