Contenuto Principale

Al via il monitoraggio di ponti e sottopassi in città

È stato avviato in luglio e affidato nei primi giorni di agosto l'incarico ad una società specia...

Patto di collaborazione per le aree cani

E’ stato approvato dalla Giunta comunale il documento che disciplina l’utilizzo delle aree verdi ri...

L’omaggio di Monza al grande Rossini

Il 2018 è stato dichiarato “Anno Rossiniano” nel 150esimo anniversario della morte del gra...

Festival dei gatti 22/23 settembre Vaprio d'Adda

to a tutti i gatti, senza distinzione di razza o di coda... creato per  gli amanti del mondo felin...

Artisti ed Aziende si incontrano a “Indart” tra Monza e Monaco

 “Indart - Industries Join Art” è il progetto di Vision Plus e VS Arte per fare incontrare artisti e...

  • Al via il monitoraggio di ponti e sottopassi in città

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Patto di collaborazione per le aree cani

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • L’omaggio di Monza al grande Rossini

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Festival dei gatti 22/23 settembre Vaprio d'Adda

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09
  • Artisti ed Aziende si incontrano a “Indart” tra Monza e Monaco

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Patto di collaborazione per le aree cani PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
cane E’ stato approvato dalla Giunta comunale il documento che disciplina l’utilizzo delle aree verdi riservate ai cani in città. La delibera è in attuazione dell’art. 26 del Regolamento Comunale per il benessere degli Animali, già in vigore da alcuni anni. Gli otto articoli che compongono il provvedimento, istituiscono regole di comportamento precise per i proprietari che accedono alle aree cani pubbliche.

I proprietari. In particolare i proprietari sono espressamente identificati nelle “persone fisiche che a qualsiasi titolo hanno in custodia e conducono uno o più cani, a cui fanno capo tutte le responsabilità civili e penali derivanti dal comportamento degli animali in affidamento, anche temporaneo, all’interno e all’esterno delle aree verdi riservate ai cani”.

Oneri e obblighi. Il cuore della disciplina - redatta in collaborazione con i componenti del Tavolo Diritti degli Animali - è costituito dagli articoli che stabiliscono oneri e obblighi. In particolare è compito dei proprietari verificare che i cancelli siano chiusi correttamente sia in entrata che in uscita; avere con sé guinzaglio e museruola a attrezzatura idonea a raccogliere le deiezioni. Inoltre i cani che accedono alle aree pubbliche devono essere identificati con microchip e registrati all’anagrafe regionale canina. Infine cuccioli di età inferiore a tre mesi, femmine in calore, cani malati o convalescenti e aggressivi possono accedere all’area solo in assenza di altri cani.

Il tempo massimo di permanenza consentito se altri cani incompatibili sono in attesa di entrare è fissato in 20 minuti. Infine i cani che accedono all’area devono essere in regola con le profilassi vaccinali contro le malattie infettive e trattati contro i parassiti.

E’ sconsigliato, inoltre, l’ingresso ai minorenni, anche considerando le responsabilità attribuite al comportamento dei loro cani, sia nei confronti delle persone che degli altri animali. E’ compito di ogni proprietario o conduttore, infatti, “adoperarsi per favorire la socializzazione tra i cani, evitando con cura ogni comportamento che possa scatenare aggressività o competizione, tra cui distribuire alimenti o introdurre giochi”.

Queste regole sono il frutto di un lavoro di squadra — spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore all’Ambiente Martina Sassoli — Non si tratta di introdurre divieti, ma di stabilire comportamenti ispirati prima di tutto al buon senso. Monza conta una significativa presenza di animali domestici, il nostro lavoro è farla diventare una vera e propria città “pet friendly”, in cui trovare il giusto punto di equilibrio tra diritti degli animali e doveri dei proprietari.”

Il compito di far rispettare le regole spetta alla polizia locale, alle guardie ecologiche volontarie e alla Polizia di Stato. Le sanzioni – già introdotte dal regolamento comunale per il Benessere degli Animali - vanno da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro.
Sono 16 le aree cani presenti a Monza: Via Fiume; via Adigrat; Montagnone S. Fruttuoso; via Canesi; via Modigliani; via dei Capuccini; via Debussy; via Milazzo; Via Gramsci-Artigianelli; via –Tirso-via Po; via Dolone; via Visconti-Via Grassi; via Guardini; via Giocosa; via Vecellio – Canale Villoresi; via Borsa – Via Maroncelli.
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Grazie a tutti: la F1 come lezione di vita

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(di Mattia Mauri). Ci sono tre parole che, più delle altre, ho sentito in questi tre giorni passati a Monza in Autodromo a vivere il weekend della formula 1, bellissimo nonostante il sogno del venerdì e del sabato si sia bruscamente interrotto trasformandosi nell’incubo domenicale di un’altra occasione mondiale sprecata da Seb Vettel.

Leggi tutto...