Contenuto Principale

“I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

(Laura Giulia D'Orso). Il 7 Aprile 2004 viene ritrovato l’aereo di Antoine de Saint-Exupéry abbatt...

Giovannini 2019

Si terrà lunedì 24 giugno come da tradizione alle ore 12.00 in Piazza Roma, sotto i portici dell’Are...

La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

Niki Lauda, la leggenda della Formula 1, si è spento il 20 maggio in una clinica svizzera. Aveva 70 ...

In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

Gli articoli 20 e 27 del Regolamento del Parco di Monza e dei Giardini Reali sono chiari: i cani dev...

SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

Sabato 8 giugno, con il Corteo storico, inizia la seconda edizione del «Summer Monza 2019», il gra...

  • “I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Giovannini 2019

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50
  • SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

    Sabato 07 Ottobre 2017 10:00

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Giovannini 2019 PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 
Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
Gio focusSi terrà lunedì 24 giugno come da tradizione alle ore 12.00 in Piazza Roma, sotto i portici dell’Arengario, la cerimonia di consegna delle massime benemerenze cittadine nella giornata che celebra il Santo Patrono di Monza, S. Giovanni.
Il Giovannino d’Oro che vanta una tradizione trentennale, è annualmente conferito a quattro eccellenze cittadine che si sono distinte nel mondo dell’impresa, della cultura, dell’arte, del sociale, dell’educazione, dello sport e in altri ambiti: per questa edizione verranno consegnati due premi alla memoria e due a personalità eccellenti. Il premio Corona Ferrea è invece destinato ad una associazione cittadina.
I premiati Lunedì, dopo la S. Messa solenne alle ore 10.30 in Duomo presieduta da S.E. Pierantonio Tremolada Vescovo di Brescia, il Sindaco Dario Allevi, alla presenza delle autorità cittadine, consegnerà le benemerenze a: Walter Mapelli (alla memoria) – scomparso lo scorso 8 aprile è stato per trenta anni Sostituto Procuratore presso il Palazzo di Giustizia di piazza Garibaldi, protagonista delle grandi inchieste degli anni Novanta, che spesso dal capoluogo brianzolo si sono estese al territorio nazionale. Emma Corselli Perfetti (alla memoria) - Docente di geografia economica al Mosè Bianchi, ha dedicato trent’anni all’insegnamento e alla formazione dei giovani. Fondatrice della sezione monzese di Italia Nostra nel 1972 è stata tra i fondatori del FAI, Fondo Italiano per l’Ambiente e membro del Centro Documentazioni Residenze Reali Lombarde. Adriano Galliani - Imprenditore e sportivo dall’entusiasmo incontenibile, ha vissuto da protagonista uno dei periodi più fortunati del Calcio Monza. La scorsa stagione è tornato in città con un ruolo di primo piano restituendo in pochi mesi nuovo slancio ed entusiasmo alla squadra e ai tanti appassionati biancorossi che si augurano di tornare protagonisti nel panorama calcistico nazionale. Marina Cirulli – Ha istruito, educato e cresciuto generazioni di monzesi: insegnante dai primi anni Ottanta, conclude la sua brillante carriera alla scuola primaria Volta, di cui rappresenta tuttora un punto di riferimento e un volto insostituibile. Il Premio Corona Ferrea sarà assegnato all’Associazione Monza Marathon Team, che nel primo decennio di attività si è distinta per la brillante capacità di coniugare la passione sportiva con progetti concreti di solidarietà a favore di numerose Onlus del territorio.
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Io sto con la Legge Italiana :#io NON sto con Carola

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso). Sarà che sono stata “tirata su” a pane, studio, sport e disciplina. Sarà che se vìoli le regole dello sport che pratichi sei fuori dai giochi. Sarà che è sempre più facile per chiunque dire sì che opporre un divieto, sarà che in uno Stato di Diritto quale l’Italia è, si presuppone che l’agire dello Stato sia sempre vincolato e conforme alle Leggi vigenti e lo Stato stesso sottopone esso medesimo al rispetto di Codici e di Costituzioni scritte, sarà per questo che #io NON sto con Carola! Si chiamasse pure Paola o Cristina e fosse francese o italiana non farebbe alcune differenza per me.
Trasformata da imbellettati e ricchi esponenti di sinistra in paladina, la signorina in questione ha violato la legge italiana. Intenzionalmente e volutamente. Riprendendo il tormentone della sinistra di qualche tempo fa (ma non gli è bastata la batosta elettorale!?!) del “senza se e senza ma” … in Italia si applica in maniera pragmatica la legalità e non si pretenda perciò di forzare il Codice di diritto del Mare e della Navigazione, il cui codice ho avuto modo di leggerlo già all’epoca dei Marò detenuti illegalmente in India.