Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Benessere & Salute
La sanità non è un’azienda e bisogna partire dal malato e chi lo cura PDF Stampa E-mail
Martedì 28 Luglio 2015 20:22
La consigliera regionale commenta i tagli previsti dalla prossima Legge di Stabilità e l’efficientamento del sistema di cui parla la ministra Lorenzin
150728 ospedale“Da Roma nuovi tagli alla Sanità, si vogliono evitare esami ritenuti inutili, la ministra Lorenzin fa il gioco dei bussolotti parlando di ‘efficientamento del sistema’. Il fatto è che nessuno protegge e non permette al medico di operare al meglio” lo sostiene la consigliera regionale Maria Teresa Baldini, medico di professione.
Leggi tutto...
 
Federico Leo a Expo 2015 per ‘la dieta mediterranea come filosofia di vita’ PDF Stampa E-mail
Giovedì 23 Luglio 2015 09:12
150723 Federico LeoIl pilota lombardo, già due volte campione europeo con Ferrari, interverrà assieme al detentore del titolo italiano di maratona Danilo Goffi. L’alimentazione è uno dei fattori chiave per ottenere successi nello sport, lo sa bene Federico Leo pilota 27enne già vincitore di due titoli europei GT su Ferrari e oggi impegnato nelle Word Series Renault.
Federico, atleta metodico anche fuori dai circuiti, cura la propria forma fisica con intensi allenamenti e prendendo accorgimenti particolari anche quando si tratta di mettere i piedi sotto il tavolo.
Leggi tutto...
 
“Tutti liberi… a tavola”: da ottobre genitori e bimbi a scuola dai farmacisti lombardi PDF Stampa E-mail
Giovedì 09 Luglio 2015 14:59
150709 caduceo farmacistiE’ stata presentata in questi giorni questa mattina a Palazzo Pirelli, alla presenza del consigliere regionale Marco Tizzoni e dell’assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi, l’iniziativa “Tutti liberi…a tavola”.
Leggi tutto...
 
Lotta contro la diffusione dell'ambrosia a Cesano: la campagna 2015 PDF Stampa E-mail
Venerdì 03 Luglio 2015 20:03
140717 ambrosiaE' stata emessa il 26 giugno l'ordinanza n° 157 per la lotta contro la diffusione dell'ambrosia, la pianta altamente allergizzante che è tra le maggiori cause di pollinosi tra la popolazione nel periodo estivo anche nel territorio cesanese.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 9
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>