Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Benessere & Salute
Focus su alopecia in chemioterapia: nuove opportunità PDF Stampa E-mail
Sabato 07 Ottobre 2017 09:53
Promosso da Salute Donna Onlus in collaborazione con l'Assessorato al Welfare di Regione Lombardia si terrà il convegno intitolato
"Focus su alopecia in chemioterapia: nuove opportunità"
Durante il convegno verrà presentato il nuovo protocollo di studio sulle pazienti in trattamento chemioterapico condotto presso l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano in collaborazione con CRLab. Il protocollo prevede l'utilizzo di una protesi innovativa del capillizio realizzata su misura per la paziente e che l'aiuterà a superare il trauma della perdita dei capelli durante il trattamento della chemioterapia.
 
lunedì 9 ottobre 2017
dalle 10 alle 13 in
Regione Lombardia (piazza Città di Lombardia 1)
Sala Opportunità (ingresso N1)  
Milano
 
All'incontro interverranno
Assessore al Welfare Regione Lombardia
Anna Mancuso (presidente di Salute Donna Onlus)
Enzo Lucchini (Presidente Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori di Milano)
Bianca Maria Piraccini (professoressa, Dermatologia – Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale (DIMES) – Università di Bologna)
Filippo De Braud (Direttore Dipartimento di Oncologia Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori di Milano)
Claudia Borreani (responsabile struttura semplice dipartimentale psicologia clinica Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori di Milano)
Carla Ida Ripamonti (responsabile Ssd Cure di supporto al paziente oncologico Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori di Milano)
Antonella Esposito: (responsabile scientifico associazione Salute Donna)
Stefano Ospitali: (Amministratore Delegato Cesare Ragazzi Laboratories – Advihair S.r.l.)

A conclusione la testimonianza di una donna che ha utilizzato il dispositivo
 
Un italiano su dieci soffre di post-vacation blues PDF Stampa E-mail
Mercoledì 06 Settembre 2017 05:38
Il dottor Alessandro Zanasi, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino, spiega come tornare con serenità alla routine quotidiana e sui banchi di scuola grazie a una corretta idratazione
 
Dopo le vacanze può capitare di sentirsi stanchi, incapaci di concentrarsi, schiacciati dal senso di responsabilità e dai compiti incombenti. Secondo i dati Istat, un italiano su dieci soffrirebbe di quello che gli inglesi chiamano “post-vacation blues”, noto come “stress da rientro” o “depressione post vacanze”. Non si tratta di una vera e propria patologia ma di un disturbo che viene identificato da una serie di sintomi tra cui stordimento, nervosismo, calo dell’attenzione e mal di testa che possono sopraggiungere quando  il corpo e la mente fanno fatica a riabituarsi ai ritmi della vita di tutti i giorni.
Con la mente impegnata in preoccupazioni e scadenze da rispettare, è frequente dimenticarsi di quanto sia importante seguire una corretta alimentazione, ritagliarsi le giuste pause relax e, soprattutto, prestare attenzione ad assumere un’adeguata dose giornaliera di acqua.
 
Leggi tutto...
 
Lega del Filo d’oro e UBI BANCA insieme per le persone sordocieche PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Settembre 2017 05:51
UBI Banca si schiera a fianco della Lega del Filo d’Oro grazie all’emissione del Social Bond “UBI Comunità per la Lega del Filo d’Oro”, le obbligazioni dedicate all’Associazione che da oltre 50 anni si prende cura delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Il contributo verrà destinato alla realizzazione del progetto “Vicini a chi non vede e non sente: i Servizi socio educativi della Lega del Filo d’Oro” a sostegno delle attività dei Servizi Territoriali dell’Associazione.
Leggi tutto...
 
Allerta caldo: rischio disidratazione PDF Stampa E-mail
Lunedì 07 Agosto 2017 21:31
Mai così caldo da 150 anni. L'eccezionale ondata di caldo che infiamma l'Italia porta con sé rischi soprattutto per la salute e il benessere del corpo. A rischio sono le categorie delicate  come donne, anziani, bambini e sportivi inesperti. Concentrazione, performance fisiche, affaticamento, senso di nausea e nei casi peggiori tachicardia e ipertensione sono i rischi più importanti legati alla disidratazione: per questo ogni categoria deve bere in relazione all'età e alle condizioni psicofisiche del proprio organismo.
È quanto riporta In a Bottle (www.inabottle.it) in un focus sul giusto approccio alla prima ondata di caldo.
 
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 
>