Contenuto Principale

PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

In calendario otto spettacoli di altissima qualità con compagnie e attori di rilevanza nazionale e p...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

Ideato nel 2017 dall'Associazione Novaluna, il Festival del Parco di Monza è una manifestazione arti...

RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

Partirà il prossimo martedì 13 ottobre il nuovo menù nelle mense scolastiche della città che prepara...

IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

 La situazione emergenziale determinata dall’epidemia di “coronavirus” ha messo a dura prova il Co...

  • PROGRAMMA TEATRO MANZONI STAGIONE 2020/2021

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Il Festival del Parco di Monza. Natura è Cultura

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • RISTORAZIONE SCOLASTICA: DAL 13 OTTOBRE AL VIA IL NUOVO MENÙ Partirà il prossimo martedì 13 ottobre

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • IL GRANDE IMPEGNO DEI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DURANTE L’EMERGENZA

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Il dolore e la sua gestione: convegno a Monza PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 13 Gennaio 2015 07:03
150113 immagine ecm camSi terrà martedì 20 gennaio presso l’auditorium del CAM di Monza il corso accreditato ECM dal titolo “Il dolore: una realtà multidimensionale”.
 
Si tratta di un tema di particolare rilevanza nel mondo sanitario, alla luce dei recenti progressi delle Neuroscienze e in particolare delle tecniche di imaging funzionale, che hanno svelato per esempio alcuni meccanismi del complesso effetto placebo. La percezione del dolore è diversa per ogni individuo e condizionata fortemente da fattori personali, ambientali e temporali, fino a casi di non sopportazione o, al contrario, di annullamento della percezione stessa. Oggi, ai rimedi farmacologici, si affiancano strategie comportamentali, tecniche di stimolazione bio-fisica, nuove e alternative applicazioni di principi attivi.
Durante il convegno si farà chiarezza sulle basi neurobiologiche e fisiologiche del dolore, sui sintomi comuni del “pain behaviour” o su altri più inusuali. L’ambizione maggiore però, è quella di poter suggerire nuove modalità di gestione di questa dimensione umana. La co-presenza di neurofisiologi, farmacologi, terapisti del dolore, neurologi, neuroradiologi permetterà di affrontare questa problematica basandosi sulle conoscenze mediche più aggiornate e complete.

Il convegno è gratuito, dà diritto a 8,5 crediti ECM ed è dedicato a psicologi, psichiatri, geriatri, neurologi, anestesisti, biologi, fisiatri, fisioterapisti, infermieri, internisti, medici mg e reumatologi.
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”. Cit. Goebbles  -  il ruolo delle fake news

La minoranza di coloro che leggeranno la frase la attribuirà ad un certo Joseph Goebbles. Altri la cercheranno su internet. Inoltre, navigando online, risulteranno richiami di articoli tipo quello, apparso nel 2016 sul Fatto Quotidiano: Gaffe di Farinetti: “Come diceva Goethe, a forza di ripetere una roba questa diventa vera. Ma la frase era di Goebbels!”

Ed ecco che ci troviamo, noi lettori, in un post fake! Senza saperlo. Più precisamente in un doppio fake!

Non esiste infatti una singola fonte, un singolo libro, un singolo discorso che confermi questa citazione come frase di Goebbels, eppure tutti sono convinti che sia sua.

Inoltre, al contrario, non esiste prova di nessun autore di questa massima; non era Goethe sicuramente ma neppure Goebbels. (che era un gerarca nazista, giusto per conoscenza).

Leggi tutto...